Nonostante una difesa da film horror, il Napoli batte il Crotone 4-3

da | Apr 3, 2021 | Calcio Napoli

Nonostante una difesa da film horror, il Napoli batte il Crotone 4-3 con gol di Insigne, Osimhen, Mertens e Di Lorenzo.

Difesa da film horror. Dopo la pausa per le nazionali, Gattuso in alcuni reparti deve effettuare delle scelte obbloigate, come tra i pali, Meret prende il posto di Ospina che siede in panchina ma non è al meglio, in difesa il posto dello squalificato Koulibaly lo prende Manolas, al fianco del difensore greco c’è Maksimovic, i terzini sono il solito Di Lorenzo e Mario Rui che viene preferito ad Hysaj, centrocampo con Bakayoko e Ruiz, Mertens prende il posto di Zielinski e in attacco Osimhen è supportato da Insigne e Politano.

Match che fin dai primi minuti di gioco vede il Napoli intento a trovare subito il gol del vantaggio, la squadra di Rino aggredisce alto il Crotone che cerca le ripartenze per provare ad impensierire Meret. Dopo svariati minuti di apnea per la squadra di Cosmi, dove gli azzurri sfiorano il gol prima con Bakayoko e poi con Insigne, al minto 19 gli ospiti subiscono anche gol, Di Lorenzo finta il cross e salta la marcatura, passaggio al bacio per Insigne che dal dischetto del rigore calcia di destro trovando la deviazione che spiazza Cordaz. Sulle ali dell’entusiasmo, il Napoli trova subito il raddoppio, bellissima azione che parte da Insigne, il capitano scarica per Ruiz al limite dell’area, lo spagnolo segue il movimento di Insigne che si inserisce,  cross al bacio che Lorenzo gira a volo per Osimhen il quale tutto solo deve solo poggiare la sfera in rete, molto bello il gol del raddoppio che incornicia 21 minuti di alta qualità del Napoli. Alla prima distrazione difensiva però gli azzurri subiscono il gol che accorcia le distanze, Bakayoko viene attaccato in modo falloso e perde palla, per il direttore di gara Di Martino è tutto regolare, la palla da Ounas che viene fermato dal recupero di Di Lorenzo, peccato per il passaggio maldestro di Manolas che regala palla al Crotone, cross per Simy che a volo batte Meret. Nove minuti più tardi gli azzurri rimettono la distanza di sicurezza nel risultato, punizione perfetta di Mertens che pesca il sette alla destra di Cordaz, per il 3 a 1. Si arriva all’intervallo, bel primo tempo della squadra di casa che comanda il gioco nei primi 45 minuti, peccato solo per la solita distrazione difensiva.

Inizia il secondo tempo, subito 2 cambi per gli ospiti e subito in gol, il Napoli scende in campo troppo molle e sugli sviluppi di un angolo mette fuori Osimhen, Messias rimette in area di testa, Manolas si dimentica completamente di Simy, l’attaccante de Crotone non si fa pregare e batte per la seconda volta Meret. Il match non è per niente chiuso, se è questo che pensava la squadra di Rino, anzi dovranno ancora sudare per conquistare tre punti. Come accaduto per ben due volte in questo match e purtroppo, tantissime volte in campionato, gli azzurri regalano anche il terzo gol al Crotone che pareggia senza nemmeno accorgersene, Maksimovic in controllo della palla in fase difensiva, si addormenta clamorosamente facendosi scippare da Messias il quale si invola verso Meret e lo batte per la terza volta. Il Crotone ritira i remi in barca e il Napoli rialza il baricentro, gli azzurri sfiorano il gol con Lozano entrato in campo al posto di Politano, dopo venti minuti di blackout sembra rivedere più grinta tra le fila azzurra. Minuto 72 nuovo vantaggio azzurro, Di Lorenzo fa tutto da solo, finta il cross rientra sul sinistro e batte Cordaz per la quarta volta. Dopo 3 minuti di recupero finisce la partita, stesso risultato di 10 anni fa quando il Napoli si impose per 4-3 sulla lazio di Reja.

Difesa da film horror quella azzurra, se l’attaccao sembra riuscire a trovare di più la via del gol, la difesa ha assolutamente bisogno di essere registrata, troppo molle ed orrori all’ordine del giorno. Quel che contava però erano i tre punti, nonostante le tante difficoltà che si sono creati gli azzurri in questo match, la vittoria è arrivata, la quarta consecutiva che allunaga la serie di risultavi postivi, una continuità che serve a questa squadra per aumentare l’autostima che solo un mese fa sembrava totalmente smarrita.

 

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te