L’appello della famiglia Mirabella: “Diteci dov’è il corpo di Maurilio, solo per portare un fiore”

da | Mar 17, 2021 | Cronaca

Esattamente undici anni fa, il 17 marzo del 2010, sull’isola honduregna di Roatan, scompariva in circostanze misteriose Maurilio Mirabella, istruttore di diving. Un vero e proprio giallo a cui neppure gli investigatori napoletani, in missione più volte sull’isola tropicale, hanno mai saputo dare una risposta.

Sulla scomparsa di Maurilio la stampa italiana ha dedicato intere pagine di quotidiani. La trasmissione “Chi l’ha visto” pure è intervenuta con numerose puntate. Ma del napoletano – che qualche anno prima di quel 17 marzo del 2010 si era trasferito sull’isola al largo dell’Honduras, sposando una donna del posto dalla quale aveva avuto due figli – non si sono mai trovate tracce. Numerose le ipotesi avanzate dalla polizia di Roatan. Ma nessuna è stata confermata dalle indagini.

La famiglia Mirabella non si è mai rassegnata. E si è sempre battuta affinchè la polizia, soprattutto quella italiana, potesse far luce su quella scomparsa. Oggi, però, a distanza di undici anni, le speranze che Maurilio sia vivo, sono quasi del tutto scomparse. Per questo lanciano un ultimo appello: “Chi sa parli. Vogliamo soltanto portare un fiore sul luogo dove ha cessato di vivere Maurilio. Sull’isola qualcuno deve sapere almeno dove è il suo corpo.  Ce lo faccia sapere. Anche in forma anonima. Solo così possiamo tentare di dare pace alle nostre anime”.

Cinzia Mirabella, attrice, sorella di Maurilio si fa portavoce della famiglia. Dice: “Le nostre vite sono ferme a quel maledetto giorno in cui ci venne detto, al telefono, che Maurilio aveva fatto perdere le proprie tracce. Non c’è stato giorno in cui non abbiamo sperato che venisse ritrovato. Vivo. Ma la ragione oggi ha preso il sopravvento. E vogliamo solo, con un fiore, onorare la sua morte. Ma vogliamo sapere dove portare questo fiore”.

 

“Sulla vicenda di mio fratello – dice ancora Cinzia Mirabella, che oltre ad attrice è anche regista – da più parti mi è stato sollecitato di realizzare la sceneggiatura di un film. Sarebbe un modo per riportare l’attenzione nuovamente su di lui. Forse lo farò “

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te