Il Napoli ritrova Dries e si aggiudica il derby

da | Feb 28, 2021 | Calcio Napoli

Il Napoli ritrova Dries e si aggiudica il derby, il belga firma il vantaggio, mentre il raddoppio è un gol su deviazione decisiva di Politano.

Il Napoli ritrova Dries per il derby con il Benevento, i titolari sono: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Ghoulam; Fabian Ruiz, Bakayoko, Zielinski; Insigne, Politano, Mertens. Due rientri dal primo minuto per gli azzurri, l’infermeria pian piano si svuota ma c’è bisogno di far ritrovare la giusta condizione fisica, ai reduci da infortunio che daranno sicuramente un grande aiuto per superare questo momento di difficoltĂ .

Inizia il match, Napoli subito molto alto ed aggressivo che non permette al Benevento di uscire con il palleggio in fase di possesso, finendo sempre per perdere palla, mentre il Napoli con un buon giro palla, riesce a giocare costantemente nella metĂ  campo giallorossa, comunque la squadra di Inzaghi regge bene e dopo 10 minuti di gioco, non ci sono ancora tiri pericolosi verso la porta di Montipò. Al minuto 20, c’è da raccontare di un Napoli che sta facendo la partita provando anche a calciare in porta alcune volte, senza però riuscire ad impensierire piĂą di tanto Montipò. Minuto 22 primo vero pericolo per il Benevento, Mertens defiulato sulla destra, vede Montipò fuori dai pali e calcia di potenza, sfera che esce di poco con il portiere che in evidente ritardo. Minuto 33 il Napoli passa, Dries Ciro Mertens devia in gol un tiro di Ghoulam, il belga sembra in posizione sospetta ma è Foulon a tenerlo in gioco rimanendo piĂą arretrato rispetto alla linea difensiva, Mertens va ad abbracciare lo storico magaziniere del Napoli che compie gli anni proprio oggi. Minuto 37 il Napoli raddoppia, Zielinski riceve da Insigne in area, il polacco con un paio di finte si sposta la palla sul destro e calcia nell’angolino alla sinistra del portiere, l’arbitro su segnalazione del guardialinee annulla il gol per fuorigioco di Insigne, conferma anche del VARì, il caipitano azzurro in netto fuorigioco, era sulla traiettoria ostruendo la visuale a Montipò. Sul rovesciamento di fronte, primo tiro del Benevento e primo pericolo per Meret, mai chiamato in causa il portierone azzurro esordisce in questo match con un’ottima parata sul suo palo, è Depaoli che lanciato da Lapadula prende in contropiede la difesa azzurra e calcia di potenza sul palo piĂą vicino. Si va all’intervallo con il Napoli in vantaggio, ma per quello che si è visto in campo, il risultato sta molto stretto ai ragazzi di Gattuso che avrebbero almeno meritato il raddoppio.

Inizia il secondo tempo, Inzaghi effettua un cambio e si mette proprio sotto la nostra postazione in tribuna per incitare la sua squadra. Sin dai primi minuti il Benevento entra in campo con un’altra mentalitĂ  rispetto al primo tempo, ovviamente deve recuperare lo svantagio, quindi piĂą aggressiva la squadra di Pippo. Minuto 20 arriva il raddoppio del Napoli, buon giro palla degli azzurri che arrivano nella posizione di Insigne, proprio il capitano azzurro riceve e con un cross sul secondo palo trova Di Lorenzo e Politano, tra i due Letizia che devia la palla su Politano che in caduta devia in porta con la spalla, anche lo speaker dello stadio viene tratto in inganno da un gol un pò rocambolesco assegnandolo a Di Lorenzo, ma le immagini chiariscono che il tocco decisivo è di Politano. La reazione del Benevento non tarda ad arrivare ma è ben contenuta dal Napoli, gli azzurri anzi sfiorano piĂą volte il vantaggio, prima con Insigne che si infila nella difesa del Benevento saltando 3 avversari poi da posizione defilata calcia di poco a lat, poi con Koulibaly che sugli sviluppi di un angolo, viene lasciato tutto solo, il senegalese colpisce di testa e spedisce fuori la palla per il terzo gol che era difficilissima da sbagliare. Minuto 80 Koulibaly rovina la sua partita, KK preso dalla foga agonistica affonda il colpo in fase di attacco, giĂ  ammonito si conquista il secodno giallo e lascia i suoi compagni in 10 per il finale della partita. Non succede piĂą nulla e il Napoli ritorna a vincere in campionato.

Buona prestazione del Napoli, recuperato Mertens che ritrovando la titolaritĂ , ritrova anche il gol, 80 minuti di gioco per il belga che giĂ  in quasta partita sembra sulla strada giusta per essere recuperato al 100%. Altrettanto buona la prestazione di Ghoulam, anche l’algerino ha ritrovato la titolaritĂ  e sfodera una prestazione come non la si vedeva da tempo, dopo la buona partita fatta giovedì in Europa League, il 31 azzurro si riconferma. Nulla è passato, bisogna lavorare sodo per mettersi alle spalle un momento negativio che va avanti da troppo tempo, anche se la vittoria con il Benevento non era per niente scontata, infatti i campani venivano dal pareggio contro la Roma di domenica scorsa, avevano preparato la gara per tuttla la settimana mentre il Napoli giovedì al Maradona ha disputato il match con il Granada, ma è stata molto buona la prova dei ragazzi di Rino che adesso possono pensare alla partita di mercoledì contro il Sassuolo con maggiore serenitĂ , da ricordare però che la squadra di De Zerbi affronterĂ  gli azzurri dopo 10 giorni di riposo.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te