Toledo non sarà più la stazione metro più bella del mondo: cede lo scettro a Duomo

da | Apr 10, 2021 | Primo piano

La stazione della metro di Toledo si appresta a perdere lo scettro di stazione più bella del mondo. E lo perderà cedendolo ad un’altra stazione della metro di Napoli, quella di Duomo, che sarà inaugurata a luglio prossimo dopo una lunghissima attesa causata dalle difficoltà sorte durante i lavori per il reperimento di veri e propri tesori archeologici.

Il progetto della stazione è firmato dall’archistar Massimiliano Fuksas, che è stato coadiuvato dalla moglie Doriana Mandrelli. Fu presentato per la prima volta nel 2004, prima di trovare a otto metri di profondità il basamento di un tempio dei giochi Isolimpici risalente al I sec. d.C., una scoperta che ha stravolto radicalmente il piano iniziale. Anche dopo l’apertura della metropolitana, continueranno i lavori di recupero dell’antico monumento, che sarà visibile anche da fuori grazie alla speciale cupola trasparente ideata dai progettisti: si tratta di una struttura realizzata in acciaio corten e vetro e collocata in Piazza Nicola Amore, dove proprio nei giorni scorsi si è avviata una nuova riorganizzazione del traffico.

Il concetto che sta dietro al progetto della fermata Duomo è “una passeggiata da astronauta”, come l’ha definita Fuksas: chi accederà alla struttura potrà scendere nel sottosuolo – le banchine della metropolitana saranno a 40 metri di profondità – vivendo un viaggio particolare attraverso una serie di suggestivi pannelli di acciaio retroilluminati e intagliati che cambiano colore a seconda dei momenti della giornata e delle condizioni meteo esterne. La pavimentazione e le scale sono in travertino mentre la scala di uscita è in pietra lavica.

La stazione si sviluppa su quattro livelli e consentirà di ammirare lo splendido Tempio religioso ritrovato durante gli scavi, risalente al I secolo d.C., edificato dall’imperatore Augusto e dedicato al culto dei giochi isolimpici che si svolgevano proprio a Napoli, ritenuta all’epoca la città greca più a Occidente. Il tempio sarà visibile dall’esterno attraverso una copertura vetrata e un percorso indipendente dall’ingresso alla metropolitana. Le banchine, invece, si trovano a 40 metri di profondità e si raggiungono attraverso un percorso fatto di pannelli che cambiano colore richiamando i colori della giornata dall’alba alla notte.

I lavori della metro in questi giorni hanno fatto registrare anche un significativo passo in avanti sul tratto Poggioreale-Capodichino. La “talpa” è infatti arrivata a Poggioreale ed ha terminato così il complesso scavo della prima delle due gallerie della Linea 1, che collegano la stazione di Capodichino a quella di Poggioreale. Il collegamento tra le due stazioni è realizzato con due gallerie affiancate, ciascuna ad un unico binario. Quella completata è la prima delle due gallerie che hanno la lunghezza di 1 Km ciascuna e la macchina che le sta realizzando ha un diametro di  6,80 metri.  La macchina è stata ora rapidamente rimontata nel cantiere di Capodichino per ripartire con la realizzazione della seconda galleria di collegamento alla stazione di Poggioreale. Il termine delle operazioni di scavo della seconda galleria è previsto per la fine del 2021.

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

La chiusura della prima fase di preparazione al campionato suggerisce una prima serie di considerazioni e di rilievi. La parentesi di Dimaro ha confermato quanto già si sapeva sul carattere forte e carismatico del nuovo allenatore. È il suo grande pregio, unito alla...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

I giovani bombardati dal brutto e dal male che toglie la speranza. Genitori distratti, il silenzio degli scienziati L’omicida  sedicenne  ora racconta che sentiva la voce del diavolo,  turbato dalla serie  televisiva  “Lucifer”,  ma la razionalità dimostrata con i...

I giallorossi rivivono solo a Napoli

I giallorossi rivivono solo a Napoli

Pd e 5 Stelle uniti nel sostenere il candidato sindaco Manfredi. Ma ce la faranno a vincere? A Napoli si risperimenterà, per il momento caso unico in Italia, la coalizione Pd-5Stelle. Ricordate, è quell’alleanza tra forze assolutamente incompatibili, contro natura,...

Noemi e il murale della speranza

Noemi e il murale della speranza

“Street art” ideata dalla bambina che fu ferita in piazza Nazionale. No ai modelli negativi per i giovani Un messaggio di speranza partirà oggi da piazza Nazionale dove, salvo ritardi nell’erogazione dei permessi, nell’anfiteatro centrale sarà disegnato un murale per...

Gattuso da incapace a fenomeno

Gattuso da incapace a fenomeno

Come i media napoletani hanno trattato l’allenatore protagonista di una stagione fra luci e ombre C’è una sorta di schizofrenia dell’informazione sportiva che atavicamente si accompagna al cammino del Napoli Calcio. E mai come in questo frangente essa si è palesata...

Italia tutta gialla si torna a vivere

Italia tutta gialla si torna a vivere

Indice rt in discesa: da lunedì in tutte le regioni sarà possibile sedersi in bar e ristoranti Si torna a vivere. Come prima e più di prima. Stando attenti a non commettere l’errore di creare inutili assembramenti e circolare senza mascherine, ovviamente. Dopo la...

Voglia di tornare in campo

Voglia di tornare in campo

di Cinzia Rosaria Baldi* Il 26 aprile è stato  il giorno più atteso da adulti e ragazzi:  a Napoli è ripresa l'attività sportiva anche di contatto ma all'aperto. Un sospiro di sollievo per i tanti amanti del calcetto e dello sport amatoriale in generale, ma...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te