A Benevento per il riscatto immediato

da | Ott 24, 2020 | Calcio Napoli

Dopo il ko contro l’Az, gli azzurri vogliono proseguire il filotto di vittorie in campionato con una prestazione di nuovo “spaziale”

Non sono tra coloro che a seconda del risultato cambiano giudizio ad ogni partita, per criticare e gettare la croce sull’allenatore o addosso a questo o quel giocatore, perché nel calcio come nella vita si vince ma si può anche perdere. Tuttavia la sconfitta contro l’AZ, senza fare drammi improvvisi perché inattesa, dà motivi di riflessione sia a Gattuso che ai giocatori.
Premetto, quindi, che reputo il Napoli una big del campionato e anche la squadra più forte del suo girone d’Europa League, nella gara contro gli olandesi, però, che un po’ tutti vedevamo come i “superstiti” dal maxi contagio, sicuramente gli azzurri in qualche atteggiamento sono mancati e non mi riferisco solo all’aspetto tecnico. Probabilmente dopo il dominio territoriale e di possesso palla del primo tempo, in verità alquanto sterile e fine a se stesso, gli azzurri pensavano che prima o poi il golletto ci sarebbe scappato visto l’estremo difensivismo olandese. Non è andata così. Anzi il 4-4-2 o 4-5-1, fate voi, utilizzato da Slot con tutti gli orange sottopalla e pronti a ripartire con De Witt, Sugawara e Karlsson, ha probabilmente spiazzato lo stesso Gattuso che immaginava un Az più votato al gioco. L’italianissimo catenaccio dei tulipani, invece, ha retto benissimo a dimostrazione, e Gattuso lo aveva detto in conferenza, che partite facili non ce ne sono. La sconfitta, perciò, va archiviata senza drammi, ma facendo due considerazioni che, a mio sommesso avviso, possono farla diventare una utile e importante lezione per il prossimo futuro: 1) le cinque sostituzioni sono diventate un’arma in più per un tecnico che ha a disposizione una rosa profonda per cambiare modulo di gioco in corso e invertire la tendenza di una gara; 2) questo Napoli deve sempre afferrare subito, metaforicamente, alla gola l’avversario di turno, come accaduto contro l’Atalanta, senza “gigioneggiare” in un titic-titoc che favorisce l’avversario che si difende ad oltranza con due linee strettissime tra difensori e centrocampisti.

Per queste due personali osservazioni che, ripeto, non sono critiche ma rilievi, basta una sola domanda: Contro l’Az è stato fatto tutto questo? A Benevento, perciò, domani pomeriggio si deve andare con il coltello tra i denti ,con la convinzione, la rabbia e la testa giusta per proseguire spediti in campionato. La squadra di Pippo Inzaghi, per il gioco sin qui mostrato, è formazione che sicuramente può ambire ad una salvezza “tranquilla” a patto che trovi l’equilibrio tattico giusto nella fase di non possesso e in difesa. Molti dei 12 gol subiti nelle quattro gare di campionato sono frutto di transizioni avversarie per non dire di veri e propri contropiedi subiti per l’eccessivo sbilanciamento in avanti dei giallorossi senza adeguate coperture preventive. Inzaghi ci sta lavorando tenendo però a chiarire che la sua priorità devono essere la voglia e la capacità della sua squadra di giocare un buon calcio senza particolari ostruzionismi, per divertirsi e divertire. Contro il Napoli, per questo terzo derby di campionato, è possibile tuttavia che Inzaghi, grande amico di Gattuso, tenga la squadra più frenata a centrocampo per lasciare a Insigne jr. e Caprari il compito di impensierire Koulibaly e compagni. Non escluderei neanche un Lapadula in panchina per un innesto in più a centrocampo con Hetemay, Foulon o Letizia più avanzati o anche Tello, per dare maggiore peso e spessore al reparto centrale e non subire le giocate di Fabian Ruiz e Insigne, la fisicità di Bakayoko e la velocità esplosiva di Osimhen e di Politano o Lozano. L’obiettivo del Benevento, per fare risultato, deve essere quello di non dare spazi e togliere la profondità al Napoli.
Esattamente quello che il Napoli deve invece fare per puntare alla quarta vittoria consecutiva. Il rientro di Insigne, atteso dal duello in famiglia con Roberto, deve dare alla squadra quella fantasia e quella rapidità di giocata che sono mancate contro gli olandesi e soprattutto quei cambi di fronte in grado di mettere Mertens, Osimhen e Politano (o Lozano) nelle migliori condizioni per battere Montipò. Sarà un bel derby a cui mancherà l’apporto caloroso del grande pubblico ed è un vero peccato. Giovedì ci sarà una partita già decisiva a San Sebastian per il prosieguo del cammino in Europa League ma gli azzurri faranno bene a non pensarci e a giocare una gran partita contro il Benevento.
Il Napoli dal gioco “spaziale” contro l’Atalanta deve vincere bene per riprendersi quel pizzico di credito perso contro gli olandesi e non può fallire contro la difesa più perforata del campionato. Contro la Strega, cui auguriamo la salvezza “tranquilla”, niente scherzi e niente partita a handicap. Andiamo convinti. Andiamo lisci. Andiamo subito in gol.

