Flash mob “Non una di meno”, ass. Menna: “Necessario dirigere la protesta nella giusta direzione”

da | Mar 8, 2021 | Cronaca | 0 commenti

Stamattina un gruppo di attiviste del gruppo “non una di meno” ha manifestato nei pressi del Palazzetto Urban sede centrale del Centro anti violenza  del Comune contro la presunta chiusura del Centro.
“Oggi 8 marzo abbiamo deciso di occupare simbolicamente il centro antiviolenza del comune di Napoli a palazzetto Urban, in pieno centro storico” si legge in un post pubblicato da gruppo su Facebook.
“Da luglio – prosegue – il CAV della città di Napoli non risponde nemmeno al telefono. Fino a Dicembre l’amministrazione non aveva rinnovato l’appalto per la gestione dei percorsi di fuoriuscita dalla violenza domestica e delle case rifugio. Inoltre, nonostante la Convenzione di Istanbul raccomandi un posto letto in casa rifugio ogni 10.000 abitanti, in Regione Campania ce ne sono solo 13, ognuna con 6 posti. Nella città di Napoli, con una popolazione di circa un milione di abitanti, esiste solo una casa rifugio. Gli sportelli antiviolenza attualmente attivi sono garantiti solo per l’impegno delle volontarie che, senza alcun tipo di riconoscimento istituzionale o retribuzione di sorta, sono da sempre attive nella lotta alla violenza maschile sulle donne nel nostro territorio.
Dall’inizio del 2021 sono dodici le donne uccise per mano di un uomo e, secondo i dati del numero nazionale antiviolenza 1522, le richieste di aiuto sono aumentate del 119% dall’inizio della pandemia. Sappiamo che gli aguzzini hanno le chiavi di casa, le stesse case in cui ci obbligheranno a rimanere durante questa ennesima zona rossa, mentre i centri antiviolenza restano chiusi e i centralini restano inattivi.
È inaccettabile che mentre veniamo picchiate, violentate, uccise, non solo rimaniamo invisibili agli occhi delle istituzioni ma assistiamo ad una becera strumentalizzazione della violenza sulle donne per fini elettorali.
Non ci servono ulteriori panchine rosse per ricordarci quante di noi sono state uccise, ci servono i centri antiviolenza aperti, funzionanti e femministi. Ma, soprattutto, FINANZIATI.
Il 12 FEBBRAIO è SCADUTO l’avviso pubblico del comune di Napoli per la realizzazione di un centro antiviolenza che avrà sede a montecalvario presso il palazzetto urban. Il comune di Napoli ha messo a disposizione centosedici mila euro per un unico centro -in una città che conta quasi un milione di abitanti-antiviolenza per la durata di soli 6 mesi.
Al momento non si è ancora costutita neanche la commissione di valutazione delle proposte dunque da luglio ad oggi a napoli non c’è un cav perchè siamo in attesa che il comune assegni l’appalto. Non è possibile pensare di finanziare un cav solo per sei mesi, perchè per un servizio necessario soprattutto in questa fase storica in cui la pandemia ha acuito la violenza sulle donne, le istituzioni devono lavorare affinchè i cav siano considerati servizio pubblico essenziale, che abbiano finanziamenti a lungo termine e sedi in diversi spazi della nostra città.
Costruiamo reti di supporto e pratichiamo sorellanza, i centri antiviolenza sono necessari per garantire percorsi di fuoriuscita dalla violenza. Pretendiamo – conclude il post – che il CAV del comune di Napoli riattivi immediatamente i servizi!”
“Abbiamo spiegato loro – replica l’assessore Menna – che non solo il telefono è invece attivo e che solo a causa della pandemia c’è stato un ritardo dell’acquisizione dei fondi regionali da cui è dipeso un rallentamento di tutte le procedure per l’assegnazione del servizio. In questo momento stiamo nominando la commissione che dovrà esaminare le domande e procedere all’assegnazione. Purtroppo anche al gruppo che ha manifestato manca un’informazione fondamentale, quella del ruolo degli Enti Locali nei finanziamenti per l’erogazione dei servizi. Il Comune è solo il punto terminale di una filiera ricevendo i fondi dalla Regione, per cui un qualsiasi ritardo nell’ erogazione del servizio collegato all’assenza di fondi, dipende dal rallentamento della filiera stessa. Sarebbe opportuno, quindi per sensibilizzare, come si dovrebbe, l’opinione pubblica e le Istituzioni stesse sull’importanza dell’erogazione di un servizio fondamentale come quello dei centri anti violenza, che si dirigesse la protesta nella giusta direzione per ottenere con maggiore certezza quanto giustamente viene richiesto – conclude la Menna”.

The acne on my chest was quite severe and very distressing especially during summer when it came time to hit the beach with friends. I would spend most summer swimming in a T-shirt. revatio 20 mg tablet The reality is, effective treatments for acne take time and patience.

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Il 21 settembre alle ore 20,00 puntualissime ed eleganti, come loro costume  si sono incontrate tutte le socie del Club Inner Weel Luisa Bruni (il più antico club d'Italia)  sulla "Terrazza Zungri". Il Club Inner Wheel è un'associazione femminile strettamente legata...

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te