A Serena Rossi il premio Civicrazia per le eccellenze napoletane del 2021

da | Apr 10, 2021 | Cultura&Spettacolo, Primo piano

È l’attrice, cantante, conduttrice televisiva e doppiatrice napoletana Serena Rossi la vincitrice della XII edizione del premio “Napoli per l’eccellenza 2021 – Civicrazia”, l’iniziativa promossa dall’associazione “Il Ponte della Civicrazia” fondata (nel 1992) e presieduta da Lucia Tilena D’Amico.
Il premio, nato nel 2010 da un’idea di Lucia d’Amico Tilena per dar lustro alla cultura civicratica della città partenopea, rende omaggio a chi, a Napoli e per Napoli, ha fatto dell’eccellenza un obiettivo costante del proprio lavoro.
L’edizione 2021 premia Serena Rossi che semplice e comunicativa – dall’esordio teatrale in C’era una volta…Scugnizzi alla soap opera Un posto al sole con la quale si è consacrata all’attenzione del grande pubblico sino ai più recenti successi della fiction Rai “Mina Settembre” e della trasmissione “Canzone segreta” – con la sua professionalità porta alto e avanti il nome di Napoli.
Ogni anno, con il Patrocinio del Presidente emerito della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e dell’Università degli studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, il premio “Napoli per l’eccellenza civicrazia” conferisce il prezioso riconoscimento – la stella civicratica – a personalità d’eccezione che hanno mostrato un particolare impegno in ambito etico e civile e che si sono distinte nel campo artistico-culturale per aver promosso l’immagine partenopea in tutto il mondo.
Tra i premiati delle edizioni precedenti, nomi illustri del panorama artistico e culturale italiano quali:
Carla Fracci (direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma); Marina Confalone  (attrice); Luca Verdone  (regista); Antonello Cascone   (direttore d’orchestra); Renato Francesconi  (cantante lirico);  Roberto Vona  (docente universitario); Clementina Gily   (docente universitario); Claudia Cardinale (attrice); Annamaria Akermann (attrice); Giorgio Albertazzi (attore); Ruggero Cappuccio (drammaturgo e scrittore); Pasquale Squitieri (regista); Iaia Forte (attrice); Pino de Maio (cantautore); Lina Sastri (attrice); Ugo Gregoretti(regista); Susanna Pescetti (direttore d’orchestra);  Francesco Antonio Grana (giornalista vaticanista); Dario Candela (pianista); Isa Danieli (attrice); Lina Wertmüller (regista); Giancarlo Giannini (attore); Giovanni Esposito (attore); Ilaria de Laurentiis (attrice); Gianpaolo Morelli (attore), Riccardo Zamuner (violinista); Mimmo Liguoro (giornalista), Ugo Gregoretti (regista), Lina Sastri (attrice), Titta Fiore (giornalista),
Antonello Perillo (giornalista), Monica Leone (musicista); Peppe Barra (attore), Tosca D’Aquino (attrice), Maurizio De Giovanni (scrittore), Aurelio De Laurentiis (produttore cinematografico), Ermanno Corsi (giornalista) Alessandro Preziosi (attore), Franca Abategiovanni (attrice), Gea Martire (attrice), Daniela Fontana (arpista), Andrea Ballabio (medico, docente universitario), Cristina Donadio (attrice), Claudio Di Palma (attore e regista), Dino Falconio, (notaio, scrittore), Maria Gabriella Mariani (pianista, compositrice), Pierlorenzo Bassetti e Marco Gambedotti (stilisti di moda) Raffaele Cantone (magistrato presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione), Gianluigi Condorelli (medico e professore universitario direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell’Humanitas Research Hospital), Ida di Benedetto (attrice), Salvatore Piscicelli (regista), Claudio Gison (musicologo), Annarita Gemmabella (cantante lirica), Francesco Piccinini (giornalista), Enrico Angelozzi e Alfonso Avitabile (musicisti), Gennaro Annunziata (stilista moda uomo), Alessia Guerriero (per la composizione poetica).
Voglia di tornare in campo

Voglia di tornare in campo

di Cinzia Rosaria Baldi* Il 26 aprile è stato  il giorno più atteso da adulti e ragazzi:  a Napoli è ripresa l'attività sportiva anche di contatto ma all'aperto. Un sospiro di sollievo per i tanti amanti del calcetto e dello sport amatoriale in generale, ma...

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

Adolescenti in ansia da rientro

Adolescenti in ansia da rientro

di Cinzia Rosaria Baldi * A scuola tra confusione e perplessità Attenzione a tutto campo in questi giorni sul rientro a scuola, a lungo desiderato dagli adolescenti ma alla fine risultato difficile. I ragazzi hanno trascorso troppi mesi chiusi in casa, hanno potuto...

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Riapertura scuole in Campania, 40 nuovi bus in più a Napoli

Riapertura scuole in Campania, 40 nuovi bus in più a Napoli

Sono 40 i bus che Anm mette in campo da questa mattina per rispondere subito alle esigenze di trasporto degli studenti e dei docenti per la riapertura di tutte le scuole di Napoli. L'azienda mobilità aveva preparato per tempo il piano di rientro che scatta oggi con la...

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te