Napoli, serve la testa giusta

da | Mar 6, 2021 | Calcio Napoli

Contro il Bologna gli azzurri devono sbloccare al più presto il risultato

Assistendo tra l’incredulo e lo sconcertato al finale di Sassuolo-Napoli ho pensato subito al lapidario giudizio che Mourinho dette di Balotelli: “Ha un solo neurone che gli funziona a intermittenza”. E questo Napoli, intendo la squadra tutta, evidentemente ha un solo neurone che circola a turno, in campo, tra i giocatori. Ma al minuto 93’ e pochi secondi di gara non era né nella testa di Di Lorenzo, autore di una rimessa laterale sciagurata che manco tra scapoli e ammogliati, a quel punto della partita; né in quella di Bakayoko, lento più di un bradipo e di una tartaruga a capire il da farsi; né in quello di Manolas, improvvisatosi giocatore di “acchiapparella” rovinosamente caduto addosso a Haraslin dopo vano inseguimento. La “sceneggiata” di Insigne con tanto di frase irriguardosa alla squadra e calci a tutto ciò che gli capitava davanti, è stata solo la… perla finale dell’ennesima gara da schiaffi.

Infatti era stata gettata al vento l’ennesima occasione di vittoria, una volta tanto anche non meritata vista la sontuosità del palleggio, la velocità di gioco e l’organizzazione mostrate dal Sassuolo di De Zerbi. Rimanere agganciati alle posizioni Champions era e resta l’unico obbligo che il Napoli deve ora onorare per rispettare una piazza e un tifo abbondantemente delusi da una squadra frustrata nella sua intenzione e nelle sue convinzioni di essere grande e forte. E domani, sperando che Insigne abbia ben chiarito urbi et orbi il senso della sua frase legato al momento e non a una convinzione radicata, tocca misurarsi contro un Bologna che di fondo, guarda caso, ha gli stessi problemi del Napoli. Reduce, infatti, dalla sconfitta di Cagliari, Mihajlović ha tirato per bene le orecchie ai suoi giocatori, deluso ma soprattutto incavolato di brutto per l’ennesima prestazione priva di grinta e di aggressività. Sotto questo aspetto si può tranquillamente dire che, nonostante due tecnici “cazzuti”, Napoli e Bologna appaiano talvolta squadre “femmina”, per dirla alla Brera. Incapaci cioè di prendere in mano le redini del gioco, disposte a subir l’avversario piuttosto che ad aggredirlo e non essere in grado di avere quella continuità di manovra vanamente chiesta dai due tecnici per tenere palla e portare la pressione nel campo avversario. E c’è da aspettarsi, dopo il surreale finale di Sassuolo per il Napoli e la sconfitta sarda per il Bologna, una partita gonfia di ansia e di tensione. E se il Napoli ha ancora l’obiettivo del quarto posto per programmare un futuro tranquillo con gli euro della Champions quello del Bologna di Mihajlović è la parte sinistra della classifica in attesa di un ulteriore step del progetto della società. La squadra, giovane nonostante presenze “mature” come Danilo, Poli, Medel e Palacio, è in crescita come mentalità e personalità, ma proprio come il Napoli, spesso accusa passaggi a vuoto con prestazioni scialbe. Gli otto punti sul terzultimo posto non tranquillizzano Sinisa che vuole raggiungere al più presto la salvezza. Perciò ai suoi chiederà di scendere in campo a Fuorigrotta con la voglia e la fame di ottenere un risultato positivo. Mancheranno nel 4-2-3-1 rossoblù diversi giovani di valore come il difensore giapponese Tomiyasu e lo scozzese Hickey i centrocampisti Sohouten, squalificato, e gli attaccanti Orsolini e Vignato che partiranno dalla panchina. A questi giovani si aggiungono l’attaccante 21enne Skov Olsen e Barrow che saranno in campo dal primo minuto a dare sostanza al gioco offensivo di Mihajlović con Soriano e Sansone a fare da chioccia. Ed è proprio con la gioventù che risultano comprensibili le difficoltà, certi tormenti e le provi spesso incolori della squadra emiliana. Per il Napoli dopo le polemiche vere o presunte seguite al pareggio del Mapei Stadium e dopo gli sfoghi di Insigne, non ci sono più mezze misure. La squadra, si torna a ripetere, non può più perdere punti. Il finale di Reggio Emilia ha detto che energie, fisiche e mentali, ce ne sono ancora e pian piano si stanno recuperando anche gli infortunati. Più che mai, in questo momento, c’è bisogno di tutti e che tutti remino dalla stessa parte. Però Gattuso dovrà miscelare la formazione con giudizio senza snaturare squadra e singoli e lavorando soprattutto sulla fase difensiva, visto che si prendono troppi goal.

Contro il Bologna serve una partita da sbloccare al più presto per evitare di andare in affanno incoraggiando il contropiede rossoblù, e correre il rischio di perdere la lucidità necessaria smarrendo gli equilibri e le distanze giuste. Sarebbe l’ennesimo contraccolpo negativo per il Napoli: rimanere frustrato nella sua voglia e intenzione di recuperare punti e posizioni di classifica per confermarsi squadra di rango.

 

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te