Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

da | Mar 13, 2021 | Cultura&Spettacolo

In libreria il volume di Paolo Mastromo che ripercorre l’epoca dei progetti e delle scienze meridionali

Un ritorno alla storia rappresenta la lettura di questa settimana. Il saggio I Napoletani che hanno fatto grandi i Borbone è un piacevole libro di Paolo Mastromo, da poco pubblicato per i tipi di Rogiosi, realtà editoriale molto interessante che dichiara di avere per obiettivo l’essere “veicolo della memoria comune”. Dichiarazione assai rilevante di questi tempi, e quantomai necessaria. Mai come ora, infatti, questa memoria si vede attaccata dalla vulgata nordofila che, dopo averci narrato una storia omissiva, ci invita all’ “oblio” o, in alternativa, ad accogliere smentite molto gridate …ma poco sostanziali. Il saggio di Mastromo sembra dunque attagliarsi perfettamente alla progettualità editoriale di farsi “memoria” con un focus appassionato su quella che fu l’età, per eccellenza, dei progetti e delle scienze. L’età dei lumi, quella che malgrado le grezze omissioni, per il Meridione coincide – anche nella sostanza – con l’evo borbonico. Evo che, anche a volerlo ignorare, ci parla attraverso grandi opere che mai più il meridione vide o, quanto meno, mai più vide dall’evo unitario in poi. Il libro rappresenta perciò l’ennesimo tassello per una feconda ricostruzione della verità – per alcuni – scomoda. Talmente scomoda da passare nel giro di pochi anni dalla plumbea indifferenza alla smentita gridata, in pompa magna, dalle grandi testate del Nord. Ma non è che se gridi più forte hai più ragione, pertanto l’onesto, documentato e piacevole lavoro del nostro Mastromo ci educe, ulteriormente, su una stagione che fu di eccellenze in ogni ambito, animata da un numero considerevole di “studiosi, artisti, avvocati, architetti, musicisti, matematici, astronomi, artigiani, imprenditori, medici” come ricorda la nota di presentazione.

Una nota in cui apprendiamo però anche quell’elemento di discrasia col presente: quel numero altissimo “ha affollato Napoli e il Mezzogiorno d’Italia per alcune generazioni”, ovvero, non se n’è dovuto allontanare, come avviene per le eccellenze attuali. Il quadro che ne emerge non è “inatteso”, come vuole la medesima presentazione, rilancia piuttosto i nomi impolverati di giganti come Cotugno, Genovesi, Vico (etc. etc.) che ciascun meridionale dovrebbe conoscere.

Eventi e musica, Mooks si allarga

Eventi e musica, Mooks si allarga

Nella libreria del Vomero sarà inaugurato un piano dedicato all’intrattenimento Aprirà le porte al pubblico lunedì 19 luglio il nuovo hub del Mondadori bookstore di via Luca Giordano targato Mooks, un nuovo piano della grande libreria vomerese dedicato...

Allamentarse nunn’ abbasta  cchiu’…

Allamentarse nunn’ abbasta cchiu’…

A lengua napulitana verace va scumparenno Sempe cchiù pperzone s’allamentano pecché ’a lengua napulitana verace va scumparenno e ppecché pure cchille che ancora l’ausano spisso nu’ ssapeno scrivere manco doje righe senza piglià zarre e rrancefellune. E overamente...

Il premio Liburia a Salvio Zungri

Il premio Liburia a Salvio Zungri

La sesta edizione del prestigioso evento condotto dall’attore Gabriele Blair e dall’artista Anna Capasso Si è svolto giovedì 15 luglio, nel Chiostro della Parrocchia del S.S. Rosario ad Afragola in provincia di Napoli con inizio alle ore 19 il “Premio Liburia 2021”,...

Happening di scrittori  nella cornice di Sant’Angelo

Happening di scrittori nella cornice di Sant’Angelo

Sabato 17 luglio 2021, nella suggestiva cornice del molo turistico “Pablo Neruda” di Sant’Angelo d’Ischia, ventotto tra scrittori, imprenditori, artisti, docenti, autori emergenti ed esperti di comunicazione saranno i protagonisti della diciassettesima edizione del...

Successo per il Festival delle Arti

Successo per il Festival delle Arti

Grande festa per la cerimonia finale della rassegna di Noi per Napoli giunta alla sua VI edizione Olga De Maio e Luca Lupoli, noti artisti lirici del mondo musicale partenopeo, vincitori di numerosi concorsi internazionali, Pavarotti International, Mascagni, Mario...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te