Il Napoli ci ricasca, gol all’ultimo respiro del Cagliari 1-1

da | Mag 2, 2021 | Calcio Napoli

Il Napoli ci ricasca, ospiti in gol all’ultimo minuto, pari amaro per gli azzurri che hanno sprecato troppo e alla fine perso altri due punti fondamentali.

Il Napoli ci ricasca – Rispetto alla partita con il Torino, sono poche le novitĂ  dal primo minuto per gli azzurri: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Demme, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano, Insigne, Osimhen.

Inizia il match, dai due schieramenti in campo si capisce subito le due tattiche degli allenatori, il Cagliari di Semplici affronta la partita con l’intento di difendere e portare via almeno un punto, infatti, in campo si vede un 4-5-1, mentre dall’altra parte il Napoli deve tentare di fare la partita e scardinare il muro cagliaritano. Dopo una prima fase di gioco, dove i partenopei iniziano a lavorare ai fianchi della difesa sarda, al minuto 13 si sblocca il risultato, Demme lavora un buon pallone per Insigne, il capitano vede l’inserimento di Osimhen e offre un buon filtrante alto, il nigeriano difende la posizione dalla marcatura di Godin e batte Creago per il vantaggio azzurro. L’atteggiamento del Cagliari non cambia nemmeno dopo lo svantaggio, gli azzurri conducono il gioco mentre il Cagliari continua a difendere e sperare in un errore difensivo della retroguardia partenopea. Alla mezzor’ora si squotono i sardi, Nainggolan sfugge alla marcatura e si invola verso la porta, palla a Zappa che crossa per Pavoletti, un rimpallo fa carambolare la sfera sui piedi di Zappa che calcia di prima e colpisce il palo. Gli ospiti iniziano a crederci di piĂą, ma la squadra di Gattuso riesce a contenere i tentativi degli avversari. Si arriva a 3 minuti dal termine del primo tempo, i sardi sfiorano il pareggio per la seconda volta, cross perfetto di Lykogiannis per Pavoletti, l’ex Napoli prende il tempo a Koulibaly e impatta di testa, Meret riesce a deviere e sulla ribattuta si avventa Nandez che a botta sicura colpisce Meret. Finisce il primo tempo con gli azzurri in vantaggio, ma i due squilli del Cagliari devono dare una scossa al Napoli per cercare il raddoppio.

Secondo tempo, Napoli furioso in campo, parte fortissimo la squadra di Gattuso che in pochissimi minuti una serie di occasioni da gol, prima Osimhen si divora il raddoppio con un colpo di testa a 2 metri dalla porta, poi Demme da fuori area colpisce una clamorosa traversa, poi il gol annullato ad Osimhen, il nigeriano a detta del direttore di gara, commette fallo sull’ultimo uomo Godin prima di presentarsi a tu per tu con Cragno e batterlo, le immagini evidenziano un tocco di Osimhen così forte da non riuscire ad uccidere neppure una mosca. Il Napoli ci prova ma spreca troppo, come nell’ultima partita contro il Torino, diventano troppe le occasioni da gol non finalizzate dagli azzurri. Grave tenere una squadra come il Cagliari in partita fino alla fine, troppe le occasioni sprecate che portano ai minuti di recupero con la distanza tra le due squadre di un solo gol, complice anche un arbitraggio, tra i peggiori, di Fabbri che in piĂą occasioni si perde falli fondamentali e gialli non dati. All’ultimo minuto arriva la beffa, il Cagliari con un lungo lancio, il cosiddetto lancio della speranza, trova la dormita di Hysaj che non chiude su Nandez il quale con un colpo fortuito, trova il golo sul primo palo. Seconda beffa nei minuti finali per il Napoli, dopo il Sassuolo anche con il Cagliari si buttano 2 punti fondamentali, troppo spreconi i ragazzi di Gattuso e a differenza delle ultime prestazioni, le insufficienze in questo match sono molteplici.

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, tre punti fondamentali conquistati contro la seconda in classifica, decide un gol di Politano che rilancia il Napoli in classifica, 10 punti nelle ultime 4 partite e zona Champions a -2 con una partita in meno. Gli azzurri arrivano alla...

Dodici puntate alla fine del romanzo

Dodici puntate alla fine del romanzo

Gattuso deve guidare il Napoli alla conquista di un posto in Europa, possibilmente in Champions League Cessate le antiche turbolenze, dimenticati - per ora - i velenosi e traditori contatti del presidente con altri allenatori dopo la “fatal” Verona, e stoppate...

