Chiste fantaseme (scherzo eduardiano)

da | Dic 23, 2020 | Cronaca

Vi proponiamo un dialogo immaginario tra Pascale e il suo dirimpettaio al tempo del Coronavirus

Pascale (assettato, cu nna tazzulella ’e cafè ’mmano, se sta ffacenno na chiacchiera cu nnu vicino, prufessore ’e scola): “Embé, a nnuje napulitane levatece tuttecose, ma no ’stu ppoco ’e libbertà for’ô bbarcone… Caro professore, specie mo, cu stu dannato Covìdde nun putimmo fa’ niente cchiù e… Che ddicite? Sì, è overo: simmo addiventate arancione e pputarriamo pure ascì for’ ’a casa, però, se sape, è nu ddiece’ ’e prubblema pe ffa’ ogne cosa. S’hann’ ’a fa’ file longhe assaje a ll’ufficie, ê pputeche, pe ttutte parte. E ppo’, cu cchella mascarina ’nfaccia nun putimmo manco sciatà…”.
Beve nu surzo ’e cafè, po’ dà na guardata ô giurnale e rrepiglia subbeto a pparlà.
“Oillòco: “Troppi assembramenti per gli acquisti di Natale. Si prevedono nuove restrizioni”. Avite sentuto, prufessò? Già sta fernenno ’a libbera uscita…Se sapeva ca ’st’ammuina p’ ’e vvie ce faceva turnà comme zona rossa! Comunque, caro professore, io overamente stongo buono pure â casa. E ssì: c’âmm’ ’a fa’, simmo sulo duje perzone, io e mmuglierama, e cce arrangiammo buono pure senz’ascì. Che ssaccio? Tenimmo genio e magnà na pizza, na frittura mista? Facimmo na telefonata â pizzaria e cc’ ’e pportano. A Mmaria lle vene ’o sfizzio ’e nu panino? Chiammammo â ’mburgheria ’e rimpetto e subbeto ce portano tutto chello che vvulimmo. ’Nzomma, cu tutte ’sti ggiuvene che vanno giranno matina e ssera, abbasta chiammà e…Che ddicite? Ah, pure vuje v’ìreve accuorto già ’e ’sti rraidér che ssaglieno e scenneno ’a casa nosta quann’è ’a cuntrora?… Embé, è nna commodità. Una cosa sulamente m’aggio ’a fa’ cu ’e mmane meje… E bbravo ’o prufessore! Avite annevinato pecchè già ’o ssapite ca mme piace sulo ’o ccafè che mme faccio stesso io c’ ’a machinetta». Se ne beve n’atu ppoco d’ ’a tazzulella e ttorna a gguardà ’ncopp’ô giurnale. “Comunque, è overo pure chello che scrive ’stu giurnalista: “In assenza di relazioni personali da vicino, sta cambiando la percezione degli altri”. E ssì, pecché – ’o ccapite meglio ’e me vuje che ssite nu prufessore – nun ce parlammo cchiù faccia a ffaccia, nun ce astrignimmo cchiù ’e mmane, nu’ ddammo n’abbraccio manco ê fammeliare… E cchesta che rrobb’è! Simmo addiventate tuttequante immaggene ’ncopp’ô telefono e ô compiutèr… ’O vvedite, ’o ddice pure nu pissicologo ’ntervistato d’ ’o giurnalista: “Le persone ormai si relazionano solo virtual…mente (bah, chesta nu’ ll’aggio capita buono…) e così rischiano di trasformarsi in immagini senza corpo, in icone, comunicando con noi come spiriti evocati da una medium”. Mamma d’ ’o Carmene! E cche bbrutta cosa! ’Nzomma, prufessò, in poche parole ’stu signore dice ca, a ppoco a ppoco, stammo addiventanno comm’a ffantaseme…”.
A cchistu punto s’interrompe pe ssèntere ’a resposta d’ ’o vicino.
«Che ddicite? No, prufessò. Chillo ch’è ppassato mo mmo adderet’a mme nunn è nu fantasema…E bbravo! Tenite pure genio ’e pazzià!… No, avess’a essere ’o guaglione d’ ’o chianchiere…sì, ’o macellaro, ch’è ssagliuto pe ppurtà ’o spezzatino p’ ’a genuvese… Me pareva ’e sentere ’o campaniello d’ ’a porta… sarrà gghiuta muglierama… Comme dicite? “Ci sono rimasti ormai solo i piaceri della carne”? Neh, ma comme state spirituso stammatina! Overamente a mme me piace assaje ’o rraù… però – detto tra noi – essa nunn ’o ssape fa’ comme Dio cumanna, accussì m’accuntento d’ ’a genuvese…”.

