Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito dei servizi di controllo sull’osservanza delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, ha rintracciato nei pressi del Molo Beverello una bambina di 12 anni che nella mattinata di ieri era scomparsa da Rieti.
In particolare, una pattuglia del II Gruppo Napoli, nei pressi del Molo Beverello, ha notato la giovane che si aggirava visibilmente spaesata e tremante nei pressi della zona imbarchi per Capri del Molo Beverello e, insospettiti, i Finanzieri l’hanno avvicinata facendole alcune domande.

In un primo momento la minore aveva chiesto ai militari i soldi per pagarsi il biglietto ed anche per questo inconsueto atteggiamento la pattuglia ha adottato le giuste cautele per capire gli esatti contorni della situazione.
La dodicenne ha ricostruito sommariamente con i Finanzieri i suoi movimenti, raccontando di aver finto di entrare a scuola a Rieti dove era stata accompagnate dalla madre, per poi raggiungere la fermata dell’autobus e dirigersi verso Roma, proseguendo poi in treno per Napoli. Il suo obiettivo era quello di raggiungere l’isola di Capri.
È stata perciò informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli che ha dato tutte le indicazioni utili, affidando la gestione della bambina ai Servizi Sociali del Comune di Napoli, fino all’arrivo dei genitori presso la Caserma “Brigadiere Raffaele Denza” della Guardia di Finanza, sede del II Gruppo Napoli – Porto.