Barcellona-Napoli, Insigne tra rischio e rinuncia

da | Ago 5, 2020 | Calcio Napoli

Il pianto dirotto di sabato sera che sembrava spegnere a Lorenzo Insigne speranze e sogni per una notte da re in Catalogna, sembra pian piano diventare un brutto ricordo viste le notizie confortanti che social e media si rimbalzano ipotizzando con sempre maggiore probabilità la presenza di Lorenzinho nella super sfida di sabato sera contro il Barcellona. Ci resta la sensazione che il “fastidio” lamentato da Insigne se non curato per bene e soprattutto con il riposo, possa diventare altro… In ogni caso 5 giorni di cure, seppure intense, e poco allenamento, non ridarebbero, a nostro sommesso avviso, tono, elasticità e giusta forza in una zona, tra inguine e pube, assai delicata per i movimenti di adduzione, abduzione e “sterzate” improvvise con cambi di direzione in velocità che un giocatore dalle caratteristiche di Insigne compie di continuo in una partita.

Certo, in Catalogna ci vuole, ci vorrebbe Insigne senza “se” e neppure “ma”. Perché il Napoli senza Lorenzo, a Barcellona sarebbe come “o’ babbà senza rumma”(per descriverla alla napoletana). Saranno decisive le ultime 48 ore e soprattutto il test di venerdì per avere una risposta definitiva e certa sul possibile impiego del capitano. Ma sarà, sarebbe, il miglior Insigne quello che scenderebbe in campo al Camp Nou? Il giocatore e l’uomo che con Gattuso ha di nuovo avvertito intorno a sé la fiducia dell’ambiente e la centralità del suo ruolo come giocatore e come capitano tornando ad essere il faro di un progetto di rinascita?

Insigne in passato ha già avuto problemi di pubalgia e certo non dimenticherà le lacrime di Bilbao e poi l’infortunio che lo costrinse nel 2014 ad uno stop forzato e ad un lento recupero per tornare ad essere un punto di riferimento importante. Non va sottovalutato quello che è accaduto sabato sera…Magari pensi che sia una semplice “pizzicata” da affaticamento o stress muscolare e ci continui a giocare, magari facendo qualche infiltrazione di cortisone che sul momento e per qualche ora ti “congela” il dolore. Poi, però, il dolore aumenta, riesci a correre solo in linea retta perché al minimo movimento di corsa deviata o stop in velocità vedi e senti le “stelle”.

E allora: conviene “rischiare” Insigne sabato sera e a Insigne conviene rischiare uno stop sin dall’inizio della prossima, imminente e importante stagione, forzando i tempi di recupero?

Lo “scugnizzo” non avrebbe, non ha, dubbi: giocherebbe la gara contro Messi e compagni anche con una gamba sola. Ma l’atleta, il professionista deve valutare bene il da farsi e prendere una decisione non emotiva ma coerente e in linea con quelli che saranno gli impegni numerosi, stressanti, importanti della prossima, imminente stagione. Lorenzo, perciò, si ponga lui per primo le domande giuste, con tutti i “se” ed i “ma” necessari per capire se a Barcellona converrà rischiare o, piuttosto, sarà meglio aspettare e rinunciare, seppure a malincuore, a provare ad essere “Re” per una notte che tutti ci auguriamo magica per il Napoli, per ritrovarsi fra una quarantina di giorni, fresco e voglioso, ad essere il valore aggiunto che Gattuso, il Napoli e i tifosi si aspettano, per giocarsi una grande stagione da “capitano coraggioso” e da uomo di punta della Nazionale di Mancini.

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0, prima vittoria dell'era Spalletti nel giorno del suo battesimo al Diego Armando Maradona e finalmente ritornano i tifosi allo stadio. Napoli-Venezia è anche la prima partita di Spalletti, da allenatore del Napoli, nell'impianto di Fuorigrotta...

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te