L’ultima idea in casa Napoli è quella di Matias Vecino.
Il centrocampista uruguagio non è la prima volta che finisce nei radar azzurri. Di lui era follemente innamorato Maurizio Sarri che nella sua epoca napoletana più volte lo richiese alla società. Il suo nome ritorna di moda ora, perché tanto piace anche a Gennaro Gattuso.
La pista che porta a Vecino, però, non è così vicina come sembra e non è partita dagli uffici di Castel Volturno. L’idea nasce dall’entourage del ragazzo. Con l’arrivo di Vidal, le porte dell’Inter sono definitivamente chiuse ed è quindi chiaro che per Vecino è giunta l’ora di cambiare aria.


Come dicevamo, però, l’affare non è affatto in via di definizione come era parso nei scorsi giorni, anzi, resta comunque complicato e spieghiamo perché.
La prima problematica riguarda il costo del cartellino. L’Inter, disposta anche a cederlo in prestito, chiede per l’eventuale riscatto una cifra vicina ai 18 milioni, somma troppo esosa per il club di De Laurentiis che al massimo potrebbe arrivare intorno ai dieci milioni.
Altra problematica non di seconda importanza, è lo status attuale di Vecino. Il ragazzo, reduce da una operazione al ginocchio, al momento non è disponibile e da quanto si sa, non lo sarà prima di metà novembre. È chiaro che per il Napoli sarebbe un rischio troppo alto quello di affidare il ruolo di “sostituto” di Allan ad un giocatore fermo ai box. L’affare non si fa? Tutt’altro. Dovessero verificarsi le dovute condizioni il Napoli potrebbe anche accollarsi il rischio, ma occhio alle sorprese. Sempre dall’Uruguay e sempre dalla serie A, potrebbe arrivare la sorpresa dell’ultima ora. Anche in questo caso si tratta di un profilo più volte accostato agli azzurri, ossia Nandez del Cagliari.
I rapporti con la società sarda sono ottimi, come mostrano gli affari Pavoletti e Rog, ed il neo tecnico rossoblù (Eusebio Di Francesco) è un estimatore di Ounas. Non è affatto improbabile che Giuntoli possa sfruttare proprio l’esterno algerino per abbassare le pretese del presidente Giulini e consegnare a Gattuso un centrocampista con le caratteriste quanto più simili possibili ad Allan.