Mascare e mmascarine

da | Nov 28, 2020 | Cronaca

’Ntiempo ’e pandemia ce stanno paricchie dutture Balanzune, prufessurune e scienziate che ssanno tutto lloro

Me capitaje ’e leggere n’articulo interessante ’ncopp’ê mmascarine c’ausammo tutt’ ’e juorne pe cce pruteggere d’ ‘o cuntaggio. Se spiegava ’nfatte comme facimmo a ccanoscere chelle ‘verace’, che cce pônno da’ cchiù ssecurezza. ’Sti mmascarine – chelle ‘chirurgeche’ comm’a ccchelle ‘filtrante’ – oramaje ’e pputimmo truvà a ttutte parte, però nu’ ssongo tuttequante secure e ccertificate. Pecchesto, buono facimmo a gguardà chello che sta scritto ’ncopp’â cunfezzione, cuntrullanno si ’nce stanno ’e ddiciture juste e ’o marchio CE, e si rispettano ’e nnorme UNI EN 14683:2019 o UNI EN 149:2009. Però nun ve voglio parlà ’e ’sti fatte, che ssongo ’mpurtante ma assaje tecniche.
Chi me canosce sape ca chello che m’interessa assaje e mme cellechéa ’o cerviello songo uriggene e storia d’ ’e pparole, che spisso ausammo senza manco ce penzà. Chi maje ll’avarria ditto ca, ascenno â via ’e fora, ce sarriamo preuccupate ’e ce purtà appriesso guante, disinfettante e mmascarine medeche? Chi l’avarrìa sulo ’mmagenato ’e vedé a ccentinara ’e migliara ’e napulitane – giuvene e vviecchie – che ffanno passo e spasso p’ ’a cetà purtanno na mascarina ’ncopp’â faccia? Tanno ’e mmascare se vedevano sulo a Ccarnavale o p’ ’a festa ’e Piederotta. Erano spassose, culurate e mmettevano allerìa. No comm’a cchelle ’e mo, che pparlano sulo ’e malatia…

Ma ’o vvulite sapé d’addò vene ‘mascara’, che ttruvammo quase tale e quale int’ ’a lengua frangese (masque), ’ngrése (mask) spagnuola (màscara), germanese (Maske), russa (маска) e ggreca (μάσκα)? L’etimologgia nunn è secura secura, però pare ca ’sta parola vene d’ ’o latino medievale, cu ’o segnificato ’e ‘janara’, ‘strega’. Primma ancora, forze l’uriggene era longobbarda, pe vvia ca sta scritta pure dint’a ll’Editto ’e Rotari. ’E ‘mmascare’, pirciò, appauravano già ê tiempe antiche, facenno venì a mmente fattucchiare, spìrete e mmalombre. A Rroma – comme pure a Ppumpeje – ’e mmascare s’ ’e mmettevano ’nfaccia chille che ffacevano triato (latinamente se chiammavano personae, pecché servevano a ffa’ sunà cchiù fforte ’e vvoce…), e ll’accòlete d’ ’e ccungreghe ’e Bacco e Ssileno. Pure ’e ggente africane ll’aveno sempe ausate int’ê cceremmonie religgiose, comm’a nu strumiento pe ttrasì int’a nu munno maggeco e ssacro.
Ô medioevo, quanno capitavano ’e ppestilenze, ’e miedece ’e tanno se mettevano mascare cu nnase luonghe luonghe, addò astipavano spiezzie prufummate, pe nnunn essere appestate d’ ’o fieto d’ ’e malate e ppe nnu’ sse fa’ ’nfettà. ’A chelle streuze ‘mascare d’ ’o spezziale’ nascettero chelle che mmo ce mettimmo ’nfaccia pure nuje, pe ccuntrastà ’sta mardetta pandemia ’e Covìdde. Janche, celeste o disegnate, songo addeventate nu sìmmolo ’e ’stu tiempo periculuso, addò nun ce mascarammo cchiù né pe ccelebbraziune religgiose e mmanco pe rridere, pazzià e ce spassà cu ll’ata gente mmiez’a via, ma sulo pe cce addefennere ’a ll’ata gente e nnu’ cce piglià ’e malatie lloro. So’ ffernute ’e tiempe belle ’e na vota, quanno gruosse e ppiccerille se mascaravano ’a Pulecinella, Allerchino o Balanzone. Comunque pure mo ce capita ’e vedé – specialmente pe ttelevisione – perzunaggie che ce arricordano a Ccarnavale.
’Ncopp’a ttutto mmiez’ê puliteche nu’ mmancano pulecenelle, chille che ddiceno â ggente: “Armàmmoce…e gghiate!” e ppure chille ca “’e ssische ’e tteneno p’applause”. Overamente ce stanno pure assaje allerchine, che se metteno ’ncuollo casacche cu tutte ’e culure, siconno a ccomme lle cunvene, accussì nun se sbagliano maje… Mo – ’ntiempo ’e pandemia – ce stanno paricchie dutture Balanzune, prufessurune e scienziate che ssanno tutto lloro ma che, quanno songo ’ntervistate, nu’ ffanno che rrepetere chello che ggià sapevamo, però cundicennolo cu ggranne protucopia. E nu’ mmanca pure Capitan Spaventa, nu spaccamuntagne che se crede chissacchì e sta sempre a ppuntà ’o dito contr’a quaccheduno e a mmenaccià sfracielle. Però ’sti mmascare nun ce fanno propio ridere e, primma o doppo, venarrà ’o tiempo ca sarranno…smascarate.

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te