Musica e balli domenica in piazza Dante. Per un 25 aprile di liberazione dal Covid

da | Apr 20, 2021 | Primo piano

Festa  con musica e balli il 25 aprile in piazza Dante organizzata dal neonato movimento “Contropaura” nella ricorrenza  del 76° anniversario della Liberazione per offrire alla cittadinanza un’occasione catalizzatrice di energie positive che segni anche un momento di svolta per liberarsi dalle paure collegate al Covid,  nella speranza di affrancarsi dalla pandemia. All’evento (domenica dalle 11 alle 15) – di sostegno al comparto della cultura, dell’arte, dello spettacolo  tra i più danneggiati dalle restrizioni – è prevista la partecipazione di artisti noti e meno noti: non solo musicisti, ma anche attori; ballerini; imprenditori della notte (per le adesioni, in continuo aggiornamento, vedi pagina Facebook di “Contropaura”). E poi, chiunque coltivi un’arte, potrà portare con sé lo strumento per farla rivivere in piazza Dante…”. Eugenio Bennato ha subito espresso la sua solidarietà con un video.  La manifestazione  sarà trasmessa in video diretta da Radio Onda Web (www.ondawebradio.com).

Ballare insieme per esorcizzare la paura. E’ il primo evento “live” da oltre un anno a questa parte, la prima grossa manifestazione all’aperto con norme antiCovid  (bisognerà indossare la mascherina e mantenere il  distanziamento),  alla vigilia dell’avvio in Italia di un percorso graduale di riaperture.

Manifestazione organizzata da Nenne Martongelli, noto dj vinilico e fotografico, Hassan Black, promotore da decenni delle serate napoletane, e  Antonio Turco, creatore della trasmissione radiofonica “Vinyl Session” di Radio Onda. “Vorremmo essere di sostegno soprattutto alle categorie che in questi giorni si sono mobilitate per rivendicare il proprio diritto al lavoro e alla libertà”, dice Nenne. “Riempiremo di  colori e di sorrisi gli spazi di libertà che ci restano”,  ragiona  Hassan: “La paura abbassa le difese immunitarie e congela il pensiero, impedendo di trovare soluzioni.  E noi vogliamo esorcizzarla”. Per Antonio (Antù)  il “coprifuoco” sta  penalizzando  non solo gli addetti ai lavori ma anche chi di sera vorrebbe divertirsi. Tutti assicurano che il “rito propiziatorio” avverrà nel pieno rispetto delle norme antiCovid. E poi un “grazie” alla Questura, che ha riconosciuto il loro diritto di manifestare.

Tra i musicisti hanno “aderito” tra gli altri gli Almamegretta, Andrea Tartaglia, Marzouk Mejri dei Fanfara Station, Assia Fiorillo, Paolo Palopoli, Valerio Ruotolo dei Diatriba, Paolo “Batá” Bianconcini con Batalab e Batangoma, Tommaso Fichele, i rapper Gheto e Peppoh, i Chiodo Fisso, Lino Blandizzi, Pino Rosi e il gruppo dei Sambisti Napoletani nonchè Franco Di Bella, Simona Boo, Federa, i Tamambulanti Ensemble. Tra gli attori, Salvio Simeoli, Peppe Villa, Cristina Parovel, Luchino Lombardi e altri.

Il 25 aprile si festeggia la Liberazione dal nazifascismo poiché in questo giorno del 1945, su ordine del CNL (comitato di liberazione nazionale) dell’Alta Italia, scattò l’insurrezione contro l’occupazione tedesca e il regime fascista e molte zone del Nord furono liberate prima dell’arrivo degli anglo-americani (ma prima ancora era stata Napoli a cacciare gli oppressori, nelle “quattro giornate” 27-30 settembre 1943). E ora si spera che il Paese si unisca in una nuova stagione di speranza.

Riapriamo le nostre botteghe

Riapriamo le nostre botteghe

di Gianni Lepre L'esempio di Leonardo: dalla fiction su Rai Uno la strada da seguire per fronteggiare la crisi Il Leonardo televisivo proposto in prima serata da Rai Uno ha, tra i tanti altri meriti, ricordato a milioni di spettatori la figura di un artista grande,...

In Villa spunta il Museo del mare

In Villa spunta il Museo del mare

L’ex Circolo della Stampa “rinasce” dopo 22 anni dall’abbandono. Il fabbricato fu progettato da Canino La clamorosa notizia della “cessione” della villa comunale da parte di Palazzo San Giacomo all’Istituto Anton Dohrn (Il Mattino 21/3/21) - che avrà il compito di...

Ansaldo e il mitico re degli scoop

Ansaldo e il mitico re degli scoop

Quando il direttore del Mattino chiese a Salvatore Maffei di tradurgli le parole di Truman Quando Giovanni Ansaldo arrivò al “Mattino” si capì subito che in pochi sarebbero stati ammessi alla sua corte. Il direttore ligure seguiva le vie gerarchiche (vicedirettore,...

La Regione diventa “anziana”

La Regione diventa “anziana”

L’anniversario dei 50 anni di vita in una mostra fotografica curata con l’archivio dell’Ansa La Regione Campania sta diventando ormai “anziana”, come testimonia, in occasione dei 50 anni di vita, un libro fotografico edito dall’Ansa. Quando nacque, appunto mezzo...

Piazza Dante e gli umori della città

Piazza Dante e gli umori della città

Luogo di incontri, commerci, feste e proteste. Gli imprenditori storici, presidi di civiltà Napoli città teatro, e piazza Dante ne è uno dei più vivaci palcoscenici, “contenitore” che accoglie e rappresenta fatti e misfatti di una intera comunità. La lucida sintesi è...

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

In vigore da oggi il nuovo decreto di gennaio: spostamenti fra regioni vietati. Norme su palestre, musei, bar, visite in due, seconde case Entra in vigore oggi 16 gennaio 2021 il nuovo Dpcm che regola le norme anti-contagio per fronteggiare il Covid-19. Gli impianti...

Coronavirus, De Luca contro tutti

Coronavirus, De Luca contro tutti

Parla di zona rosé in Campania e attacca Di Maio, Zaia, de Magistris e gli ispettori. Sulla scuola dice: Non riapriamo senza sicurezza De Luca contro tutti. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nella consueta diretta Facebook in cui fa il punto sulla...

Benvenuti nella “zona rosé”

Benvenuti nella “zona rosé”

Vincenzo De Luca in questo ultimo periodo ha chiaramente smarrito la lungimiranza e la lucidità che lo avevano caratterizzato durante tutta la prima fase dell’epidemia. È un dato di fatto incontrovertibile, checché lui ne pensi, che ancora continua a negare l’evidenza...

Campania zona rossa

Campania zona rossa

Ci sono volute solo le inoppugnabili e terrificanti scene, alcune filmate di nascosto dai malati, che certificavano il disastro del sistema sanitario ed ospedaliero della Campania per convincere il Governo, con colpevole ritardo, a decretare la Campania “zona rossa”....

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te