Rischio lockdown, commercialisti in prima linea per i contribuenti

da | Ott 24, 2020 | Cronaca

Giuseppe Puttini, candidato presidente della lista “Cambiamo Insieme” alle prossime elezioni dell’ODCEC di Napoli conferma che la categoria è sempre più un punto di riferimento stabile per i contribuenti spaesati che non sanno come orientarsi tra i tanti decreti. Al Governo, Puttini chiede un maggior coinvolgimento  nella formulazione delle leggi perché i commercialisti sono quelli che oltre a poter essere fattivi nella formulazione delle regole,  possono mediare tra chi emana le norme, chi deve applicarle e chi deve rispettarle

“Nell’emergenza Covid-19 i commercialisti sono la categoria in prima linea al pari dei medici.  Alla crisi sanitaria infatti ha fatto subito seguito la crisi economica, travolgendo soprattutto la media e piccola imprenditoria, le centinaia di migliaia di attività distribuite su tutto il territorio nazionale che stanno chiudendo o che sono in grandissima difficoltà”.

Così Giuseppe Puttini, candidato presidente per la lista Cambiamo Insieme alle prossime elezioni per l’Ordine dei Commercialisti di Napoli. Centrale, sottolinea Puttini, il ruolo dei commercialisti come punto di riferimento stabile per i contribuenti sempre più spaesati: “Con tutte le novità susseguitesi  sin dalle prime fasi dell’emergenza da coronavirus la clientela è andata in tilt e  ha riversato su di noi tutte le sue ansie a cui abbiamo dovuto rispondere con chiarezza, fornendo rassicurazioni lì dove spesso si navigava a vista in attesa dei decreti successivi. In questa crisi globale la nostra è una consulenza che ormai va oltre la nostra professione. Siamo sempre più psicologi oltre che commercialisti perché quotidianamente il cliente in difficoltà ci chiede come fare per non chiudere, come fare ad avere incentivi, soprattutto ora che lo spettro del lockdown avanza a grandi passi nuovamente. Abbiamo quindi creato un gruppo di lavoro operativo 24 ore al giorno per dare ai clienti quello che cercano: risposte chiare e sicurezza. Quello che sento di dire, però, è che noi commercialisti dovremmo essere consultati prima di formulare le norme, non dopo. Perché conoscendo la materia, il territorio e le esigenze di tutti i  contribuenti, possiamo renderci utili nel formulare le norme e la nostra esperienza può essere utile a chi deve legiferare in materia. Sarebbe importante, infatti evitare il rischio di “scollamenti” tra chi emana le norme, chi deve applicarle e chi deve rispettarle. Per questo motivo se veniamo coinvolti attivamente nella formulazione delle regole, possiamo essere ancora più mediatori “attivi” e propositivi tra lo Stato, i nostri clienti e tutti  i semplici cittadini che devono pagare le tasse”.

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Sicurezza, occupazione, esperienza di gioco. Ecco le tre risposte che il gambling italiano deve dare al futuro. Da quando per la prima volta, per contrastare la diffusione della pandemia Covid 19, i lavoratori del settore del gioco legale hanno dovuto tirare giù la...

Vomero, donna muore in un incendio

Vomero, donna muore in un incendio

Allarme al Vomero attorno alle 12 vigili del fuoco ambulanze e forze dell'ordine dirette verso piazza Fuga. Angoscia dei genitori con i figli che anche stamattina nelle vicine scuole. Una donna 94enne è morta carbonizzata. Al momento si sa che l'incendio era in una...

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

Vaccinarsi contro il Covid in farmacia a Napoli è già realtà ma da oggi, grazie all’iniziativa privata, nei locali della “Croce verde” si potranno “curare” anche il disagio e la solitudine delle persone più deboli. L’idea è semplice e nasce dalla sinergia tra la...

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Nei giorni scorsi un uomo è rimasto ferito a un passaggio a livello nei pressi della stazione di Casalnuovo. All’arrivo della chiamata alla Sala Operativa del Compartimento Polfer di Napoli si è subito attivata la macchina dei soccorsi: sul posto è giunto personale...

Restituire la fiducia ai giovani

Restituire la fiducia ai giovani

di Cinzia Rosaria Baldi * Intervista a Emilia Narciso neo presidente Unicef Campania L’Unicef  Italia in questi giorni  festeggia  i trent’anni dalla ratifica nel nostro Paese della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, diritti messi direttamente...

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

È stato completato e consegnato all’Amministrazione Comunale il progetto esecutivo del Lungomare di Napoli, dal titolo "Riqualificazione ciclo-pedonale del Lungomare di Napoli, tratto compreso tra Piazza Vittoria e il Molosiglio". Il progetto, esito di una gara...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te