Riaprite l’ospedale militare di Agnano

da | Nov 21, 2020 | Cronaca

La struttura è stata ristrutturata nel 2018 e potrebbe essere utilizzata per far fronte all’emergenza dovuta all’epidemia da Covid-19

Il sistema ospedaliero della Campania è praticamente saltato. Le drammatiche scene dell’assalto al Cardarelli e al Cotugno, la carenza di bombole per l’ossigeno e tutte le altre complesse situazioni di difficoltà fanno intendere che occorre, in tempi ristretti, reperire nuove strutture (e nuovi medici e infermieri). Si sta facendo largo, in queste ore, la proposta di riaprire l’ospedale militare di Agnano, utilizzato fino al 2002 dalla base americana di Bagnoli e abbandonato, ma restaurato nel 2018. Servirebbe per offrire supporto ad un comparto sanitario appunto in gravi difficoltà per l’emergenza Covid-19. Ed appare francamente strano pensare che finora nessuno abbia ritenuto di doverlo, senza indugi, tentare di riciclare, visto che, a meno di imprevisti, potrebbe essere reso funzionale in breve tempo.

L’ospedale sorge ad Agnano, nel comune di Pozzuoli, è stato edificato nella metà degli Anni 60 e si sviluppa con andamento quasi a ferro di cavallo. È stato utilizzato sin dalla sua costruzione, fino al 2002, come Ospedale della Marina Militare Americana.
L’edificio si compone di otto piani, con una superficie di 9000 metri quadrati. Ogni piano ha una superficie di circa 1.000 metri quadrati, tranne il piano rialzato ed il seminterrato che hanno una superficie di circa 1.500 metri quadrati. È servito da 3 scale e da 3 ascensori. L’area esterna ha una superficie di circa 11.000 mq, con annessi ampi parcheggi autonomi e recintati per varie centinaia di autovetture ed un eliporto che facevano parte della base della Marina Americana di Agnano.
Ad aprile 2018 sono stati operati lavori di radicale riqualificazione dell’immobile, nonché quelli di adeguamento alle norme antisismiche ed attualmente è libero da tutte le partizioni interne. Quando è scoppiata l’epidemia da Coronavirus sono state già avanzate proposte di riapertura, rimaste però lettera morta. I primi ad avanzare la richiesta fare la proposta furono gli attivisti di Bagnoli Libera, comitato civico per la riqualificazione dell’area ai quali si aggiunsero i consiglieri comunali dei Verdi Stefano Buono e Marco Gaudini, insieme all’ex rappresentante del consiglio dell’Italsider di Bagnoli nonché ex consigliere comunale di Rifondazione comunista Mario Esposito.
I tre indirizzarono una comune richiesta al presidente della Regione Vincenzo De Luca proponendo l’utilizzo dell’ex ospedale militare americano di via Scarfoglio. “Una volta avviate le procedure previste dalla legge per ospitarvi persone in sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario o domiciliare – dicevano Buono, Gaudini ed Esposito – si potrebbe utilizzare una struttura già nata per fini di cura e ristrutturata di recente. Speriamo che il governatore De Luca valuti la nostra proposta per alleggerire gli ospedali napoletani al momento in grande difficoltà”. Ma a questa richiesta non è mai giunta risposta.
Se utilizzata la struttura potrebbe mettere a disposizione in pochissimo tempo numerosi posti letto per le varie terapie e potrebbe diventare, con l’utilizzazione di alcuni dei piani, anche semplicemente ospedale Covid per ospitare i contagiati in quarantena che non presentano sintomi gravi.

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te