Spartafelix, è online l’innovativo progetto di Lello Arena e Luciano Melchionna

da | Apr 9, 2021 | Cultura&Spettacolo

Performance interattive che portano online la magia del rapporto tra artista e spettatore: è ispirata ad una visione innovativa, Spartafelix, la piattaforma digitale di intrattenimento ideata da Lello Arena e Luciano Melchionna che domenica 4 aprile, alle ore 15, ha fatto il suo debutto all’indirizzo www.spartafelixland.eu, registrando il sold out.

Messo a punto durante i ripetuti lockdown, il progetto si pone un duplice obiettivo. Da un lato, vuole essere un’immediata, ulteriore opportunità di lavoro per gli artisti da tempo costretti all’inattività. Dall’altro, vuole proporre una nuova modalità di fruizione del talento e della fantasia che, puntando sull’interazione, sfrutti appieno le potenzialità del mondo digitale per superare la logica passiva e fredda dello streaming.

“Spartafelix utilizza le tecnologie più avanzate per emozionare il pubblico con forme espressive inedite e ambiti di rappresentazione poco esplorati” hanno dichiarato Lello Arena e Luciano Melchionna “Il teatro non può fare a meno del pubblico in presenza, per questo motivo abbiamo cercato di rendere il più possibile ‘live’ e interattivo lo scambio creativo tra attori e spettatori, creando così, di volta in volta, una miscela emozionale unica e irripetibile: solo e soltanto su Spartafelixland si potrà vivere un’esperienza che rompa gli schemi e le regole dell’intrattenimento, come finora è stato inteso, ampliandone i confini di fruizione”.

COME FUNZIONA SPARTAFELIX

SpartaFelix avrà la forma di un sito internet, raggiungibile sia in modalità desktop che mobile.

Digitando l’indirizzo www.spartafelixland.eu, il pubblico atterrerà su una pagina di benvenuto dove conoscerà la peculiarità dell’iniziativa: assistere ad una performance realizzata ad hoc, sempre nuova e diversa, durante la quale si avrà la possibilità di interagire in tempo reale con l’artista che ne è interprete dal vivo.

Dopo essersi registrato, l’utente entrerà nel vivo del progetto accedendo ad una gallery dove scoprirà il cast di Spartafelix, in un menu impreziosito da foto e video di ogni artista e del tema che ispirerà la performance. Infatti, il ‘viandante’ – così si chiameranno i visitatori – potrà vedere un breve trailer di presentazione, cliccando sulla foto scelta. Potrà così farsi un’idea e decidere ciò che lo ispira di più.

Fatta la propria selezione e pagato un simbolico biglietto di 1 euro, all’orario scelto avrà inizio una performance di 15 minuti, che lo vedrà spettatore e protagonista allo stesso tempo, insieme ad altri ‘viandanti’. Ogni utente visualizzerà le performance sul proprio device, interagendo secondo i canoni tipici dei webinar o delle ormai diffusissime videocall.

L’attore protagonista della performance selezionata stimolerà e gestirà, come un jazzista, i momenti di interazione. Nei giorni seguenti, inoltre, l’utente potrà attivare l’opzione ‘replay’, presente sulla piattaforma, per rivedere la performance che lo ha visto coinvolto, potendo condividerne la visione sui propri canali social.

Le performance saranno fruibili in diretta tutti i giorni – tranne il lunedì: unica analogia con il teatro è appunto il giorno di riposo – dalle 15 alle 17 e dalle 22 a mezzanotte. Ogni giorno, invece, sarà possibile accedere alla piattaforma per conoscere il cast di Spartafelix, consultare il calendario dei personaggi e prenotare la partecipazione agli eventi preferiti, oltre che accedere, naturalmente, al proprio profilo, creato in occasione della registrazione.

IL CAST E IL PALINSESTO DI SPARTAFELIX

Protagonisti di Spartafelix saranno artisti professionisti di gran cuore e grande personalità, capaci con il loro estro di incantare le folle.

