A Verona per tornare a sorridere

da | Gen 23, 2021 | Calcio Napoli

La partita contro la coriacea formazione di Juric deve rilanciare il Napoli in campionato con una gara d’attacco

La Supercoppa è dunque andata a farsi benedire. Amen e nessun rimpianto e soprattutto nessun ripensamento alla partita di Reggio Emilia. Il campionato incalza ed è quello il vero obiettivo di società e squadra.

Si va a Verona. Trasferta delicata e difficile. Contro la squadra allenata da Juric bisogna fare gli straordinari. Non c’è tempo per rifiatare. La concorrenza in classifica è agguerrita al vertice, i ritmi imposti dal calendario, al limite dell’umano. E febbraio, con la ripresa delle competizioni europee si annuncia ancora più duro. Vietato mollare, perciò. Nella città di Giulietta si deve andare per vincere senza pensare alla sconfitta e a qualche errore di troppo commesso a Reggio Emilia. Testa tutta rivolta al campionato e un pensierino alla Coppa Italia che offre sul piatto la vendetta immediata contro lo Spezia. Domani, però, c’è il Verona da affrontare, un osso duro, sin qui, per tutte le squadre che lo hanno incontrato. Juric è il collante, il motivatore, il trascinatore di una squadra composta da buoni elementi, molti dei quali giovani di grande prospettiva affiancati da elementi di provata esperienza come Veloso e Kalinic. Il primo, infortunato, non sarà della gara, ma questo non modificherà i piani e la condotta strategica di Juric che punta su un 3-4-2-1 assai elastico e di gran movimento per cercare verticalizzazioni immediate e soprattutto le imbucate giuste per Lazovic, Barak e Zaccagni con il “vecchio” Kalinic ad agire da punta centrale e fare da uomo boa per idue trequartisti, Ilic e Zaccagni. Gara dunque assai insidiosa per il Napoli anche perché si troverà difronte un Verona con grande rabbia e voglia di riscatto dopo la sconfitta di Bologna, la seconda nelle ultime cinque gare dopo quella contro l’ Inter.
Gara resa ancor più difficile dal fatto che si troverà difronte una squadra riposata contro i molti azzurri che si sono spesi mercoledì a Reggio Emilia. Ma bisogna ripartire subito. E bene. Ci auguriamo che Gattuso oltre a chiedere l’immediato riscatto dia le diritte giuste per mettere in confusione i veronesi, bloccare Zaccagni, nome non più solo sul taccuino della società, e impedire a Faraoni, Batrak e Ilic di puntare la porta azzurra. Serve un Napoli che “vuole” fare la partita e che non attenda troppo per prendere le redini del gioco. Dare campo, ma soprattutto far andare in fiducia il Verona può essere un errore. La squadra è coriacea, volitiva e possiede l’aggressività, la convinzione e l’intensità venute meno, mercoledì, al Napoli. Speriamo che per gli azzurri il campionato sia un’ altra cosa. La sconfitta in Supercoppa è dura da digerire, soprattutto per come è maturata. A Verona la squadra ha bisogno di vivacità, puntiglio e tecnica in velocità in avanti. Può aiutarla il rientro di Mertens, se lo deciderà Gattuso, dal primo minuto, ma toccherà soprattutto a Zielinski ed Insigne far riprendere corsa e coraggio a tutta la squadra. Il polacco è in palla, va utilizzato come grimaldello per scardinare la difesa veronese guidata da un portiere, Silvestri, in grande spolvero.
Può pesare la sconfitta di mercoledì? Si spera di no. E che le lacrime di Insigne per il rigore sbagliato, rimangano solo un ricordo trasformandosi in un sorriso gioioso. Tre giorni per rimettere a lucido testa e gambe degli azzurri saranno bastati a Gattuso? C’è bisogno di una nuova prova di carattere, mentre gli impegni, che si susseguono a ritmo serrato, prosciugano energie fisiche e mentali senza avere il tempo per rifiatare. A Verona per un solo risultato. Calma e Coraggio. Proviamoci!

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te