Il gap italiano con i top club europei

Il gap italiano con i top club europei

Le notti d’ Europa, nonostante i progressi e la strada della gioventù intrapresa da Mancini con la sua nazionale, hanno confermato il gap ancora esistente tra i nostri top club e i club europei, anche quelli di non primissimo livello, come hanno dimostrato...

Il Napoli e le cessioni, quanti errori

Il Napoli e le cessioni, quanti errori

In questi anni mandati via giocatori che sarebbero invece tornati molto utili Il Napoli in questi ultimi anni non è stato sempre avveduto in fase di mercato. Ci sono su piazza e perfettamente impiegati tanti calciatori, acquistati e non valutati correttamente, che...

Haaland, che rimpianto per Adl

Haaland, che rimpianto per Adl

Il centravanti norvegese fu trattato per primo dal Napoli, ma chiedeva uno stipendio troppo alto L’occasione della vita sprecata. Un rimpianto senza fine: il Napoli avrebbe potuto acquistare per una cifra diciamo quasi irrisoria il fuoriclasse del presente e del...

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna, doppietta del capitano azzurro che apre le marcature e nel momento in cui la squadra di Mihajlovic la riapre, il magnifico si carica i suoi sulle spalle e firma il definitivo 3 a 1. -Insigne trascina il Napoli- Dimenticare...

Napoli, serve la testa giusta

Napoli, serve la testa giusta

Contro il Bologna gli azzurri devono sbloccare al più presto il risultato Assistendo tra l’incredulo e lo sconcertato al finale di Sassuolo-Napoli ho pensato subito al lapidario giudizio che Mourinho dette di Balotelli: “Ha un solo neurone che gli funziona a...

La Lega Calcio allo sfascio

La Lega Calcio allo sfascio

Il caso-Napoli non ha insegnato nulla ai presidenti delle società. Ci ricascano con il Torino L’atteggiamento della Lega Calcio sulla vicenda Lazio-Torino è davvero imbarazzante. Lascia interdetti. Come è possibile che il mondo del calcio, nella sua versione...

Koopmeiners, idea per il centrocampo del futuro

Koopmeiners, idea per il centrocampo del futuro

Ci sono momenti nella vita, nei quali comprendi che qualcosa si è rotto. Qualcosa in cui credevi, qualcosa che ti ha portato tanto vicino al successo memorabile che quasi te lo senti addosso. La sconfitta, pardon, il pareggio subito a Reggio, a partita praticamente...

Il Napoli ritrova Dries e si aggiudica il derby

Il Napoli ritrova Dries e si aggiudica il derby

Il Napoli ritrova Dries e si aggiudica il derby, il belga firma il vantaggio, mentre il raddoppio è un gol su deviazione decisiva di Politano. Il Napoli ritrova Dries per il derby con il Benevento, i titolari sono: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Ghoulam;...

Atalanta-Napoli: azzurri ancora sconfitti a Bergamo

Atalanta-Napoli: azzurri ancora sconfitti a Bergamo

Atalanta-Napoli: azzurri ancora sconfitti a Bergamo, i ragazzi di Gattuso ne incassano 4 dalla Dea e la zona champions si allontana. Atalanta-Napoli, match che si ripete a distanza di 11 giorni gli azzurri hanno affrontato la Juventus e il Granada dopo la sconfitta di...

Napoli, la Champions non aspetta

Napoli, la Champions non aspetta

I continui passi falsi degli azzurri allontanano l’obiettivo del quarto posto. Serve continuità nei risultati Nemmeno il tempo di assaporare la gioia della vittoria contro la Juve, che il Napoli ripiomba nell’oblio. Questa sera la tecnica: “aspettiamo l’episodio...

Un Napoli decimato batte i campioni d’Italia

Un Napoli decimato batte i campioni d’Italia

Un Napoli decimato batte i campioni d'Italia, con un gol di Insigne che scaccia i fantasmi dei tre errori precedenti contro i bianconeri e fa 100 con la maglia azzurra. Un Napoli decimato batte i campioni d'Italia -Alla vigilia di questa partita nessuno avrebbe...

Noi umilmente lo avevamo detto

Noi umilmente lo avevamo detto

Una rosa incompleta per gli esterni e i centrali. Ed ora il Napoli piange Il 17 ottobre, quattordici giorni dopo la chiusura del mercato, questo giornale aveva avanzato pesanti dubbi sulla validitĂ  della campagna acquisti. Rimanevano scoperti settori nevralgici,...

Non sarĂ  mai solo una partita

Non sarĂ  mai solo una partita

La sfida con i bianconeri è molto più che una semplice gara di campionato Sabato, per la prima volta allo stadio Diego Armando Maradona, andrà in scena Napoli-Juventus. La gara contro la “Vecchia signora” non è una gara qualsiasi, il popolo napoletano la vive in...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te