“Abbiamo svolto un lungo lavoro di preparazione per definire il cast, caratterizzare i personaggi da proporre e sviluppare i canovacci delle varie performance” hanno sottolineato Lello Arena e Luciano Melchionna “A fare la differenza, però, sarà la capacità degli attori di coinvolgere il pubblico: l’interazione farà di ogni spettacolo un atto unico irripetibile”.

Ogni attore gestirà e darà il titolo ad una ‘krypta’ – questo il nome del luogo digitale in cui si esibirà e ospiterà gli utenti. A mettersi in gioco saranno gli stessi creatori, in due kryptediverse: Lello Arena con la stanza “Dicitencello a Lello”: una sorta di sfogatoio, dove chiunque si potrà liberare delle proprie angosce trovando conforto in consigli terapeutici non convenzionali; dal canto suo, Luciano Melchionna metterà a frutto l’esperienza maturata con “Dignità Autonome di Prostituzione”, lo spettacolo portato con successo in giro per l’Italia e la Spagna, da ben 14 anni, affidando la guida delle ‘dignitose’ performance alla sua “Anya, prostituta slovacca” ovvero Betta Cianchini, oltre ad utilizzare lui stesso la Kryptaper provinare gli eventuali aspiranti ‘Spartiati’ – così si chiameranno gli artisti di Spartafelix.

Mille le sorprese che si annidano tra le krypte di Spartafelix,tutte assolutamente sorprendenti e straordinarie, ma qualche viandante/pioniere di ritorno dalla terra felice di Sparta sostiene – giurando e spergiurando – di aver incontrato Giorgia Trasselli, la famosa ‘tata’ di casa Vianello; Maria Bolignano, felice interprete di tanti personaggi comici televisivi, e uno dei più famosi ‘morti di Gomorra’ come Luciano Giugliano. “Non ve lo possiamo garantire ma ci sono tante altre storie leggendarie sugli incontri possibili a Spartafelix” anticipano Lello Arena e Luciano Melchionna.

LA MUSICA A SPARTAFELIX

Forte di una naturale vocazione multidisciplinare, Spartafelixdarà ampio spazio alla musica. Da segnalare, ad esempio, la krypta animata da Sabba, già vincitore di The winner is2017, che coinvolgerà gli utenti in originali music talks fatti di parole, suoni e suggestioni storiche, e quella in cui la cantante Emanuela Gabrieli, già scelta da Ferzan Ozpetek per il film Mine vaganti, sarà un vero e proprio juke-box vivente. Stesso discorso per la violinista H.E.R., al secolo Erma Castriota, che farà del suo talento e del suo percorso di vita il fulcro di conversazioni ad alto tasso emozionale. Da citare, poi, la partecipazione di Anfisa Letyago: a lei, dj siberiana cresciuta a Napoli, il compito di portare online le atmosfere della club music internazionale.

Il calendario delle performance disponibili su Spartafelixsarà aggiornato periodicamente, lasciando stabilmentespazio all’ingresso di nuovi artisti, e quindi nuovi temi e nuovi personaggi, sui quali Lello Arena e Luciano Melchionnacontinuano a lavorare incessantemente. Tutti gli artisticoinvolti riceveranno ovviamente compenso e contributiper le prestazioni rese.

L’INNOVATIVO PROFILO TECNOLOGICO DI SPARTAFELIX

Oltre che in termini artistici ed esperienziali, Spartafelix si caratterizza come progetto innovativo anche sotto il profilo tecnologico. Per il “debutto” e la prima fase di lancio si è scelto un sistema di hosting che consentirà di gestire fino a 2000 “viandanti” collegati in contemporanea. L’infrastruttura digitale, però, è stata realizzata con un modello scalabile che consentirà di allargare ulteriormente il numero di accessi simultanei.

L’interfaccia utente è stata progettata scrivendo e utilizzando alcuni software nativi per collegare in modo interattivo modalità di fruizione multimediali, conosciute e utilizzate su tutti i device oggi disponibili (smartphone, tablet, PC) attraverso le applicazioni di piattaforme mondiali.