Magico Napoli otto su otto

Magico Napoli otto su otto

Magico Napoli otto su otto, il toro alla fine deve cedere alla furia di Osimhen che la risolve con uno stacco perentorio, azzurri a punteggio pieno dopo 8 giornate. Magico Napoli - Inizio della partita molto equilibrato, per l'ottimo schieramento tattico di entrambe...

Napoli, adesso infilza il Toro

Napoli, adesso infilza il Toro

Il match con i granata per continuare la serie positiva e magari allungare ancora sulle inseguitrici A caccia dell’ottava meraviglia, il Napoli, nell’arena del Maradona cercherà di matare un Toro sempre difficile da battere. È ancora vivo il ricordo della partita...

Il Napoli piega anche la Fiorentina e sono 7 su 7

Il Napoli piega anche la Fiorentina e sono 7 su 7

Il Napoli piega anche la Fiorentina, Lozano nel primo tempo e Rrahmani nel secondo, ribaltano il risultato al Franchi e sono 7 vittorie su 7 per gli azzurri di Spalletti che sono sempre più primi a punteggio pieno. Il Napoli piega anche la Fiorentina - Fiorentina...

Prima caduta per il Napoli di Spalletti

Prima caduta per il Napoli di Spalletti

Prima caduta per il Napoli di Spalletti, al Maradona gli azzurri non riescono, in dieci, a contenere lo Spartak Mosca, finisce 2-3 ma tutto è ancora possibile. Prima caduta - Ottima partenza per il Napoli che impiega solo 11 secondi per passare in vantaggio,...

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari finisce 2 a 0, azzurri nuovamente primi in classifica e sesta vittoria consecutiva su sei giornate di campionato, Osimhen la sblocca poi è lui stesso a procurarsi il rigore nel secondo tempo, trasformato da Insigne per il 2 a 0 finale. Napoli Cagliari...

Napoli: che sorpresa!

Napoli: che sorpresa!

Grande inizio di stagione. E i tifosi tornano a seguire la squadra con passione Dopo appena cinque giornate di campionato è pericoloso azzardare pronostici soprattutto in chiave partenopea, ma in generale si può affermare che le previsioni della vigilia secondo cui la...

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Sampdoria, Osimhen incontenibile firma una doppietta, doppio assist di Insigne e Lozano, Ruiz raddoppia mentre il sigillo è di Zielinski. Cinque vittorie su cinque e azzurri primi a punteggio pieno. Poker bis - Seconda vittoria...

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0, prima vittoria dell'era Spalletti nel giorno del suo battesimo al Diego Armando Maradona e finalmente ritornano i tifosi allo stadio. Napoli-Venezia è anche la prima partita di Spalletti, da allenatore del Napoli, nell'impianto di Fuorigrotta...

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te