Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

da | Apr 11, 2021 | Cronaca

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il tratto di piazza, posto tra viale Michelangelo e salita Cacciottoli, è stato completamente liberato.

 

Al riguardo, poco prima delle ultime festività natalizie, lo stesso Capodanno, intervenendo per l’ennesima volta sulla vicenda, aveva scritto provocatoriamente una lettera a Babbo Natale chiedendogli di adoperarsi affinché la piazza in questione, dopo tanti anni, nel corso dei quali la fruizione  per i cittadini e per le attività in essa presenti era stata limitata dalla presenza del cantiere in questione, peraltro da tempo abbandonato e in pessime condizioni manutentive, finalmente, venisse completamente restituita ai cittadini.

“A novembre dell’anno scorso  – ricostruisce Capodanno -, dopo una lunga battaglia giudiziaria, il Consiglio di Stato aveva messo la parola fine al progetto che prevedeva, in base a una convenzione stipulata nel lontano 2013, la realizzazione, da parte di una società privata, di 153 box auto sotto la suddetta piazza. A quel punto ci si auspicava che finalmente,  dopo tanto tempo, partissero immediatamente i lavori per eliminare il cantiere installato per la realizzazione del parcheggio interrato, con il ripristino della pavimentazione, restituendo così alla piena fruibilità l’area transennata. Peraltro, all’indomani della sentenza – aggiunge Capodanno -, sugli organi d’informazione era comparsa la notizia sulla diffida che il Comune di Napoli aveva inoltrato affinché la ditta incaricata provvedesse allo sgombero delle aree interessate dal cantiere, ripristinando, nel contempo, lo stato dei luoghi. Nell’occasione si apprendeva pure che il Comune di Napoli, in caso di ulteriori ritardi, avrebbe provveduto autonomamente al ripristino. Poi finalmente, agli inizi di gennaio  – sottolinea Capodanno -, dopo quasi due mesi da quegli annunci, il Comune di Napoli avviò i lavori di ripristino necessari per liberare  l’area occupata dal cantiere, aprendo il cuore alla speranza che finalmente si procedesse, in tempi rapidi, a ripristinare lo stato quo ante. Invece ci sono voluti tre lunghi mesi – puntualizza Capodanno – durante i quali i lavori sono andati avanti con una lentezza esasperante. Un tempo, quello impiegato, che presumibilmente avrebbe consentito la riqualificazione dell’intera piazza invece che delle poche decine di metri del cantiere. Ma adesso finalmente un primo risultato, quello di liberare la piazza dal cantiere, è stato ottenuto. Ma le battaglie non finiscono qui. Da domani – annuncia Capodanno – riprenderemo l’impegno affinché l’amministrazione comunale vari, in tempi rapidi, un idoneo progetto  che riguardi i  lavori di restyling dell’intera piazza, in modo da  donarle una nuova veste più bella ed elegante, evitando che rimanga terra di nessuno, con auto parcheggiate un poco dovunque”

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

I militari della Stazione Carabinieri di Monteruscello, in esito a una perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo a seguito di una denuncia sporta dai genitori di un minore presso la Stazione di Palermo Borgo Nuovo, hanno tratto in...

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Martedì scorso gli agenti del Commissariato San Ferdinando, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti all’interno della stazione metropolitana di piazza Amedeo per la segnalazione di una tentata rapina commessa da un uomo armato di un coccio di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te