“Ideare tecnologicamente, da un’idea artistica scritta nei dettagli e negli obiettivi finali desiderati da Lello Arena e Luciano Melchionna, immaginando come convogliare linee e attività di navigazione online già esistenti, attribuendo alle stesse nuove ed ulteriori modalità di utilizzo, per realizzare l’infrastruttura Spartafelix, è stata ed è una sfida affascinante, Anche considerando che noi tutti siamo ormai abituati a standard di fruizione molto veloci ed elevati, per quantità e qualità di informazioni  interattive” ha spiegato Mario Melchionna, web project manager e u.x. designer.

Insomma, Spartafelix è un atto di resilienza creativa che risponde alla desertificazione pandemica delle sale da spettacolo mettendo le opportunità tecnologiche al servizio dell’intrattenimento alto e coinvolgente. Un concetto che Lello Arena e Luciano Melchionna spiegheranno al pubblico nel corso di un evento che si svolgerà il 22 aprile alle ore 19.00 presso il flagship Glo di via Gorizia, 34 a Milano e che sarà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook e Instagram GloItalia.

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

’A Giunta vo’ affidà ê private ’o vverde d’ ’a Villa Cummunale Doppo paricchio tiempo, ’ncopp’ê giurnale napulitane se parlaancora d’ ’aVilla Cummunale. L’urdema volta fuje quanno ’o presidente De Luca facette chiudere parche e cciardine, comme si spannere ’o virusse...

Napoli celebra il “divin poeta”

Napoli celebra il “divin poeta”

La mostra “Divina Archeologia” a settembre al Mann ricorderà i 700 anni dalla morte di Dante In tutta Italia si celebrano quest’anno i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il “divin poeta” reso immortale dai versi della Divina Commedia. E non solo. Anche a...

La scuola dei giusti nascosti

La lettura di questa settimana riprende il genere della narrativa con un romanzo di formazione scritto da Marcello Kalowski, “La scuola dei giusti nascosti”, pubblicato lo scorso anno dalla casa editrice Besa. Due ragazzine sono le protagoniste che animano la storia,...

Un concerto per il principe

Un concerto per il principe

Ricordo in musica, on line, per i 250 anni dalla morte di Raimondo di Sangro La pandemia sta assestando un colpo durissimo alla cultura. Ma per fortuna non tutto tace. Sabato, stasera, alle 19.30 un concerto on line aprirà le celebrazioni per i 250 anni dalla morte di...

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

In libreria il volume di Paolo Mastromo che ripercorre l’epoca dei progetti e delle scienze meridionali Un ritorno alla storia rappresenta la lettura di questa settimana. Il saggio I Napoletani che hanno fatto grandi i Borbone è un piacevole libro di Paolo Mastromo,...

La storia di Bagnoli in una mostra online

La storia di Bagnoli in una mostra online

Era nata per essere allestita alla Casina Pompeiana, per poi essere convertita in progetto digitale a causa del perdurare della pandemia. E la storia di un sito attraverso centinaia di documenti, come le immagini del progetto utopistico redatto dall'urbanista...

Il corto contro il bullismo omofobo

Il corto contro il bullismo omofobo

“A modo mio” di Danilo Rovani, prodotto da Itinerari di Napoli, è ispirato ad una storia vera “A modo mio” è il cortometraggio di Danilo Rovani con Cosimo Alberti e Denise Capuano, prodotto da Itinerari di Napoli di Massimiliano Sacchetto e Carmela Autiero...

Arte e musica in streaming

Arte e musica in streaming

Sei testimonial d’eccezione per la rassegna del treatro Trianon Viviani “Suoni contro muri” Il Covid ha letteralmente paralizzato cinema e teatri. La cultura sta soffrendo più di tutti i settori (insieme al turismo) gli effetti letali della pandemia. Ma a Napoli c’è...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te