Na terra spremmuta e ssacchiata

da | Set 5, 2020 | Cronaca

Paìse e ‘mprese d’ ‘o Nord se songo arreccute sfruttanno ‘e ddote naturale d’ ‘o Sud, pruducenno nu ‘debbeto ecologgico’

“Stammo spremmenno ‘e rresorze d’ ‘o Chianeta. Spremménnole comme si fosse nu purtuallo. Paìse e ‘mprese d’ ‘o Nord se songo arreccute sfruttanno ‘e ddote naturale d’ ‘o Sud, pruducenno nu ‘debbeto ecologgico’. Chi pavarrà ‘stu debbeto? E ppo’, ‘o debbeto ecologgico s’aggrannisce quanno ‘e mmultinazziunale fanno – fora d’ ‘o Paese lloro – chello che lloco ddinto nunn ll’è ccunzentito. Chesto ce ‘ncujéta. Ogge – no dimane – ogge ce avimm’ ‘a piglià cura d’ ‘o Criato cu rrispunzabbelità. Priammo pecché ‘e rresorze d’ ‘o Chianeta nu’ ssiano sacchïate, ma spartute ‘e na manera justa e rrispettosa. No a ll’accuppamiento, sì â spartenza!”
‘Sti pparole nun songo d’ ‘e mmeje, ma l’ha ditte Papa Francisco, cu ll’accasione d’ ‘o mese addedecato â prutezzione d’ ‘o Criato (1° ‘e settembre – 4 ‘e ottobre). Comme sempe, so’ pparole semprece e assaje chiare, che nnisciuno po’ ffégnere ‘e nu’ ccapì. E overo stammo spremmenno ‘stu chianeta nuosto comm’a nnu limone o nu purtuallo, accussì comme stammo sfruttanno e scamazzanno senza piatà ‘e pperzone povere d’ ‘o Sud (‘a periferia d’ ‘o munno) p’arrecchì chelle d’ ‘o Nord (‘o centro). ‘A soccia viulenza che ccoglie uommene, femmene e ccriature scellate e ffraggele, ‘nfatte, coglie e cciacca pure ‘a Terra, che avarria ‘a essere na “casa cummune” pe ttuttuquante.
Assaje spisso parlammo e lleggimmo d’ ‘o pesante debbeto pubbleco che ttenimmo, e ccu rraggione ce apprenettimmo pe ccapì comme ne putessemo ascì. Però nu’ mme pare ca ce stammo accupanno bastantemente ‘e chillu ‘debbeto ecologgico’ che Ppapa Francisco ce ave avvertuto ca s’aggrannisce semp’ ‘e cchiù e cc’ ‘a ggente povera e debbole d’ ‘o munno sano pavarrà ‘e na manera cchiù ttosta. “Curnute e mmazziate”, pe ccità nu ditto antico che cce fa capì ca l’ingiustizzia suciale, ‘a viulenza puliteca e ‘o sfruttamento ecologgico camminano sempe ‘nzieme, jenno chiaramente contr’â vuluntà ‘e Dio. “Tuttuquanto ‘o Criato s’allamenta e ppatesce ‘nfin’a ogge p’ ‘e dulure d’ ‘o parturo…” – scrivette dduje secule passate san Paulo int’ ‘a lettera ê Rumane. Però mo, si nun stammo attente ê lamiente d’ ‘o Chianeta, sarranno tuttequante l’uommene a nne pavà, cu ll’interesse, ‘e ccunzequenzie…


“Pigliarse cura” d’ ‘o Criato nun vo’ dicere sulo sta’ ‘mpenziero pe ll’ambiente, ammentà tecnologgie cchiù nnove o pruvà a ppassà na mana ‘e pittura verde ‘ncopp’a ll’economia che ggià tenimmo, manco si fosse l’unneca pussibbele. Nu’ pputimmo arreducere ‘a ‘cura d’ ‘o Criato’ sulo a nn’apprenzione pe cchello che avimmo pruvucato cu ll’inquinamento e ‘o scarfamiento globbale. Quanno nu mudello ‘e sveluppo nunn è bono, pecché è malato a ppe ssé, nun abbastano pinule e sceruppe, ma s’ha ddà cagnà overo direzzione. Na sucietà senza giustizzia e ssenza rispetto pe ll’urdeme d’ ‘a Terra sape sulo sfruttà ‘e rresorze naturale, spremmenno uommene, anemale e ccose comm’a ppurtualle.
“A ccetrangule spremmute se metteno ‘e piere ‘ncoppa”, diceva nu pruverbio antico, ma accussì succede pure mo, pecché ‘e puverielle stanno passanno – e ppassarranno – ‘e guaje ambientale chiù gruosse (carastie, seccogne, lavarune, famme e mmalatie…), addò ‘e ricchepellune s’arrecchisceno – e s’arrecchiranno ancora ‘e cchiù – perzì cu cchelle disgrazzie… Però n’atu pruverbio diceva: “Guajo fatto, remmedio aspetta”. Pirciò Papa Francisco ha scritto ca ce âmm’ ‘a piglià ‘e rispunzabbelità noste, nu’ ffermannoce a cchiagnere p’ê prubbleme ambientale, ma accummincianno a cce movere. Avimm’ ‘a cumbattere contr’a cchi cuntinua a ssacchïà ‘e rresorze naturale, che ‘mmece s’hann’ ‘a spartere cchiù mmeglio, ausanno giustizzia e rrispetto p’ ‘a casa cummune.

Napoli, rione Vasto: sanzionato barbiere in attività

Napoli, rione Vasto: sanzionato barbiere in attività

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vasto-Arenaccia, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Aquila hanno notato la saracinesca semiaperta di un salone di parrucchiere. I poliziotti, una volta all’interno, hanno accertato che...

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te