Napoli, al collasso il settore fieristico

da | Feb 2, 2021 | Calcio Napoli

Dopo mesi di colloqui, proposte, progetti ed ipotesi di rilancio avanzate dalle Fiere Associate, cala il silenzio più buio e preoccupante sul comparto fieristico campano, motore di straordinaria visibilità per le produzioni, i servizi e il turismo di Napoli e della Campania. Asset strategico per il rilancio post Covid, come riconosciuto in tutta Italia, tranne che a Napoli.

Fermi da quasi 2 anni (le ultime edizioni di moltissime fiere si sono svolte nel 2019), gli organizzatori hanno iniziato, già dallo scorso aprile 2020, a proporre soluzioni per superare la crisi.

Il Sindaco de Magistris fu il primo a rispondere che “avrebbe impegnato l’amministrazione” in considerazione della straordinaria importanza del comparto fieristico. Invece, dopo un altro confronto avuto a metà agosto, e numerosi solleciti da parte degli organizzatori, che hanno anche incontrato più volte l’ex Vice Sindaco Panini e l’Assessore Galiero, il Comune di Napoli scompare e non risponde più, non pone in essere alcuna azione per salvare le fiere, non impegna la propria partecipata Mostra d’Oltremare (principale quartiere fieristico regionale, di cui il Comune detiene il 70% del capitale assieme alla Città Metropolitana, e di cui nomina Presidente e Amministratore Delegato) e abbandona il mondo delle esposizioni, costrette così a cercare casa (e padiglioni) altrove. E mentre è chiaro l’abbandono delle fiere strutturate all’interno dei padiglioni della Mostra, nulla ancora è dato sapere circa la annunciata delibera di riduzione straordinaria dei canoni locativi di altri spazi, si veda lungomare, Castel dell’Ovo e altre location comunali similari.

La Mostra d’Oltremare, che vanta un bilancio 2019 chiuso con 3 milioni di utile netto, non ha ancora coordinato il calendario delle fiere, e non ha accolto nessuna delle richieste degli organizzatori, mostrandosi insensibile alle difficoltà del comparto, che comprende anche gli espositori e i visitatori. Da motore di sviluppo attivo che avrebbe dovuto agire in prima linea per tutelare le fiere e rilanciarle per il futuro, lottando al fianco degli organizzatori (i suoi principali clienti che ne sostengono il fatturato) ed anzi anticipandoli, la Mostra invece si pone in attesa degli sviluppi, non prestando attenzione a molte delle più importanti fiere ospitate, a pagamento, nei suoi spazi.

La Regione Campania, solo nella persona dell’Assessore Marchiello, ha acceso un barlume di speranza ad agosto scorso, poi svanito nel nulla. Eppure la Regione ha la competenza legislativa sulle fiere dal 2001 ma, al contempo, la Campania è l’unica regione in Italia a non avere alcuna Legge in materia fieristica. E, nell’attesa, si sta facendo superare da regioni limitrofe come Lazio e Puglia che minacciano di assumere così il ruolo di protagoniste delle fiere del centro-sud Italia, il cui primato fino al 2019 era di Napoli.

Un impegno c’è stato, ma per ora solo dichiarato, da parte del Presidente della Camera dio Commercio di Napoli, Ciro Fiola, nella sua qualità di presidente di UnionCamere Campania. Ha sempre sostenuto di voler salvare il comparto fieristico, come peraltro nelle prerogative dell’ente camerale, ma unitamente agli enti locali. Buone intenzioni, quindi, cadute nel vuoto.

Con l’avvio delle vaccinazioni e l’avvicinarsi della primavera, si poteva e doveva iniziare la pianificazione per la ripresa delle fiere. Tantissimi eventi stanno programmando le proprie date in Italia ed all’estero, a partire dal prossimo maggio-giugno, supportati dalle Regioni, dalle Istituzioni locali e dagli enti camerali. Tutti pronti a usare le fiere e il loro straordinario volano di visibilità per le imprese territoriali, per l’indotto che le stesse producono, per i flussi economici e turistici che recano ai territori in cui si svolgono.

A Napoli ed in Campania, gli oltre 150 milioni di indotto economico che ricadeva sul territorio ogni anno fino al 2019, grazie alla realizzazione delle fiere ed al lavoro degli organizzatori fieristici, sembra non interessare più, almeno agli Enti Locali ed alla Mostra d’Oltremare.
Il comparto fieristico napoletano e campano può morire definitivamente, e con esso gli oltre 3.500 addetti.

“Prima di scomparire definitivamente” sostiene Luciano Paulillo, Presidente di Fiere Associate (che racchiude, tra gli altri, Aestetica, Fiera del Baratto e dell’Usato, Comicon, EnergyMed, TuttoPizza, VitignoItalia, Antiquari in Mostra, Siferr, TuttoHotel, VideoGameShow, 442 La fiera del calcio, Vebo) “sollecitiamo con quest’ultimo tragico grido di allarme le Istituzioni locali a dare risposte positive e concrete, e ad agire subito. Dai prossimi giorni mobiliteremo l’intero comparto, composto dagli imprenditori che investono privatamente nell’organizzazione delle fiere, dagli allestitori, dagli albergatori, dai fornitori tecnici, dai ristoratori, dalle società di hostess e steward, dalle agenzie pubblicitarie, dai tour operator e agenzie di viaggi, dalle imprese di affissionistica e così via. Non possiamo credere che Comune, Regione e Camera di Commercio vogliano farci fallire come dimostrato finora con tante promesse e nessun fatto, che vogliano far scappare le fiere da Napoli e dalla Campania e così far fallire anche le sedi fieristiche, a partire dalla Mostra d’Oltremare. Dovranno spiegare alle nostre famiglie, ma anche alle imprese espositrici, alle centinaia di migliaia di visitatori e operatori professionali che ogni anno fruivano delle nostre fiere, le motivazioni per cui stanno regalando un intero comparto alle regioni limitrofe, invece di tutelarlo e valorizzarlo a tutto e unico vantaggio di Napoli e della Campania”.

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te