Napoli, de Magistris: “Con l’approvazione del bilancio molte nuove assunzioni”

da | Nov 16, 2020 | Cronaca

“Oggi è una giornata davvero importante per la nostra città. Tra l’altro, venerdì sera, grazie al lavoro del mio capo di gabinetto e degli uffici bilancio e ragioneria, ho firmato un emendamento che porterà, con l’approvazione del bilancio in consiglio comunale nella giornata di oggi, all’assunzione di tutti i restanti Lsu (lavoratori socialmente utili) del Comune, quasi 300 persone, con retribuzione al 100%. È un risultato storico fortemente voluto che risolve un ingiusto precariato pubblico di circa trent’anni”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

“In più – aggiunge il primo cittadino – solo per il comparto lavoro, in una fase di pandemia sanitaria e sociale così drammatica, con l’approvazione del bilancio si consolideranno assunzioni per le aziende ABC, ANM, ASIA e NAPOLI SERVIZI per circa 1000 persone, per gli anni 2020/2021 con procedure che partiranno appena approvato il bilancio. Inoltre, per il Comune di Napoli, sarà bandito nell’anno 2021, sempre all’ esito dell’approvazione del bilancio, un concorso per dirigenti a tempo indeterminato di circa 70 unità. Inoltre, scorrimento integrale delle graduatorie della polizia municipale e proroga dei contratti a tempo determinato delle unità già assunte. Ancora, per l’anno 2021 assunzioni di 200 poliziotti municipali, circa 200 unità tra graduatorie FORMEZ di varie categorie, ed inoltre avvocati, funzionari scolastici, agronomi. Ed ancora, la cd. progressione verticale, attesa da anni, per circa 500 dipendenti nelle varie categorie tra A e D. Per non parlare delle migliaia e migliaia di posti di lavoro collegati, anche indirettamente, all’approvazione del nostro bilancio in consiglio comunale. Sono segnali, anche assai concreti, per il lavoro, in un momento così drammatico della nostra città.  Sarebbe un durissimo colpo alla città ed a tantissime famiglie, già così colpite da nove mesi di sacrifici e sofferenze, se tutto questo lavoro fosse vanificato dalla mancata approvazione del bilancio”.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te