Sorrento Positano Digital Running Festival, al via la gara virtuale: runners in collegamento da tutto il mondo

da | Dic 7, 2020 | Sport

Partiti. Il Sorrento Positano Digital Running Festival è cominciato in tutto il mondo. Ed arrivano testimonianze dalle centinaia di atleti coinvolti da Sydney, piuttosto che da Praga, o Berlino o Valencia dove oggi si è corsa una mezza maratona da record del mondo. Se i runner e i loro familiari non hanno potuto raggiungere la costiera sorrentina a causa delle restrizioni sanitarie dovute al Covid19, sono state Sorrento, Massa Lubrense, Positano, e la tante bellezze della Costiera ad andare dai runner di tutto il pianeta, ovunque si trovino, grazie alla nuova versione digitale

PROMOZIONE SPORTIVA

Un evento per tutti gli sportivi, anche per coloro che magari giocano a calcio, pallavolo o altre discipline ma in queste settimane a causa delle restrizioni sanitarie non possono farlo. Correre, in forma individuale, è consentito, correre è libertà ed è la base per ogni attività fisica e per portare benessere a se stessi. Un evento nato per la promozione sportiva che Coni e Csi hanno sposato nelle sue finalità.

LE TESTIMONIANZE

Carl da Sydney racconta sui social: “Oggi la giornata era strepitosa. Cuffiette e scarpette ho corso lungo il mio percorso abituale i 10 km che ogni giorno aprono la mia mattinata. Il tutto con le musiche napoletane che mi ricordano del viaggio in Campania. Ora caricherò i dati e domani credo di completare la 27 km cui mi sono iscritto”. Da Napoli sotto una pioggia battente gli fa eco Marco: “Sveglia sul tapis roulant per 5 km. Sono iscritto alla Ultra Maratona, ma ho un mese per completarla”. E Raffaele aggiunge: “Io ero sotto la pioggia, ma ci ritornerò per migliorare il tempo quando il meteo sarà migliore”. Mirela dalla Romania fa sapere: “Thank you. It is my first Ultramarathon and a gift for my 62 years old”. Di messaggi su questo tenore ne arrivano in continuazione sullo spirito della grandi maratone virtuali che poi prevedono una classifica in tutto il mondo.

COME FUNZIONA

Sorrento Positano Digital Running Fest si potrà infatti liberamente camminare o correre in ogni dove da oggi al 31 dicembre, sulle consuete distanze: ultramaratona da 54km, Panoramica 27km, Family Run 10km. Distanze più che raggiungibili per tutti, anche per i neofiti, anche per coloro che non corrono abitualmente tanti chilometri, perché, è bene sottolineare, è possibile coprire e suddividere la distanza in più allenamenti, sempre tra il 6 e il 31 dicembre: la somma dovrà portare alla distanza prescelta.  Si potrà correre dove si vuole, sempre nel rispetto delle normative sanitarie vigenti delle varie regioni o nazioni nel mondo e sarà possibile dare prova della propria corsa o camminata registrando la prestazione su un GPS tracker o con un app come Strava, Runkeeper, Garmin etc, si dovrà poi caricare i risultati sulla piattaforma Realbuzz nella propria area dedicata denominata Festival Zone. E’ consentito correre anche sul Tapis Roulant.

 Così anche un semplice camminatore potrà facilmente sognare il traguardo e la medaglia della 54km, basteranno ad esempio 10 camminate (sono 24 giorni totali) da 5,4km circa cadauna. Oppure magari un runner per la 27km può scegliere di dividere la distanza in 2 o 3 allenamenti. Tutti possono farcela, e avere un obiettivo nel proprio cuore e nella propria testa è importante. Il Sorrento Positano Digital Running Festival può essere l’obiettivo giusto in questo difficile 2020.

Oggi la tecnologia consente di poter correre in ogni luogo del pianeta ed essere comunque in sintonia e far parte di una grande manifestazione di carattere internazionale come la Sorrento Positano che si è svolta negli anni scorsi in forma classica. Anche quest’anno non mancheranno le emozioni, il sudore della corsa, il gusto della sfida, le gambe che bruciano per la fatica e il benessere scaturito dall’attività sportiva.

LA FESTIVAL ZONE

È un Expo virtuale, è il nostro modo di portare l’esperienza di gara e la Sorrento Positano a casa di ogni runner del mondo.  Ci sono consigli di allenamento, video turistici della splendida costiera Sorrentina ed Amalfitana e consigli su come raggiungerle, cosa vedere, cosa mangiare e molto altro ancora.

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Ancora non sono riuscito a capire se il ministro Vincenzo Spadafora si stia comportando con il calcio e tutte le sue componenti come il bimbo che porta il pallone nel parco o nel cortile di casa che vuole decidere lui solo chi degli altri bimbi deve giocare, come deve...

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

È diventato un braccio di ferro, politico ma non solo. Economico, sociale, ideologico? C'è di tutto dietro il “no” alla ripresa degli allenamenti di calcio per le società il 4 maggio prossimo. Ma c'è soprattutto l'arroganza, quella dell'inusuale tandem politico...

Ma questa politica è contro il calcio?

Ma questa politica è contro il calcio?

Oltre la notoria capacità degli italiani nell'arte di arrangiarsi, dimostrata una volta di più anche in occasione del Coronavirus, i "domiciliari" forzati cui siamo tutti costretti mi hanno portato una visione tragica e umoristica anche di questi momenti dolorosissimi...

Kenny Dalglish positivo al Coronavirus

Kenny Dalglish positivo al Coronavirus

Kenny Dalglish è risultato positivo al Coronavirus. A comunicarlo è il Liverpool, il club in cui lo scozzese ha scritto pagine di storia alzando svariati trofei da giocatore, in primis tre Coppe dei Campioni, e da allenatore. "Dalglish", si legge nel comunicato dei...

Scherma, rinviati i campionati italiani olimpici e paralimpici

Scherma, rinviati i campionati italiani olimpici e paralimpici

I Campionati italiani olimpici e paralimpici di Scherma sono rinviati. L’evento, previsto dal 4 al 7 giugno 2020 al PalaVesuvio di Napoli, è spostato al prossimo autunno, con data ancora da definire, dopo la sospensione dell’attività agonistica sul territorio...

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020 In occasione della giornata mondiale dello sport Videotutorial dell’argento mondiale nel nuoto Angela Procida“A Tokyo non andrò solo per partecipare. Teniamoci in forma per le Paralimpiadi e la vita di tutti i giorni.”La...

Sport in casa, i napoletani primatisti in indoor rowing

Sport in casa, i napoletani primatisti in indoor rowing

In giorni in cui si è costretti a stare a casa e a fare movimento o ginnastica nelle proprie abitazioni, ci sono tre giovani campani che si sono fatti valere e che hanno addirittura battuto primati. Il primo è Giovanni Abagnale, che ha vinto una medaglia di bronzo a...

“Calcio, impossibile allenarsi in questo momento”

“Calcio, impossibile allenarsi in questo momento”

di Marco Martone Ha collaborato con alcuni grandi allenatori del calcio internazionale e ha fatto parte, nel ruolo di preparatore atletico dello staff medico di tante squadre, tra cui il Napoli. Eugenio Albarella vive questo momento di grande emergenza da cittadino ma...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te