Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

da | Mar 13, 2021 | Cultura&Spettacolo

In libreria il volume di Paolo Mastromo che ripercorre l’epoca dei progetti e delle scienze meridionali

Un ritorno alla storia rappresenta la lettura di questa settimana. Il saggio I Napoletani che hanno fatto grandi i Borbone è un piacevole libro di Paolo Mastromo, da poco pubblicato per i tipi di Rogiosi, realtà editoriale molto interessante che dichiara di avere per obiettivo l’essere “veicolo della memoria comune”. Dichiarazione assai rilevante di questi tempi, e quantomai necessaria. Mai come ora, infatti, questa memoria si vede attaccata dalla vulgata nordofila che, dopo averci narrato una storia omissiva, ci invita all’ “oblio” o, in alternativa, ad accogliere smentite molto gridate …ma poco sostanziali. Il saggio di Mastromo sembra dunque attagliarsi perfettamente alla progettualità editoriale di farsi “memoria” con un focus appassionato su quella che fu l’età, per eccellenza, dei progetti e delle scienze. L’età dei lumi, quella che malgrado le grezze omissioni, per il Meridione coincide – anche nella sostanza – con l’evo borbonico. Evo che, anche a volerlo ignorare, ci parla attraverso grandi opere che mai più il meridione vide o, quanto meno, mai più vide dall’evo unitario in poi. Il libro rappresenta perciò l’ennesimo tassello per una feconda ricostruzione della verità – per alcuni – scomoda. Talmente scomoda da passare nel giro di pochi anni dalla plumbea indifferenza alla smentita gridata, in pompa magna, dalle grandi testate del Nord. Ma non è che se gridi più forte hai più ragione, pertanto l’onesto, documentato e piacevole lavoro del nostro Mastromo ci educe, ulteriormente, su una stagione che fu di eccellenze in ogni ambito, animata da un numero considerevole di “studiosi, artisti, avvocati, architetti, musicisti, matematici, astronomi, artigiani, imprenditori, medici” come ricorda la nota di presentazione.

Una nota in cui apprendiamo però anche quell’elemento di discrasia col presente: quel numero altissimo “ha affollato Napoli e il Mezzogiorno d’Italia per alcune generazioni”, ovvero, non se n’è dovuto allontanare, come avviene per le eccellenze attuali. Il quadro che ne emerge non è “inatteso”, come vuole la medesima presentazione, rilancia piuttosto i nomi impolverati di giganti come Cotugno, Genovesi, Vico (etc. etc.) che ciascun meridionale dovrebbe conoscere.

Teatro Il Piccolo, Gennaro De Crescenzo in concerto

Teatro Il Piccolo, Gennaro De Crescenzo in concerto

Questa sera appuntamento in piazzale Vincenzo Tecchio 3 Napoli, al “Teatro Il Piccolo”, il “Concerto Flegreo” di Gennaro De Crescenzo. L’album dal titolo “Musica per Napoli”, segna il suo esordio, le sue canzoni all’insegna dell’amore che hanno riscontrato grande...

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto),...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te