Pascale s’avota, pe pparlà c’ ’a mugliera, che sta dinto casa.
“Marì, dincello ô guaglione c’ ’a vota passata ’a carne ’e vitello era troppa tosta, capito?… Ah, fatte purtà quacche sasiccia…m’arraccumanno, a ppunta ’e curtiello…”.
Torna a bbevere nu surzo ’e cafè e a pparlà c’ ’o vicino.
“Prufessò, e…vvuje nun me dicite niente? Saccio ca tenite nu sacco ’e prubbleme cu ’stu fatto ca ’e scole stanno ancora ’nzerrate… È overo: ce stanno già nu cuofeno ’e perzone che ffaticano ’a casa…comme diceno?… Ah, che ffanno ’o smartuorchìng. ’Nzomma, comme parlaje n’amico d’ ’o mio, praticamente mo stammo turnanno ê tiempe antiche, quanno se faceva ‘casa e pputeca’…! Però, scusate, a ffa’ ’o prufessore me pare c’avess’a essere na cosa deverza… Che nne ddicite? Vabbuò, ’o ssaccio ca pure vuje facite chillu fatto ’e fa’ lezzione a ddistanza, però nunn è ’o stesso ca parlà a gguagliune e gguaglione ‘ncarne e ossa, dico bene? Ah, tutte ’e juorne ve state culleganno cu ll’aule virtuale? Certo, è mmeglio ca niente…però, scusate, io nu’ ccapisco comme facite a ’mparà l’italiano, ’a storia e ’a giografia sulo parlanno ’nfaccia a nnu compiutér. Ah, ’nce stanno ’ncoppa tutte ’e ffaccelle d’ ’e studiente vuoste? Nu’ ddiscuto. Vuje ’e lezziune overo ’e ffacite, ma comme facite a pparlà sulo cu ffigurelle ’ncopp’a nu schermo? Comme? Ll’interrogate pure? E cche v’aggi’ ’a dicere, prufessò? A mme me pare c’accussì è comme si parlasseve cu ’e spìrete…Sì, me pare ca state facenno lezzione ê fantaseme!… E poi… Permettite? Me sta chiammanno muglierama…”.
Pascale s’avota ancora verz’ ’a stanza ’e lietto.
“Che d’è, Marì? Ha bbussato pure ’o guaglione d’ ’o salumiere? No, nu’ pozzo. Sto pparlando c’ ’o prufessore. Pienzace tu a ffallo trasì…”.
Po’ torna a gguardà for’ô bbarcone. “Scusate l’interruzzione, prufessò. Che stevo dicenno?… Ah! Ca è comme si vuje facisseve lezzione a ffantaseme, no a guagliune overe… Comme? Vuje dicite ca ognuno tene ’e fantaseme suoje? Po’ essere, prufessò. Po’ essere pure…”..

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

Fondata nel VI secolo a.C. Napoli vanta una storia particolarmente antica ed è infatti tra le città più antiche del pianeta. Molti dei suoi monumenti storici sono impressionanti e ben conservati, tra cui la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Gravina e il...

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Il progetto sarà presentato domani lunedì 6 giugno, alle 17,30, presso The Spark in piazza Borsa. Si tratta di un'iniziativa che si inserisce nella guerra al melanoma - il tumore killer della pelle - e all'inquinamento del mare. E' stata messa a punto da Marevivo e da...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te