Morte Maradona, il medico: “Nessun segno di violenza, faremo un’autopsia”. Il risultato arriverà già nelle prossime ore

da | Nov 25, 2020 | Cronaca, Primo piano

Mentre i tifosi argentini sono fermi e piangono fuori alla casa di Tigre dove viveva Maradona, un medico annuncia ai giornalisti presenti che “non c’è nessun segno di violenza sul corpo di Maradona, la cui morte si presume sia giunta per cause naturali” ma che tuttavia “il corpo di Maradona sarà sottoposto all’autopsia necessaria per stabilire le cause del decesso”. L’uscita del camion della Polizia scientifica con a bordo il corpo di Diego è veloce per evitare che la folla di fan e tifosi radunata fuori all’abitazione di Maradona possa bloccarne il viaggio verso l’ospedale dove sarà eseguita l’autopsia.

I risultati degli esami sul corpo del fuoriclasse argentino sono attesi nelle prossime ore. I primi risultati dell’autopsia di Diego Maradona, infatti, potrebbero essere già noti oggi, secondo quanto riferisce il canale televisivo argentino TN. Si prevede che la procedura richiederà diverse ore, ma i risultati potrebbero essere noti nella serata argentina, la notte europea. Diego Armando Maradona, campione del mondo 1986 con l’Argentina e simbolo del Napoli, è morto il 25 novembre: lo stesso giorno in cui ci hanno lasciato George Best e Fidel Castro. Maradona si trovava a casa sua dopo essere stato dimesso il 12 novembre scorso dall’ospedale, dov’era stato sottoposto ad un intervento chirurgico al cervello. Secondo i media argentini la causa preliminare del decesso è stato un arresto respiratorio e cardiaco.

Maradona si era alzato alle 10 del mattino dal letto ma non si sentiva bene. Purtroppo, però, non è stato possibile compiere l’ultimo miracolo della sua straordinaria vita.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te