Verso il Ferragosto della pandemia: tornano le vacanze di prossimità. Tutti a tavola in buona compagnia

da | Ago 10, 2020 | Cronaca

Ed ecco che arriva il Ferragosto della pandemia. Il rito di mezza estate che vedeva sospese le attività lavorative per una fase di riposo sembra stravolto, quest’anno, sopraggiungendo dopo un lungo periodo di chiusura delle scuole e di blocco di tante altre attività pubbliche e private.  Tuttavia alla fine, dopo incertezze e attese,  in tanti hanno deciso di partire, come testimoniano le lunghe code sulle autostrade.  Dopotutto la vacanza ha un significato di compensazione…  In calo i lunghi viaggi (la vacanza è  ridiventata territoriale). E agli impegni delle forze dell’ordine si aggiungerà probabilmente anche quello di  controllare l’osservanza dei dispositivi anti Covid e di sciogliere eventuali  assembramenti.

Staccare la spina per evitare il “burn out”:  il sovraccarico,  la saturazione. Una conquista che in Italia risale al 1947 con il varo della Costituzione (il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi). Troppi invece i  precari  che saltano da un contratto all’altro rimanendo senza stipendio proprio d’estate,  per non parlare delle difficoltà dei liberi professionisti. Troppe le incognite.  Il mondo del lavoro dopo il lockdown  sembra “sospeso”.

Il Ferragosto deriva da una festività istituita dall’imperatore Augusto nel 18 a. C.  per  segnare  la fine  dei lavori agricoli (e coincide con la festa religiosa dell’Assunta). La tradizione della gita, poi, nacque durante il Ventennio fascista quando attraverso le associazioni  dopolavoristiche si organizzavano “treni popolari” per consentire anche ai meno abbienti di visitare le città d’arte o raggiungere località marine e montane. Gite di uno o di tre giorni e, poiché non prevedevano il vitto,  nacque la colazione al sacco.

Tra i piatti tipici napoletani, la parmigiana di melanzane (ma oggi va molto anche quella di zucchine) e l’anguria. Non esistono menu consolidati. Sempre gradita la mozzarella di bufala (che, se unita al pomodoro, diventa una “caprese”) con contorni di verdure. Un altro must di Ferragosto è il pollo con i peperoni (di origine romana).  Spaghetti con zucchine alla Nerano, coniglio all’Ischitana. Paste al forno. Apprezzate anche le “grigliate” di carni, pesce, verdure. Delizie al limone. Uva, fichi e altra frutta di stagione. 

Fino a qualche anno fa  a Ferragosto sulla spiaggia di Mappatella Beach si notavano allegre tavolate di famiglie del centro storico  che includevano anche i vicini, le nonnette dei bassi, per non lasciarle sole (ma con la pedonalizzazione di via Caracciolo ciò è diventato  impossibile,  perché con l’auto non vi si può arrivare e sarebbe difficile accompagnarvi una  ottantenne col bus,  dato che la fermata è lontana).  I più insofferenti al caldo potrebbero salire ai Camaldoli  cercando  un po’ di fresco dalle parti dell’Eremo, che è il punto più alto della città. E per i buongustai, non manca qualche “trattoria del mare” attrezzata con i dispositivi antiCovid nella zona flegrea… Ma bisogna prenotare.

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

Si è conclusa con un grandissimo riscontro di pubblico e critica la tredicesima edizione della Crociera della Musica Napoletana, l’evento transnazionale, esperienziale ed emozionale organizzato da Scoop Travel a bordo delle navi della Msc Crociere, evento che tende a...

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Prorogato di ulteriori 12 mesi di funzionamento della Funicolare di Chiaia. Le prove eseguite da ANM hanno dato tutte esito favorevole, confermando la sicurezza degli impianti. Pertanto nelle more dell'affidamento dei lavori di revisione ventennale e ammodernamento...

Marechiaro, riattivata la Ztl

Marechiaro, riattivata la Ztl

Nei giorni festivi e prefestivi dal 2 ottobre al 31 ottobre sarà riattivata anche la ZTL Marechiaro (delibera del 23/9/21)  con divieto di transito veicolare per la intera giornata nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; divieto di transito dalle8 alle 19...

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

“Grazie alle operatrici che danno pieno sostegno a Donne coraggiose” Visita a sorpresa di Federica Pellegrini a Casa Fiorinda a Napoli. L'atleta azzurra ha trascorso una serata in compagnia con le ospiti della casa per donne maltrattate Fiorinda. Un luogo fisico di...

I bambini e la moda gender fluid

I bambini e la moda gender fluid

L’allarme di una psichiatra: “I piccoli disorientati dalle lezioni di sesso di insegnanti spesso impreparati” Il piccolo Salvatore, otto anni, si osserva compiaciuto davanti allo specchio mentre prova e riprova le scarpe con i tacchi a spillo della madre: “Dice che...

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

La Regione Campania investirà 15 milioni di euro (a valere sui fondi POC 2014-2020) per la riqualificazione di 24 parchi cittadini dislocati nelle varie Municipalità, così com’era stato annunciato nel marzo 2020 (visto che il Comune non ha fondi) dall’agronomo...

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

Lo scorso 20 settembre si sono incontrate tutte le socie del Club Innerweel Luisa Bruni sulla “Terrazza Zungri”, il più antico club d’Italia, nato dalle mogli dei rotariani alle quali non era permesso l’accesso nel club. La socia Imma Zungri Emilio ha accolto tutte le...

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore Giallo valevole a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te