Quanto tempo passiamo a giocare da mobile? I risultati di uno studio

da | Mar 3, 2021 | Sport

Non solo console, perché oggi il gaming passa anche e soprattutto da device mobile come gli smartphone. Quelli che un tempo erano semplici telefonini, attualmente possono essere considerate delle vere e proprie piattaforme per i videogiochi, visto l’incredibile numero di app gaming disponibili sugli store. In secondo luogo, tutti hanno la possibilità di giocare online anche da browser, navigando dal telefono e connettendosi ai siti che consentono appunto di scegliere diversi videogiochi. Vediamo dunque di studiare alcuni dati interessanti, e di capire quanto tempo passiamo giocando da mobile.

Quanto tempo trascorriamo giocando sugli smartphone?

Stando ai risultati di un recente studio, il 26% del tempo trascorso utilizzando il telefonino viene speso proprio per giocare ai videogiochi. Inoltre, si calcola che entro il 2023 questa percentuale salirà oltre il 54% del tempo. Si tratta di un dato che testimonia quanto segue: agli italiani gli smartphone piacciono, non solo per comunicare con app come WhatsApp, ma anche per giocare e per sfruttare al massimo i momenti di noia (o di pausa) dal lavoro o dallo studio. Va poi sottolineato che la maggior parte dei giocatori da mobile è nottambula, in quanto preferisce sfruttare fasce orarie serali, anche a tarda notte. Snocciolando altri dati interessanti, si scopre che in realtà sono i ragazzi più grandi (gli over 25) a considerare il gaming come una delle attività più importanti. Viceversa, i giovanissimi la considerano come un semplice momento di svago, quindi senza particolari preferenze.

Una panoramica sui giochi fruibili da smartphone

È molto difficile fornire una panoramica completa dei giochi che oggi possiamo fruire dal telefonino, dato che la lista è davvero sconfinata. Si parte da nicchie classiche come i videogames sportivi, che includono sicuramente quelli sul calcio mobile insieme ad altri sport come il basket e il tennis. Inoltre, ci sono migliaia di italiani che usano gli smartphone per dedicarsi al gambling, frequentando piattaforme come William Hill Casinò, ad esempio, che spazia dalle roulette fino ad arrivare alle slot machine. Non potremmo poi non citare uno dei fenomeni di massa degli ultimi anni, come il multiplayer e giochi del calibro di Call of Duty, anch’esso presente in una sua versione giocabile da mobile, diversa da quella per desktop. E dato che siamo in tema di grandi must, ecco un altro gioiello del divertimento come Fortnite, considerato come uno dei videogames più adrenalinici attualmente disponibili sul telefonino (non a caso, è uno dei più scaricati).

Concludendo, ad oggi molti appassionati di videogiochi preferiscono gli smartphone alle console e ai computer gaming, e questo vale per tantissime nicchie diverse, dagli FPS fino ad arrivare ai casinò online. E in futuro questa realtà si radicherà sempre di più, per via dello sviluppo delle tecnologie, e per l’applicazione della realtà virtuale al mondo mobile.

 

Napoli Cup, il grande tennis torna in città

Napoli Cup, il grande tennis torna in città

Dopo cinque anni di assenza, il Grande Tennis riconquista Napoli. Dal 3 al 10 ottobre prossimo il Tennis Club Napoli ospiterà la Tennis Napoli Cup, torneo internazionale inserito nel calendario del Challenger Atp Tour, che assegnerà punti per il ranking mondiale Atp e...

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Col fiato sospeso e col cuore in gola. Perché per il calcio la prossima settimana fino al 18 maggio saranno giorni decisivi. Dopo il via dato dalla cancelliera Merkel alla ripartenza della Bundesliga e i buoni propositi dei governi spagnolo e inglese per Liga e...

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te