Il Napoli ci ricasca, gol all’ultimo respiro del Cagliari 1-1

da | Mag 2, 2021 | Calcio Napoli

Il Napoli ci ricasca, ospiti in gol all’ultimo minuto, pari amaro per gli azzurri che hanno sprecato troppo e alla fine perso altri due punti fondamentali.

Il Napoli ci ricasca – Rispetto alla partita con il Torino, sono poche le novità dal primo minuto per gli azzurri: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Demme, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano, Insigne, Osimhen.

Inizia il match, dai due schieramenti in campo si capisce subito le due tattiche degli allenatori, il Cagliari di Semplici affronta la partita con l’intento di difendere e portare via almeno un punto, infatti, in campo si vede un 4-5-1, mentre dall’altra parte il Napoli deve tentare di fare la partita e scardinare il muro cagliaritano. Dopo una prima fase di gioco, dove i partenopei iniziano a lavorare ai fianchi della difesa sarda, al minuto 13 si sblocca il risultato, Demme lavora un buon pallone per Insigne, il capitano vede l’inserimento di Osimhen e offre un buon filtrante alto, il nigeriano difende la posizione dalla marcatura di Godin e batte Creago per il vantaggio azzurro. L’atteggiamento del Cagliari non cambia nemmeno dopo lo svantaggio, gli azzurri conducono il gioco mentre il Cagliari continua a difendere e sperare in un errore difensivo della retroguardia partenopea. Alla mezzor’ora si squotono i sardi, Nainggolan sfugge alla marcatura e si invola verso la porta, palla a Zappa che crossa per Pavoletti, un rimpallo fa carambolare la sfera sui piedi di Zappa che calcia di prima e colpisce il palo. Gli ospiti iniziano a crederci di più, ma la squadra di Gattuso riesce a contenere i tentativi degli avversari. Si arriva a 3 minuti dal termine del primo tempo, i sardi sfiorano il pareggio per la seconda volta, cross perfetto di Lykogiannis per Pavoletti, l’ex Napoli prende il tempo a Koulibaly e impatta di testa, Meret riesce a deviere e sulla ribattuta si avventa Nandez che a botta sicura colpisce Meret. Finisce il primo tempo con gli azzurri in vantaggio, ma i due squilli del Cagliari devono dare una scossa al Napoli per cercare il raddoppio.

Secondo tempo, Napoli furioso in campo, parte fortissimo la squadra di Gattuso che in pochissimi minuti una serie di occasioni da gol, prima Osimhen si divora il raddoppio con un colpo di testa a 2 metri dalla porta, poi Demme da fuori area colpisce una clamorosa traversa, poi il gol annullato ad Osimhen, il nigeriano a detta del direttore di gara, commette fallo sull’ultimo uomo Godin prima di presentarsi a tu per tu con Cragno e batterlo, le immagini evidenziano un tocco di Osimhen così forte da non riuscire ad uccidere neppure una mosca. Il Napoli ci prova ma spreca troppo, come nell’ultima partita contro il Torino, diventano troppe le occasioni da gol non finalizzate dagli azzurri. Grave tenere una squadra come il Cagliari in partita fino alla fine, troppe le occasioni sprecate che portano ai minuti di recupero con la distanza tra le due squadre di un solo gol, complice anche un arbitraggio, tra i peggiori, di Fabbri che in più occasioni si perde falli fondamentali e gialli non dati. All’ultimo minuto arriva la beffa, il Cagliari con un lungo lancio, il cosiddetto lancio della speranza, trova la dormita di Hysaj che non chiude su Nandez il quale con un colpo fortuito, trova il golo sul primo palo. Seconda beffa nei minuti finali per il Napoli, dopo il Sassuolo anche con il Cagliari si buttano 2 punti fondamentali, troppo spreconi i ragazzi di Gattuso e a differenza delle ultime prestazioni, le insufficienze in questo match sono molteplici.

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.   Il Napoli ritorna a sorridere - Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa...

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti - Petagna titolare e una squadra predisposta all'attesa e al contropiede: cosi il tecnico ha vinto il big match con il Milan. E sul gol di Kessie... La mossa di Spalletti - Nella gelida Milano, il Napoli di Spalletti ridimensionato dalle...

I due miracoli di Spalletti

I due miracoli di Spalletti

Rrahmani e Lobotka: Gattuso li aveva ignorati e sembravano due giocatori persi alla causa del Napoli (e di Adl) Rino Gattuso a Napoli non è stato fortunato. In fondo all’ultima giornata di campionato per un misero gol ha perso il quarto posto e la qualificazione...

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Nonostante infortuni e sfortuna la squadra recrimina per i cinque punti persi con Verona ed Empoli È davvero in fase calante il Napoli o gli ultimi risultati negativi sono solo colpa degli infortuni a ripetizione dei suoi giocatori chiave? Spalletti, in verità, non ha...

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Una frana. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis passa per un grade comunicatore. Ma in questi ultimi giorni, vittima del suo stesso narcisismo, l’ha fatta veramente grossa. Ha inanellato una serie di dichiarazioni che oltre a portare scompiglio nel mondo del...

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà, gli azzurri vincono per 3 a 2 ma non basta per evitare i sedicesimi di finale. Napoli-Leicester festa a metà - Serata di tempesta al Maradona, il Napoli costretto a vincere contro il Leicester per sperare di passare il turno da primo,...

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli, 4-0 alla Lazio e primato solitario in classifica, Zielinski apre le marcature, poi Dries Ciro Mertens firma una straordinaria doppietta, poi Ruiz mette il sigillo nel secondo tempo. Nella notte per Diego riparte il Napoli -...

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l'Inter per 3-2. Azzurri in vantaggio con Zielinski ma si fanno rimontare dai padroni di casa, sul 3 a 1 entra Mertens che riapre la partita e sfiora il clamoroso pareggio allo scadere. Napoli: stop a San Siro, la squadra di...

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

La proposta di rinnovo al ribasso del patron del Napoli sembra un invito a chiudere dodici anni di storia Che futuro ci sarà per Lorenzo Insigne? Cosa sarà del condottiero della nazionale, leader e capitano del Napoli? Dopo il pareggio con il Verona e il flop con la...

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Torna l’allarme Covid in casa Napoli. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, dopo il consueto giro di tamponi della giornata di ieri,  Diego Demme sarebbe risultato positivo e attualmente asintomatico. Il centrocampista tedesco è già in isolamento...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te