Forcella, banda rapina ambulante pakistano: arrestati due rapinatori

da | Nov 7, 2020 | Cronaca

I Carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato per rapina 2 giovani di origine nord-africana.

Siamo a piazza Calenda e sono quasi le 23. Lo hanno accerchiato e colpito al volto prendendolo a pugni. Gli hanno tolto i mille euro che aveva in tasca e preso con la forza anche il suo cellulare. Sono in 3 e di origine africana. Alla scena assiste un altro uomo che chiama il 112 e li insegue. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli – allertati dalla centrale operativa che era in contatto telefonico con il “testimone” – si mettono sulle loro tracce e li trovano nella vicina via ponte della maddalena.

Due vengono bloccati mentre un terzo riesce a sfuggire. I militari dell’Arma perquisiscono i due ragazzi 19enni, il primo è originario del Gambia mentre il secondo è nigeriano. Nelle loro tasche i 700 euro della vittima (l’altro denaro era nelle mani del fuggitivo). I carabinieri hanno restituito il denaro al legittimo proprietario – un cittadino pakistano che sbarca il lunario come rivenditore ambulante – che ha riconosciuto i suoi aggressori e recuperato il proprio cellulare che era caduto durante l’inseguimento.

Gli arrestati sono stati tradotti al carcere in attesa di giudizio. Sono in corso indagini per individuare il complice.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te