(Video) Piazza del Plebiscito, acceso l’albero di Natale: simbolo della luce della rinascita economica e sociale

da | Dic 13, 2020 | Cronaca

Confesercenti Campania, in collaborazione con il Comune di Napoli ha installato in piazza del Plebiscito un albero di Natale di 14 metri di altezza e 7 di diametro, simbolo della luce della rinascita economica e sociale.

È stato inaugurato ieri sera alle 18.30 in piazza del Plebiscito l’Albero di Natale di Napoli, donato da Confesercenti Campania con l’Associazione Luminarie Italiana, in collaborazione con il Comune di Napoli. Presenti all’accensione dell’installazione, oltre al Presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’Assessore al Commercio e alle Attività Produttive del comune Rosaria Galiero, l’Assessore ai Giovani, all’immagine e alla promozione della città Alessandra Clemente e il Presidente dell’Associazione Luminaria Italiana (associata a Confesercenti) Antonio Spiezia. «Con quest’albero  – ha detto Vincenzo Schiavo – abbiamo sottolineato come fosse necessario dare un simbolo di “luce” e di speranza a Napoli, alle famiglie, ai giovani e soprattutto ai commercianti di questa città che stanno soffrendo più di tutti. Il nostro verticale, l’Associazione Luminarie Italiana, che costruisce e illumina tante città, ha voluto fare questo dono a Napoli e ai nostri commercianti. C’è un arcobaleno che lo fascia, un altro simbolo di speranza: invochiamo serenità e tranquillità, in modo che a breve possa finire questo dramma che ha colpito l’economia, i lavoratori e le famiglie di questa città e della nostra regione. Il 2021 deve essere un anno di rinascita, dobbiamo prepararci con questo auspicio, facendo in modo che le imprese, che sono in enorme difficoltà, risorgano. Confesercenti intende sostenere la reazione e la ripresa, non lasciando indietro e non dimenticando alcuna attività commerciale. Questa terra deve ripartire trascinando il Sud, il compito della Campania è quello di fare da traino dell’economia per cancellare ogni differenza tra Meridione e Settentrione d’Italia».

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha sottolineato: «Ringraziamo Confesercenti di Napoli e Campania per questa splendida iniziativa. Il Comune di Napoli intende, con questa installazione, sottolineare l’importanza di un concetto: quest’anno ci stringiamo alle persone che stanno in difficoltà, riscoprendo il senso dell’importanza della vita, della natività, della famiglia e dell’amore per la nostra Napoli».
L’Albero di Natale resterà illuminato, giorno e notte, sino all’Epifania e per tutte le feste di Natale. È alto 14 metri con un diametro di 6 metri, una struttura in alluminio leggera (circa 500 chili) che consuma poco, essendo in led e quindi eco-friendly. Sono 7000 i led accesi, la cascata di arcobaleno richiama il tema corrente della pandemia, sulla scorta del messaggio “andrà tutto bene”. Per costruirlo sono stati necessari circa 10 giorni, per installarlo due giorni. Uno simile, leggermente più piccolo, sarà installato tra il 15 e il 16 in Piazza Risorgimento a Roma, sempre a cura dell’Associazione Luminarie Italiana. In questo senso Antonio Spiezia, presidente di tale associazione, affiliata a Confesercenti, spiega: «Quest’albero è stato donato per avere visibilità agli occhi del governo e dello stato, per i quali siamo invisibili, visto che non ci è stato riconosciuto alcun sostegno o anche un semplice sgravio. Con questa luce vogliamo far aprire gli occhi a chi dovrebbe tenderci una mano: ci sono tante famiglie che vivono attraverso questo mestiere, mettendoci passione e arte da intere generazioni».

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te