Conto pignorato, anziana in pericolo di vita costretta a fare causa alle Poste per poter ritirare la pensione

da | Apr 14, 2021 | Primo piano

Finirà davanti ad un giudice del tribunale di Torre Annunziata il calvario di una pensionata, come tanti utenti del sistema finanziario, che dopo un pignoramento si è vista bloccare dalle Poste l’intera pensione accreditata sul conto e da mesi non riesce più a prelevare neanche un euro “in violazioni di ogni diritto e principio di umanità” come sostenuto nel reclamo presentato dagli avvocati di Noi consumatori Angelo pisani e Simona Troncone che hanno denunciato la illegittima condotta di Poste Italiane, sempre più frequente nel sistema bancario, chiedendo lo sblocco del conto corrente sul quale l’anziana percepisce l’assegno pensionistico, che certo non può essere negato per i vari anni di durata della procedura.
“Qualsiasi tribunale non può che dare ragione alla pensionata ma è assurdo che per avere la pensione soprattutto in un periodo come questo di crisi e pandemia si debba entrare anche nel girone infernale della giustizia! Si tratta di per poter ritirare quanto occorre per sopravvivere e non pignorabile”  denuncia l’avvocato Angelo Pisani.

Non avendo sortito alcun effetto i pianti della signora e i reclami stragiudiziali  gli avvocati hanno presentato ricorso contro le Poste Italiane, chiedendo lo sblocco immediato del conto corrente sul quale l’anziana donna percepiva l’assegno pensionistico e che è bloccato a cause del pignoramento di un creditore,

rimarcando come l’ingiustizia subita dalla propria assistita può avere conseguenze drammatiche e pericolose .
Già da due mesi, infatti, la malcapitata utente che ha bisogno del denaro anche per far fronte a spese mediche quotidiane non ha potuto prelevare un solo euro. In tasca non le sono rimasti neanche i soldi per mangiare né tantomeno per poter acquistare i costosi farmaci salvavita che le occorrono, Questo perché anche i 600 euro al mese versati dall’Inps sul suo conto postale a dire della cassiera risultano inglobati in un pignoramento presso terzi esercitato da un creditore, nonostante l’articolo 545 del Codice civile, riformato di recente dal decreto legge numero 83 del 2015, preveda che “le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell’assegno sociale aumentato della metà”
Ad oggi però nonostante il reclamo la pensione non è stata ancora corrisposta e dallo sportello postale nessuna risposta.
“La nostra cliente chiederà il risarcimento dei danni causati dal blocco illegittimo del conto e speriamo n una sentenza esemplare che possa evitare errori ed abusi  a tanti altri utenti” commentano gli avvocati, allertando le Poste che non hanno saputo gestire il conto corrente bloccandolo.
Gli avvocati intanto per evitare gesti estremi della disperata pensionata sono pronti ad impugnare il blocco del conto attraverso il ricorso all’ex articolo 700, una misura cautelare con funzione anticipatoria della decisione di merito per ottenere  un’ordinanza attraverso la quale garantire un po’ più velocemente tutela alla malcapitata pensionata.
Suor Orsola parla le “lingue” del lavoro

Suor Orsola parla le “lingue” del lavoro

di Giovanni Basile Innovazione didattica e placement dei laureati: la soddisfazione degli studenti dell’Ateneo napoletano La laurea conseguita all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli risulta più efficace del 15% rispetto alla media nazionale. È quanto emerge...

E a Salvator Rosa i secchi ormai sono “decori”

E a Salvator Rosa i secchi ormai sono “decori”

Non appena piove a Napoli, nella stazione Salvator Rosa della Linea 1 della metropolitana, spuntano diversi secchi che vengono posizionati dal personale dell’Anm per raccogliere l’acqua piovana che cade dall’alto e arriva fino alla banchina. I secchi ormai sono...

La prima metro al mondo chiusa per umidità

La prima metro al mondo chiusa per umidità

Stop alla stazione Università fino al 15 ottobre. Pavimentazione da sostituire: “materiale non idoneo” A poco più di 11 anni dall’inaugurazione la stazione metropolitana di piazza Bovio necessita di 4 mesi di lavori per sostituire le “pregiate pavimentazioni” con un...

Napoli e la “deriva americana”

Napoli e la “deriva americana”

Finora esente dagli assalti a sfondo razziale che partono dai ghetti (come avvenuto il 2 giugno nel Milanese) L’escalation di risse, pestaggi, accoltellamenti, ragazzini che puntano le pistole contro le forze dell’ordine, ha fatto parlare di “deriva americana” a...

Una Cittadella universitaria da Oscar

Una Cittadella universitaria da Oscar

Da Leonardo Di Costanzo a Nicola Giuliano: straordinario successo ai David di Donatello 2022 per i “Grandi Maestri” del Cinema dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli Si può ormai definire una formazione accademica ‘da Oscar’ quella dell’Università Suor Orsola...

E ora il “branco” va in spiaggia…

E ora il “branco” va in spiaggia…

Non bastava la mala-movida. Ancora gravi i due minorenni accoltellati a Marechiaro. Il mare negato Non bastava la mala-movida notturna, adesso con l’arrivo della bella stagione c’è da fronteggiare anche la violenza collegata all’afflusso alle località balneari,...

Napoli, il futuro è da inventare

Napoli, il futuro è da inventare

Il terzo posto non può diventare il punto di arrivo per una società ambiziosa e per tifosi appassionati Sarà il Milan o l’Inter a fregiarsi del triangolino tricolore ai tifosi del Napoli interessa poco. La delusione, nonostante il terzo posto e la qualificazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te