Napoli batte Sampdoria 2-1 in rimonta, prima vittoria nello stadio Diego Armando Maradona

da | Dic 13, 2020 | Calcio Napoli

Napoli-Sampdoria 2-1 in rimonta, prima vittoria nello stadio ribattezzato Diego Armando Maradona, a Jankto rispondono Lozano e Petagna.

Rispetto a giovedì in Europa League, mister Gattuso cambiaalcune pedine della formazione titolare, ad affrontare la Sampdoria di Ranieri quindi ci sono: Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Ghoulam; Demme, Ruiz, Zielinski; Politano, Insigne, Mertens.

Inizia il match, ottimo approccio degli azzurri che sin da subito gestiscono l’iniziativa con una buona gestione della palla fin quando, al sesto minuto, Zielinski si libera al limite dell’area e calcia di sinistro, tiro debole che non crea grossi grattacapi al portiere Audero. Minuto 7, su un errato disimpegno di Di Lorenzo nasce il primo corner per la Samp ed iniziano 2 minuti di sbandamento degli azzurri, sugli sviluppi del calcio d’angolo pericolo per la porta di Meret ma Koulibaly spazza, fase dove i ragazzi di Gattuso subiscono l’aggressività della Samp. Momento di sbandamento che sembra finire al minuto 10 qunado il Napoli inizia a tenere nuovamente le giuste distanze e a far girare palla, possesso palla che come spesso accade nella squadra di Gattuso, è sterile e non crea grossi pericoli per la porta blucerchiata. Minuto 20 Sampdoria in vantaggio, ripartenza veloce dei ragazzi di Raniere, Verre lancia per Jankto, stop a seguire ma si allunga la palla, Meret non legge bene la situazione e rimane in porta, il 14 blucerchiato arriva in area e con una botta di sinistro sotto la traversa trova il gol. Reazione Napoli che latita clamorosamente, oltre a tentare uno inutile giro palla i partenopei sembrano avere le idee appannate. Si arriva al minuto 36 per creare un vero pericolo per Audero, Insigne scarica per Ghulam il quale crossa di prima intenzione sul primo palo dove arriva Mertens che riesce ad anticipare i difensori, Audero è attendo e blocca in due tempi. Minuti 44 bella trama tra Insigne e Mertens, il capitano azzurro si libera al limite dell’area e calcia di destro, Audero deve tuffarsi alla sua destra per deviare in angolo. In chiusura dei primi 45 minuti, una punizione dal limite dell’area di Insigne finisce sulla barriera, La Penna manda tutti negli spogliatoi, bruttissimo Napoli che nuovamente, dopo aver messo a segno 8 gol nelle ultime due partite di campionato, si inceppa davanti alla porta sbagliando l’ultimo passaggio e subendo le ripartenze dell’avversario.

Inizia il secondo tempo e a conferma della brutta prestazione del primo tempo, arrivano subito 2 cambi, Petagna sostituisce Ruiz e Lozano per Politano,cambiando così assetto tattico. Si vede immediatamente un altro Napoli, più aggressivo e più cattivo in attacco. Minuto 53 pareggio Napoli, Insigne recupera palla sul vertice alto dell’area blucerchiata, scarica per Mertens che mette un cross preciso per Lozano che dal centro dell’area non può sbagliare e batte Audero. Napoli all’assalto per trovare il gol del vantaggio, la Doria sembra alle corde, minuti 61 Manolas di testa anticipa una ripartenza della squadra di Ranieri, la palla arriva a Lozano che in posizione regolare controlla e calcia di destro, Audero è battuto ma la palla si stampa sul palo. E’ tutta un’altra squadra quella scesa in campo nella ripresa, Gattuso si sarà fatto sentire negli spogliatoi e i risultati si vedono. Minuto 68 arriva il vantaggio Napoli, Lozano affronta Augello e lo salta, arriva sul fondo e mette un pallone preciso per Petagna, il ragazzone numero 37 impatta la sfera di testa con violenza e la scaraventa alle spalla di Audero, terzo gol per l’ex Spal. Inizia a controllare il risultato la squadra di Gattuso, non limitandosi però a qualche folata offensiva per trovare il terzo gol. La partita scivola al 40esimo senza altre emozioni, nei 5 minuti restanti la Sampdoria prova a riaffacciarsi in attacco con il Napoli che tira un pò il fiato, grossi pericolo però non riescono a crearne i doriano e la partita volge al termine.

Vittoria importante del Napoli che da continuità in campionato, terza vittoria consecutiva e terzo posto in classifica, aspettando sempre l’esito del riscorso. Cambi fondamentali per Rino, dopo Petagna e Lozano, il messicano decisivo nel cambiare la partita e senza dubbio il migliore in campo, Bakayoko, Mario Rui e Lobotka danno fiato a chi aveva speso di più. Mercoledì gli azzurri voleranno a Milano per affrontare l’Inter, bisognerà evitare di presentarsi in campo come nel primo tempo di questa partita, dove il Napoli era veramente irriconoscibile, privo di idee e con scarsa intensità.

Napoli: che sorpresa!

Napoli: che sorpresa!

Grande inizio di stagione. E i tifosi tornano a seguire la squadra con passione Dopo appena cinque giornate di campionato è pericoloso azzardare pronostici soprattutto in chiave partenopea, ma in generale si può affermare che le previsioni della vigilia secondo cui la...

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Sampdoria, Osimhen incontenibile firma una doppietta, doppio assist di Insigne e Lozano, Ruiz raddoppia mentre il sigillo è di Zielinski. Cinque vittorie su cinque e azzurri primi a punteggio pieno. Poker bis - Seconda vittoria...

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0, prima vittoria dell'era Spalletti nel giorno del suo battesimo al Diego Armando Maradona e finalmente ritornano i tifosi allo stadio. Napoli-Venezia è anche la prima partita di Spalletti, da allenatore del Napoli, nell'impianto di Fuorigrotta...

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te