Un Natale “indimenticabile” al Sud

da | Dic 23, 2020 | Cronaca

Il Natale al Sud è la festività più sentita e pregnante di usi, consuetudini e tradizioni che secolarmente si ripetono in barba alla demoniaca globalizzazione avallata da una buona parte di classe politica corrotta e da un Clero miscredente. Quest’anno però, complici scelte scellerate di un Governo che di fatto ha esautorato il Parlamento con una finta opposizione, ci ritroveremo a rimpiangere quei Natali rumorosi che da sempre hanno accompagnato, quasi, tutti noi, inconsapevolmente fortunati.

E come lo trascorreranno i nostri “vecchietti” pensando che, malauguratamente, potrebbe essere l’ultimo? Come è possibile il solo pensiero di lasciarli soli a festeggiare senza il conforto dei nostri abbracci e delle nostre grida festanti? È possibile che siano riusciti ad inculcarci un’inesistente responsabilità addossandoci anche sensi di colpa ed accuse di negazionismo se soltanto osiamo criticare e detestare l’ennesimo decreto legge di Conte e la 98esima ordinanza del governatore campano? Le colpe e le responsabilità, sia ben chiaro, non appartengono al popolo per quanto i media asserviti e indottrinanti da mediocri politici possano aver cercato di convincerci. In realtà (se non pensiamo al peggio e alla corruzione di governi venduti all’alta finanza), l’aver giocato, soprattutto al Sud, a colpi di tagli ed inadeguatezze sul nostro, un tempo, ottimo servizio sanitario ha avuto la conseguenza di vederci inondati di divieti, limitazioni della libertà personale, prossima inoculazione di vaccini non adeguatamente testati e verità sommesse così poco rispettose delle nostre intelligenze. Non crediamo affatto che i nostri governanti si siano svegliati tutti d’un tratto così desiderosi di salvaguardare la nostra salute quando ci fanno morire di Ilva, Terre dei Fuochi, rifiuti tossici e radioattivi, di mancate bonifiche, di screening mai fatti. È possibile che siano gli stessi che monopolizzano la circolazione di tabacchi e liquori, gli stessi che hanno eliminato gran parte dei medici di famiglia e fatto scomparire posti letto ed ospedali? Possibile che abbiano ancora il coraggio di legiferare dopo che il loro modello da seguire nella gestione della “pandemia” si sia rivelato una vera ecatombe con l’Italia protagonista di un triste primato nel mondo di morti di Covid ogni 100.000 abitanti? Nonostante il sentirsi vittime di esperimenti, già in gran parte riusciti e portati a compimento, come quello del principio metaforico della rana bollita di Noam Chomski o quello della finestra di Overton, emblema del meccanismo perverso di persuasione e manipolazione di masse, noi non ci arrendiamo e cerchiamo una normalità che in questo Natale, più degli altri , passa anche attraverso l’invito all’acquisto consapevole di prodotti della nostra Terra boicottando gli acquisti online e preferendo i negozi del nostro quartiere. E rimarcare le nostre tradizioni in un momento di disagio e fragilità è un atto doveroso, ragion per cui evviva la vigilia di Natale all’insegna di profumate pietanze di mare, insalata di rinforzo, fritturine, frutta secca, il Natale con la minestra, la pasta e le carni al forno e a Santo Stefano le “mafalde” con salsa e ricotta. Tre giorni tra tombola e giochi di carte, regali nuovi e riciclati, dove i dolci del nostro territorio sono i protagonisti assoluti: struffoli, roccocò, susamielli e mostaccioli che, anno dopo anno, recuperano fette di mercato sottratte all’invasione di panettoni e pandori, dolci gustosi e saporiti, per carità, ma che a casa di un vero napoletano non dovrebbero entrare mai se non quelli artigianali dei nostri maestri pasticcieri. E dire che la paternità del panettone è attribuita a Toni, un lucano alle dipendenze degli Sforza a Milano e ancor prima, apparso orgogliosamente, nel beneventano a San Nazzaro, in un panettone ante litteram, i “rurmiente”i dormienti perché venivano fatti lievitare per lungo tempo sotto le coperte.

E allora Buon Natale a tutti noi. Meritiamo la pace. E meritiamo anche dei politici che amino davvero il popolo che li ha eletti.

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

Si è conclusa con un grandissimo riscontro di pubblico e critica la tredicesima edizione della Crociera della Musica Napoletana, l’evento transnazionale, esperienziale ed emozionale organizzato da Scoop Travel a bordo delle navi della Msc Crociere, evento che tende a...

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Prorogato di ulteriori 12 mesi di funzionamento della Funicolare di Chiaia. Le prove eseguite da ANM hanno dato tutte esito favorevole, confermando la sicurezza degli impianti. Pertanto nelle more dell'affidamento dei lavori di revisione ventennale e ammodernamento...

Marechiaro, riattivata la Ztl

Marechiaro, riattivata la Ztl

Nei giorni festivi e prefestivi dal 2 ottobre al 31 ottobre sarà riattivata anche la ZTL Marechiaro (delibera del 23/9/21)  con divieto di transito veicolare per la intera giornata nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; divieto di transito dalle8 alle 19...

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

“Grazie alle operatrici che danno pieno sostegno a Donne coraggiose” Visita a sorpresa di Federica Pellegrini a Casa Fiorinda a Napoli. L'atleta azzurra ha trascorso una serata in compagnia con le ospiti della casa per donne maltrattate Fiorinda. Un luogo fisico di...

I bambini e la moda gender fluid

I bambini e la moda gender fluid

L’allarme di una psichiatra: “I piccoli disorientati dalle lezioni di sesso di insegnanti spesso impreparati” Il piccolo Salvatore, otto anni, si osserva compiaciuto davanti allo specchio mentre prova e riprova le scarpe con i tacchi a spillo della madre: “Dice che...

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

La Regione Campania investirà 15 milioni di euro (a valere sui fondi POC 2014-2020) per la riqualificazione di 24 parchi cittadini dislocati nelle varie Municipalità, così com’era stato annunciato nel marzo 2020 (visto che il Comune non ha fondi) dall’agronomo...

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

Lo scorso 20 settembre si sono incontrate tutte le socie del Club Innerweel Luisa Bruni sulla “Terrazza Zungri”, il più antico club d’Italia, nato dalle mogli dei rotariani alle quali non era permesso l’accesso nel club. La socia Imma Zungri Emilio ha accolto tutte le...

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore Giallo valevole a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te