I trent’anni del Centro Erich Fromm

da | Ott 17, 2020 | Cultura&Spettacolo

Mercoledì al Circolo Posillipo la celebrazione dell’anniversario della fondazione. Il programma dell’evento

Mercoledì 21 ottobre alle 18, presso il Circolo Posillipo il Centro Studi Erich Fromm celebra il trentennale della fondazione. In contemporanea la cerimonia di consegna, nel sesto anniversario de “Il giorno dell’Uomo”, del cavallo laico a Filippo Smaldone, erede di San Filippo Smaldone e vice presidente dell’Associazione “Missione Effatà Onlus”, che opera nel campo dell’assistenza socio-sanitaria, della beneficenza e dell’istruzione. Prevista una testimonianza di Guido Pocobelli Ragosta. A seguire concerto della pianista Simonetta Tancredi.


“Noi amanti dell’utopia”, è il primo ricordo che affiora alla memoria di chi, inoltrando lo sguardo verso il futuro, nel lontano 1 ottobre del 1990, lo allungava con speranza timida, consapevole che un traguardo così ambizioso e lontano nel tempo (siamo ad ottobre 2020!) avrebbe significato dare conto di questo tempo e che la sua durata avrebbe indicato anche il modo in cui sarebbe stato vissuto e speso quel tempo. Ed è così che abbiamo dato forza al pensiero di un personaggio che dell’utopia è stato un gran sostenitore, Erich Fromm, ed abbiamo fatto nostro anche quel messaggio che considera la cultura come insieme dei valori ed il giornalismo come efficace mezzo di divulgazione per una diversa qualità di vita, per una più avvertita moralità pubblica.

Nasce così anche “Essere”, il periodico del Centro che accompagna da sempre l’attività dell’Erich Fromm e ne rappresenta lo spirito anche attraverso le centinaia di manifestazioni documentate e organizzate nelle più prestigiose sedi culturali della nostra città nel corso di sei lustri”, commenta Silvana Lautieri, presidente del Centro che aggiunge: “L’Uomo come fine, non certo come mezzo”, ed ancora “mettiamo in sella l’umanità affinché cavalchi le idee “, i due leit-motiv che hanno guidato lo spirito ed il pensiero del Nostro giacché è solo partendo dall’Uomo che è possibile costruire o ricostruire l’ordine sociale, essendo l’uomo colui che costruisce o distrugge. Un’altra stampa, la nostra, che si è avvalsa delle prestigiose firme di Masullo, Marselli, Piazza, Raimondi, del direttore responsabile Antonio Talamo, per citarne solo alcuni, e che ha voluto dare spazio all’esistere dell’uomo e del suo mondo, un mondo che ora, velocizzato al massimo, sembra sfuggire ad una possibile equilibrata “riprogettazione” civile e sociale, un mondo che configura nella liquidità di baumiana memoria la sua forma espressiva più sconcertante. A trent’anni di distanza da una entusiasmante progettualità, ci si chiede “sarà possibile continuare nel segno dell’Utopia“ ? All’Uomo di buona volontà una possibile risposta “

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì 8 Giugno, alle ore 15,30, nellʼincantevole cornice di Castel SantʼElmo, a Napoli,si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI edizione del Premio Letterario Internazionale “Emily Dickinson”, fondato e presieduto dalla scrittrice e giornalista Carmela...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te