Tempo di lettura: < 1 minuto

“A questi missionari va la solidarietà e il sostegno della città che esprime – mio tramite – il profondo cordoglio per la scomparsa di questo medico che donava agli altri assistenza e umanità”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in merito alla morte per Covid presso l’Ospedale Cotugno di Napoli del dottor Ernesto Celentano, medico di medicina generale che aveva contratto il virus probabilmente mentre visitava un suo assistito ammalato risultato successivamente positivo al SARS-Cov 2,


“Come tanti suoi colleghi e colleghe, nonché infermieri ed operatori sanitari tutti – aggiunge il sindaco – , si rischia ogni giorno la vita. I medici e gli infermieri sono allo stremo e i cosiddetti  medici di base sono la trincea di questa guerra sanitaria e continuano a combatterla con armi spuntate”.