“Cara Martina, vieni al Pascale che ti curiamo noi”, da Napoli la risposta al messaggio di aiuto di una una giovane milanese

da | Nov 8, 2020 | Cronaca

L’Istituto dei tumori di Napoli risponde all’appello di una giovane donna milanese che su Instagram ha denunciato la difficoltà ad essere curata nella sua regione il giorno in cui le hanno annullato l’intervento causa Covid

“Io parlo per me, eppure credo di dar voce a tanti: ci vengono annullati gli interventi, la situazione è grave, ma non possiamo far spegnere la sanità per il Covid”. È il grido di allarme che Martina Luoni, 26 anni, di Milano,  malata di cancro, lancia sui social nel giorno in cui le arriva la notizia che il suo intervento è stato annullato perché la sanità lombarda, causa Covid, non può più curarla. Un sos che viene raccolto dalle tv e da alcuni giornali on line e che non sfugge al direttore generale del Pascale di Napoli, Attilio Bianchi, che legge il grido accorato di questa giovane donna, da tre anni affetta da tumore al colon, si consulta con il management e con gli oncologi dell’Ente e decide che, sì, Martina può venire a curarsi a Napoli. Per comunicare con la giovane usa lo stesso mezzo che ha usato lei: la pagina Istagram del Pascale.
“Cara Martina – si legge nel post – sono il direttore generale dell’Istituto nazionale dei tumori Pascale di Napoli. Ho letto sui social il tuo problema, ti offro la disponibilità del nostro Istituto ad affrontarlo insieme con te.  Contattaci, ti invio il mio indirizzo mail:direzionegenerale@ istitutotumori.na.it”.
Si apre forse una speranza per questa ragazza che tre anni fa scopre di avere un tumore al colon con metastasi al fegato. Seguono cure e operazioni, poi la svolta: la malattia è scomparsa. Ma è solo una tregua. Il tumore ritorna nel 2019. Martina passa da un ospedale all’altro. Poi per lei le cure si fermano con l’emergenza Covid.
L’ultimo intervento salta e non si sa quando potrà effettuarlo.
“L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”di Napoli raccoglie l’appello lanciato da Martina, 26 anni, di Milano, malata di cancro, nel giorno in cui le arriva la notizia che il suo intervento è stato annullato perché la sanità lombarda, causa Covid, non può più curarla. Il Pascale è pronto ad accogliere questa paziente.
La sanità campana, anche durante l’emergenza Covid, non ha mai fermato gli interventi oncologici” è il commento del governatore della Campania Vincenzo De Luca sul caso della giovane milanese.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te