Tempo di lettura: < 1 minuto

Ospedale del Mare, esplosione all’alba: ampia voragine e Covid residence evacuato

Un’ampia voragine di circa 20 metri di profondità si è aperta all’alba di ieri nel parcheggio dell’ospedale del Mare a Ponticelli. Per fortuna la tragedia è stata soltanto sfiorata anche se alcune autovetture sono finite nella voragine. La causa della voragine potrebbe essere riconducibile ad un cedimento determinato da infiltrazioni. “Si è avvertito un forte boato – spiega l’Asl Napoli 1 – all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli che è stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri.

Benché la voragine abbia inghiottito alcune auto, non ci sono state persone coinvolte”. In tutto l’Ospedale del Mare è stata interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale, ma il presidio è stato alimentato dai gruppi elettrogeni che hanno garantito la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale. L’Asl Napoli 1 ha dovuto far evacuare e chiudere temporaneamente il Covid Residence “per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica”. Per il sindaco Luigi de Magistris “è stata sfiorata la tragedia, è stato un boato simile a quello di una bomba”. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca ha commentato seccato: “Ci occuperemo anche di questo”.