A Serena Rossi il premio Civicrazia per le eccellenze napoletane del 2021

da | Apr 10, 2021 | Cultura&Spettacolo, Primo piano

È l’attrice, cantante, conduttrice televisiva e doppiatrice napoletana Serena Rossi la vincitrice della XII edizione del premio “Napoli per l’eccellenza 2021 – Civicrazia”, l’iniziativa promossa dall’associazione “Il Ponte della Civicrazia” fondata (nel 1992) e presieduta da Lucia Tilena D’Amico.
Il premio, nato nel 2010 da un’idea di Lucia d’Amico Tilena per dar lustro alla cultura civicratica della città partenopea, rende omaggio a chi, a Napoli e per Napoli, ha fatto dell’eccellenza un obiettivo costante del proprio lavoro.
L’edizione 2021 premia Serena Rossi che semplice e comunicativa – dall’esordio teatrale in C’era una volta…Scugnizzi alla soap opera Un posto al sole con la quale si è consacrata all’attenzione del grande pubblico sino ai più recenti successi della fiction Rai “Mina Settembre” e della trasmissione “Canzone segreta” – con la sua professionalità porta alto e avanti il nome di Napoli.
Ogni anno, con il Patrocinio del Presidente emerito della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e dell’Università degli studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, il premio “Napoli per l’eccellenza civicrazia” conferisce il prezioso riconoscimento – la stella civicratica – a personalità d’eccezione che hanno mostrato un particolare impegno in ambito etico e civile e che si sono distinte nel campo artistico-culturale per aver promosso l’immagine partenopea in tutto il mondo.
Tra i premiati delle edizioni precedenti, nomi illustri del panorama artistico e culturale italiano quali:
Carla Fracci (direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma); Marina Confalone  (attrice); Luca Verdone  (regista); Antonello Cascone   (direttore d’orchestra); Renato Francesconi  (cantante lirico);  Roberto Vona  (docente universitario); Clementina Gily   (docente universitario); Claudia Cardinale (attrice); Annamaria Akermann (attrice); Giorgio Albertazzi (attore); Ruggero Cappuccio (drammaturgo e scrittore); Pasquale Squitieri (regista); Iaia Forte (attrice); Pino de Maio (cantautore); Lina Sastri (attrice); Ugo Gregoretti(regista); Susanna Pescetti (direttore d’orchestra);  Francesco Antonio Grana (giornalista vaticanista); Dario Candela (pianista); Isa Danieli (attrice); Lina Wertmüller (regista); Giancarlo Giannini (attore); Giovanni Esposito (attore); Ilaria de Laurentiis (attrice); Gianpaolo Morelli (attore), Riccardo Zamuner (violinista); Mimmo Liguoro (giornalista), Ugo Gregoretti (regista), Lina Sastri (attrice), Titta Fiore (giornalista),
Antonello Perillo (giornalista), Monica Leone (musicista); Peppe Barra (attore), Tosca D’Aquino (attrice), Maurizio De Giovanni (scrittore), Aurelio De Laurentiis (produttore cinematografico), Ermanno Corsi (giornalista) Alessandro Preziosi (attore), Franca Abategiovanni (attrice), Gea Martire (attrice), Daniela Fontana (arpista), Andrea Ballabio (medico, docente universitario), Cristina Donadio (attrice), Claudio Di Palma (attore e regista), Dino Falconio, (notaio, scrittore), Maria Gabriella Mariani (pianista, compositrice), Pierlorenzo Bassetti e Marco Gambedotti (stilisti di moda) Raffaele Cantone (magistrato presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione), Gianluigi Condorelli (medico e professore universitario direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell’Humanitas Research Hospital), Ida di Benedetto (attrice), Salvatore Piscicelli (regista), Claudio Gison (musicologo), Annarita Gemmabella (cantante lirica), Francesco Piccinini (giornalista), Enrico Angelozzi e Alfonso Avitabile (musicisti), Gennaro Annunziata (stilista moda uomo), Alessia Guerriero (per la composizione poetica).
Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

La paura del vaccino? È irrazionale

La paura del vaccino? È irrazionale

di Alberto Vito * La contrapposizione del pensiero tra chi valuta la profilassi come una salvezza e chi è perplesso Nel nostro Paese è iniziata la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per le persone “fragili”, affette da patologie importanti, e a...

Non spaventate l’aggressore!

Non spaventate l’aggressore!

Criminalità “diffusa” e camorristica. Troppi giovani tra le vittime. È emergenza armi ed educativa Qualora vi aggredisse un uomo armato, state attenti a non spaventarlo, perché magari non ha alcuna intenzione di sparare ma, se fate qualche gesto che potrebbe...

Napoli, lavora e sogna!

Napoli, lavora e sogna!

Spalletti ha rivitalizzato un ambiente che sembrava in piena crisi dopo il Verona Convinto e determinato, diretto come mai e con il suo sguardo, a tratti luciferino, Luciano Spalletti si era presentato così da allenatore di un Napoli dell’anno zero dopo la delusione...

La missione del nuovo sindaco

La missione del nuovo sindaco

Tutti i compiti di Manfredi per riparare dieci anni di guasti Come sempre accade quando ci si appresta a scrivere un articolo affiora la necessità di riordinare preliminarmente le idee, prima di passare a “mettere penna su carta”. Ma mai come in questa circostanza...

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Manfredi, vittoria annunciata. E c’è un perché

Spentosi l’entusiasmo per la schiacciante vittoria di Gaetano Manfredi, neo sindaco di Napoli, appare opportuna, per non dire obbligatoria, una riflessione più serena sull’esito della competizione elettorale. Sine ira ac studio, avrebbe detto Tacito. Quindi più...

Allarme Covid nelle scuole

Allarme Covid nelle scuole

In una settimana 47 contagi negli istituti superiori Quattro morti e 348 positivi: sono i dati dell’ultimo giorno (venerdì 24 settembre) di rilevazione dell’andamento dell’emergenza Covid-19 in Campania. Dati che indicano che l’indice di contagio resta stabile al...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te