“Il senso di una storia” di Mario Belotti

da | Ago 24, 2020 | Cultura&Spettacolo

Qualche volta fidandoci dell’intuito, magari dettato da esperienza, si incontrano bellissimi libri estranei ai circuiti noti della distribuzione. Mi è capitato di recente un formidabile saggio storico di un ingegnere nativo di Pompei, il dott. Mario Bellotti, che mi ha molto colpito per la rara capacità di offrire un quadro storiografico, relativo al Meridione, schiettamente alternativo ma scientificamente inappuntabile.
Tra le numerose qualità di questo agile volumetto, di settantotto pagine, desidero innanzitutto sottolineare la cura nel dare i nomi corretti ed estesi dei personaggi storici e dei luoghi citati che nella rappresentazione divulgativa della storia peninsulare (sovente anche nei testi che sarebbero di approfondimento) troviamo monchi, vaghi e, tal volta, errati. Dando così luogo a numerosi equivoci che nessuno si è preso la briga di estinguere.


Altra peculiarità è l’interpretazione politica (ma non partitica), attendibile e concisa, circa i numerosi fatti che hanno caratterizzato le vicende del Meridione. E poi, non ultima per valore, anche la capacità di offrire uno schema ad ampio spettro cronologico, in un periodo – quello presente – in cui pure esiste una corrente di alternativa storiografica che però (è un giudizio del tutto personale) pare troppo concentrata su fasi storiche limitate. Senza considerare poi quella passione, tipicamente nostrale, per le inezie aneddotiche.
D’altronde, dicevamo in premessa, il Bellotti è un ingegnere, e come tale si premura di specificare: « Come ciascun ingegnere dovrebbe sapere, ogni vicenda è modellizzabile come un sistema con …condizioni iniziali [che, ndr] influenza le vicende coeve e successive… Il modello… è però utile… solo a patto che le misure – ovvero i fatti raccontati – siano sufficientemente precisi e veritieri, senza falsi pregiudizi ». E scorrendo ancora la premessa si avverte l’urgenza dello Studioso di rinunziare a quell’approccio, ancora presente nella rappresentazione storica nazionale, che concentra tutti i modelli possibili di “storia poetica” e “non storia”, individuati da Croce come vera e propria patologia nello studio di questa materia. Esse sono specialmente le cieche storie patriottiche (che in parte conservano anche un impianto razziale) ricche di coloriture, dettate da sentimenti di parte e condite di “praticismo” e di un po’ di “tendenza”. Certo è difficile trasmettere il valore di un testo così ricco, benché fortemente concentrato, spero pertanto di aver infuso quel seme di curiosità che ha animato la mia scelta nel leggere su un negozio on-line “ Il senso di una storia”, ed, Albatros… una folgorazione.
Gennaro Avano

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Oggi, lunedì 28 febbraio e martedì 1 marzo alle ore 15 e 17 e domani, domenica 27 febbraio, alle ore 10, 12, 15, 17 va in scena l’insolita esperienza di fruizione museale, ideata e realizzata da Le Nuvole con Casa del Contemporaneo e la collaborazione della direzione...

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te