Gioventù sbandata e nostalgia del padre. Il bisogno di modelli positivi e di “autorità” riconosciute che rappresentino le regole

da | Mag 20, 2021 | Primo piano

Se la devianza minorile, come sostengono i sociologi, è originata dal contrasto  “tra i valori  che la società propone (cultura e onestà oppure lussi, prevaricazioni, furbizia?) e il fatto che non  per tutti sono  a disposizione in egual misura gli strumenti  per perseguire quei  modelli di successo “,  è evidente che gli adulti  dovrebbero  innanzitutto impegnarsi  per  una società migliore (rendendo le città più sicure, creando spazi di aggregazione e opportunità di apprendere un mestiere per i giovani )…  Ma ne discende anche la necessità  di proporre  “modelli  positivi” agli adolescenti , che sono  influenzati  dai miti. Un concetto ormai acquisito, a sentire le dichiarazioni dei  tanti personaggi  favorevoli  all’abbattimento dei murales (che esaltano  ragazzi uccisi dalle forze dell’ordine nel corso di tentativi di rapine oppure  morti per mano dei  rivali) e che però “dimenticano “  le scene di violenza  trasmesse  da film, tv, telefonini e computer…

Verrebbe da dire: “Ridateci John Wayne…”.   E tra gli esempi più vicini, ci viene  in mente Gianni Maddaloni il maestro di judo di Scampia. Ecco un paio di testimonianze illuminanti. “Mio figlio era un bulletto. Il Maestro, avvertito dalla scuola, lo prese in consegna, con tutta la famiglia sapendo che io ero in carcere…”,  racconta un uomo sui trent’anni che ne ha scontati 14 per associazione e spaccio: “Quando io poi sono uscito, assegnato in affidamento alla palestra, sono diventato anche io un suo figlio”. E un altro giovane racconta: “Mi innamorai degli allenamenti  e del rispetto che i ragazzi portavano al Maestro”.  Gianni Maddaloni, il papà di Pino medaglia d’oro olimpionica e di altri campioni di judo,  che incarna l’affidabilità di un “padre”…  Il padre, colui che testimonia con la propria vita che l’esistenza può avere un senso.

Prima sotto i colpi della contestazione sessantottina e  poi del femminismo,  la società si è arricchita di alcune sensibilità “femminili”  mentre sembrano essersi  persi  valori come la lealtà, la parola, l’orgoglio per il lavoro ben fatto, il dovere di proteggere i più deboli…  E la teoria del gender contribuirà ulteriormente alla débacle del “maschile”.  Che fine hanno fatto il Padre, il Maestro, il Sacerdote un tempo autorevoli figure di riferimento che rappresentavano le “regole”  e indicavano la giusta direzione?  Quella che appare più sfocata è proprio la figura del padre, che un tempo rappresentava l’Autorità (riconosciuta come legittima da chi la subiva), la norma, il senso del limite, una guida rassicurante ed anche il totem con cui scontrarsi nel processo di costruzione della propria identità (uccidere metaforicamente il padre per diventare adulti: senza l’alterità del limite,  non si attiva il processo di soggettivazione). Un padre assente  è  fattore di rischio anche per uso di droghe e altre devianze.

La repressione, insomma, da sola non basta contro i baby delinquenti.  E qui entra in gioco anche il ruolo dei mass media,  nel proporre i valori e i modelli  a cui ispirarsi.

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

Campania, open day vaccinale per le donne in gravidanza

In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, promossa dal Ministero della Salute, che quest’anno è dedicata alle cure materne e neonatali sicure con il claim “Agisci adesso per un parto sicuro e rispettoso”, Venerdì 17...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Le t-shirt firmate Gomorra vanno a ruba sul web

Le t-shirt firmate Gomorra vanno a ruba sul web

Albert Bandura, recentemente scomparso, ammoniva sugli effetti modellanti della tv  di Cinzia Rosaria Baldi * L’ultima moda è indossare le magliette  ispirate ai personaggi di Gomorra, la celebre serie tv ideata da Roberto Saviano.  Vanno a ruba sul web felpe e...

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

La chiusura della prima fase di preparazione al campionato suggerisce una prima serie di considerazioni e di rilievi. La parentesi di Dimaro ha confermato quanto già si sapeva sul carattere forte e carismatico del nuovo allenatore. È il suo grande pregio, unito alla...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

I giovani bombardati dal brutto e dal male che toglie la speranza. Genitori distratti, il silenzio degli scienziati L’omicida  sedicenne  ora racconta che sentiva la voce del diavolo,  turbato dalla serie  televisiva  “Lucifer”,  ma la razionalità dimostrata con i...

I giallorossi rivivono solo a Napoli

I giallorossi rivivono solo a Napoli

Pd e 5 Stelle uniti nel sostenere il candidato sindaco Manfredi. Ma ce la faranno a vincere? A Napoli si risperimenterà, per il momento caso unico in Italia, la coalizione Pd-5Stelle. Ricordate, è quell’alleanza tra forze assolutamente incompatibili, contro natura,...

Noemi e il murale della speranza

Noemi e il murale della speranza

“Street art” ideata dalla bambina che fu ferita in piazza Nazionale. No ai modelli negativi per i giovani Un messaggio di speranza partirà oggi da piazza Nazionale dove, salvo ritardi nell’erogazione dei permessi, nell’anfiteatro centrale sarà disegnato un murale per...

Gattuso da incapace a fenomeno

Gattuso da incapace a fenomeno

Come i media napoletani hanno trattato l’allenatore protagonista di una stagione fra luci e ombre C’è una sorta di schizofrenia dell’informazione sportiva che atavicamente si accompagna al cammino del Napoli Calcio. E mai come in questo frangente essa si è palesata...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te