Napoli, ripartono le visite guidate nella Galleria Borbonica

da | Apr 28, 2021 | Vivere Napoli

Finalmente, dopo mesi di stop, da Venerdì 30 aprile, ripartono le visite guidate nella Galleria Borbonica.  Gli enormi spazi e le altissime volte scavate nel tufo che la caratterizzano, consentono, senza alcun rischio,  il rispetto delle misure del Piano antiCovid e permettono di effettuare in piena sicurezza un affascinante viaggio nei cunicoli realizzati dai Borbone sotto la collina di Pizzofalcone.

Dopo gli speciali dedicati alla Galleria dai programmi di Alberto Angela e Roberto Giacobbo, anche Sky Arte, in questi giorni, sta mandando in onda uno spettacolare “speciale” che mostra questa opera unica al mondo in tutta la sua straordinaria bellezza.  Durante la puntata del programma “Italia Nascosta”, utilizzando la più recente tecnologia 3D, il presentatore britannico Alexander Armstrong e il professore Michael Scott consentono allo spettatore di esplorare le gallerie borboniche, una vera e propria esperienza di viaggio nel tempo attraverso cisterne romane che si sono trasformate in acquedotti nel XVII secolo, gallerie di fuga nel XIX secolo e infine rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale.

“Anche noi, dopo mesi di chiusure e di cassa integrazione per tutti quelli che lavorano grazie alla Galleria, abbiamo deciso di scommettere sulla riapertura, sperando che sia definitiva, sulla voglia di cultura dei napoletani e sul ritorno dei turisti. E’ uno sforzo organizzativo costoso e complicato ma, come sempre, l’amore per Napoli ci farà superare ogni difficoltà”. Ha dichiarato il Presidente della Galleria Borbonica, Gianluca Minin.

Per le visite guidate di tutti i percorsi previsti è obbligatoria la prenotazione e durante la visita bisognerà rispettare le regole previste, tra cui l’uso della mascherina ed il distanziamento fra i visitatori.

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Ancora un giovedì sera da sold out a Le Stanze a Capo Posillipo per una serata che sa abbinare al meglio grande musica e cibo. Due i protagonisti della serata: il Trio Balzano che ha allietato i presenti con la sua grande musica; e lo spaghetto al pesto di pomodori...

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

I giovedì sera di grande musica de Le Stanze di Giuliano Napoliello a Capo Posillipo proseguono con sempre maggiore successo. L’abbinamento musica e grande cucina funziona alla grande come dimostra l’ennesimo esaurito di ieri sera. Stavolta ad accompagnare i piatti...

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

Sabato 6 novembre con Sara Scarabino e Dj Pen in console e le spettacolari scenografie ispirate ai primi del Novecento e al Pop Surrealismo firmate da Daniele Ragosta e Davide Favetta Si scrive “Hop”, si legge party esclusivo e decisamente “sopra le righe”, che...

Al parco San Laise il festival del jazz

Al parco San Laise il festival del jazz

Al Parco San Laise (ex Base Nato di Bagnoli) si tiene, 13-14 e 15 settembre 2021, la terza edizione del SAN LAISE JAZZ. Anche quest’anno, grazie a Fondazione Campania Welfare che, con il sostegno dell’Assessorato all’istruzione e alle Politiche Sociali della Regione...

Stock Days, il commercio riparte

Stock Days, il commercio riparte

Mancano pochi giorni all'originale iniziativa lanciata dall'azienda partenopea Stock Napoli e sarà l’Holiday Inn del centro commerciale Vulcano Buono a Nola ad ospitarne la prima edizione. L'evento si chiama Stock Days ed è in programma dall’1 al 3 luglio (da...

A Villa Di Donato torna la musica live

A Villa Di Donato torna la musica live

È il primo appuntamento di musica live dopo il lockdown ed è in calendario giovedì 18 a Villa di Donato, dimora Settecentesca che sorge nel cuore “popolare” del Borgo di Sant'Eframo a Napoli: qui non ci si è dati per vinti e il calendario della quarta Stagione di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te