Cosa succede se mamma e papà litigano?

da | Mag 15, 2021 | Psicologia

di Cinzia Rosaria Baldi *

Il disaccordo trai genitori è normale ma esprimerlo davanti ai bambini può destabilizzarli

La pandemia da Covid 19 ha stravolto le nostre vite incidendo non solo sui rapporti sociali, ma anche sulle  nostre relazioni familiari. La famiglia è stata messa a dura prova dalle convivenze prolungate in ambienti spesso di piccole dimensioni, che hanno alterato abitudini e ritmi, messo in discussione ruoli domestici e di cura.  Per molte famiglie il ritrovarsi insieme è stata un’occasione per dedicare più tempo  ed attenzione sia alla relazione di coppia che a quella con i figli,  ma in ogni caso la condivisione assidua di spazi abitativi ha costituito il luogo dove più facilmente hanno trovato espressione tensioni, discussioni, o conflitti: il Covid ha suscitato stress, creato situazioni di disagio emotivo che hanno messo a dura prova anche le coppie più affiatate, i sistemi familiari più equilibrati.
Già prima del Covid sapevamo che  la famiglia tipo “Mulino Bianco” , dal sorriso appiccicato sulle labbra non esiste, ma tutti abbiamo potuto constatare che in questo periodo anche in una famiglia dove la relazione è solida uno scambio verbale più accalorato, un litigio  anche solo per futili motivi trai  genitori  sono accadimenti quotidiani. Ovviamente in questo articolo esaminiamo il litigio in  coppie in cui il legame affettivo  non è compromesso e non vi è ostilità nella coppia. In questi casi il conflitto, infatti, è un aspetto del tutto normale  nel rapporto fra coniugi e può essere determinato da svariate dinamiche  come la gestione economica, l’educazione dei figli, le relazioni extra familiari o con le famiglie d’origine, ma anche da problemi strettamente legati al funzionamento della coppia coniugale.
Ma come reagiscono i bambini quando sentono alzare le voci o assistono al classico ‘botta e risposta‘ tra mamma e papà? Solitamente, quando mamma e papà litigano, il bambino pensa di essere lui la causa, perché i bambini piccoli riferiscono tutto a loro  stessi,  ignorare l’accaduto, quindi, finirebbe per alimentare il loro senso di colpa, la confusione e la paura.  I bambini sono estremamente sensibili al rapporto trai genitori, sentirli litigare provoca emozioni, ansia, pensieri negativi, la paura  di rimanere soli. Anche i figli piccolissimi, pur se non capiscono tutte le parole che i genitori si dicono, avvertono la tensione  tra mamma e papà dal cambiamento del tono della voce, dagli sguardi , dai loro movimenti più eccitati. Non bisogna ignorare quanto accaduto bisogna rassicurare i bambini, cullando e accarezzando i più piccoli, e parlarne con i più grandi. In età scolare il bambino comprende le parole ma non il significato completo di quello che sta accadendo,  dimostrare loro affetto, dargli la certezza che non sta succedendo niente  di irreparabile: è importante trasmettere il concetto che   la lite va vista come qualcosa che può accadere.
Il conflitto è funzionale, infatti,  al rapporto di coppia perché permette ad ognuno dei partner di esprimere le proprie opinioni differenti  e  può avere una valenza distruttiva o costruttiva. Quando si esprime la ‘discordanza’  in presenza dei figli,  questi ultimi  secondo il grado di conflittualità  attivano  risposte a più livelli: emotivo, comportamentale, cognitivo e fisiologico. Il genitore non deve reprimere la  propria discordanza nella coppia, ma si deve sforzare di capire quando e come il conflitto coniugale incide ed ostacola lo sviluppo del benessere del proprio figlio.
Esistono diverse forme di conflitto e che incidono in modo diverso sullo sviluppo del benessere del bambino. Il conflitto può essere solo verbale, o assumere forme aggressive a volte anche fisiche. Quando il bambino per più tempo assiste  al conflitto, in particolare a quello aggressivo, presenta un aumento dell’insicurezza nella relazione con i genitori, da cui possono derivare una serie di difficoltà nelle relazioni sociali,  il calo della prestazione scolastica, disturbi del sonno. E’ anche dimostrato  che se si raggiunge la risoluzione nel conflitto trai  coniugi ciò riduce lo stress nei figli.
In conclusione non sarebbe comunque sbagliato impegnarsi un po’ di più a gestire la rabbia, ma se non ci si riesce, almeno ricercando modalità di espressione funzionali che favoriscano la propria libertà di espressione preservando il diritto del figlio di un sereno sviluppo.
* psicologa età evolutiva
Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Suor Orsola parla le “lingue” del lavoro

Suor Orsola parla le “lingue” del lavoro

di Giovanni Basile Innovazione didattica e placement dei laureati: la soddisfazione degli studenti dell’Ateneo napoletano La laurea conseguita all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli risulta più efficace del 15% rispetto alla media nazionale. È quanto emerge...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

E a Salvator Rosa i secchi ormai sono “decori”

E a Salvator Rosa i secchi ormai sono “decori”

Non appena piove a Napoli, nella stazione Salvator Rosa della Linea 1 della metropolitana, spuntano diversi secchi che vengono posizionati dal personale dell’Anm per raccogliere l’acqua piovana che cade dall’alto e arriva fino alla banchina. I secchi ormai sono...

La prima metro al mondo chiusa per umidità

La prima metro al mondo chiusa per umidità

Stop alla stazione Università fino al 15 ottobre. Pavimentazione da sostituire: “materiale non idoneo” A poco più di 11 anni dall’inaugurazione la stazione metropolitana di piazza Bovio necessita di 4 mesi di lavori per sostituire le “pregiate pavimentazioni” con un...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Napoli e la “deriva americana”

Napoli e la “deriva americana”

Finora esente dagli assalti a sfondo razziale che partono dai ghetti (come avvenuto il 2 giugno nel Milanese) L’escalation di risse, pestaggi, accoltellamenti, ragazzini che puntano le pistole contro le forze dell’ordine, ha fatto parlare di “deriva americana” a...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te