Quartieri Spagnoli, San Valentino di musica, arte e cultura maradoniane

da | Feb 14, 2021 | Calcio Napoli, Cronaca

A Napoli San Valentino si colora di azzurro musica, arte e cultura maradoniane in strada oggi in memoria e testimonianza di amore per il più amato di tutti i tempi Diego Armando Maradona soprannominato l’avvocato di dio  per i suoi valori e la sua difesa dei deboli.
Dalle ore 10,30 ai quartieri spagnoli  ai piedi del murales del campione in largo Maradona la magia azzurra si è espressa tra arte, musica e cultura con dediche e tributi dell’amore dei napoletani al grande capitano .
Un sogno ed un impronta di felicità per ogni napoletano. Diego è stato ricordato tramite musiche, dipinti dell’artista Giuseppe Klain che sono stati  istallati ai piedi del murales e con la lettura del libro dedicato dall’amico Angelo Pisani proprio L’avvocato del Dios.
Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

I militari della Stazione Carabinieri di Monteruscello, in esito a una perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo a seguito di una denuncia sporta dai genitori di un minore presso la Stazione di Palermo Borgo Nuovo, hanno tratto in...

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Martedì scorso gli agenti del Commissariato San Ferdinando, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti all’interno della stazione metropolitana di piazza Amedeo per la segnalazione di una tentata rapina commessa da un uomo armato di un coccio di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te