Una cameretta tutta per sé: così la casa dà forma a chi la abita

da | Ago 4, 2020 | Cronaca

Mentre gli architetti s’interrogano sulla casa del futuro  (data l’accelerazione  “causa Covid” impressa all’integrazione permanente delle tecnologie digitali in ogni aspetto del quotidiano),  c’è  qualche psicologo che ricorda le esigenze dei bambini, spesso messe in secondo piano, ribadendo la necessità di una cameretta tutta per sé.

Ricordate l’esperimento sui topi? In America se ne facevano tanti, a fini sociologici, negli anni Sessanta.  Due gruppi di roditori rinchiusi in due differenti gabbie, una più grande e l’altra piccola. La mancanza di spazio suscitava aggressività,  per cui quelli del secondo gruppo si attaccarono tra di loro, annientandosi… Questo per dire l’importanza dello spazio, per gli esseri umani come per gli animali. Ogni individuo ha come un’aura attorno a sé, un alone energetico invisibile invadendo il quale si provoca stress, malessere  e disagio. Lo spazio vitale. Distanza da rispettare. Se ci avviciniamo troppo a un cane sconosciuto, non c’è rischio che ci aggredisca? Lo pensava anche Schopenahuer (la storia della coppia di porcospini):  i due porcospini avevano freddo e si strinsero per proteggersi,  ma le spine causavano loro dolore; si allontanavano e avevano freddo… Per sfuggire sia al freddo che al dolore,  poi trovarono la “giusta distanza” reciproca.

Scherzi a parte, l’essere umano ha bisogno di creare legami profondi  (il senso di appartenenza) ma anche di restare un po’ solo…  E ciò vale anche per i bambini, che giuridicamente sono “persone” sin dal momento della nascita. Col  diritto di essere protetti, ascoltati, il diritto alla tranquillità (i conflitti e la discontinuità di comportamento degli adulti  li terrorizzano) ed  allo sviluppo fisico, mentale,  sociale. Con il diritto a una zona di sicurezza, di comfort  (inizialmente il corpo della madre) ma anche con il diritto alla privacy, riservatezza, e  al pudore.

 “Se c’è una cosa che serve ai ragazzini è la considerazione. Il non essere trattati come oggetti o come se fossero  invisibili”,  spiega Cinzia Rosaria Baldi, psicologa dell’età evolutiva. “Uno spazio tutto per sé  nella preadolescenza serve anche come affermazione dei confini  tra  sé e l’altro. Ogni essere umano ha dei limiti che sono invalicabili”. Affermazione del territorio  indispensabile per uno sviluppo sano della personalità. “Questa è la mia stanza e senza il mio permesso nessuno può entrare”. Una zona quasi sacra. Un rifugio dove custodire i propri segreti, studiare, ascoltare musica,  giocare con gli amici.

“Non in tutte le case c’è questa possibilità,  specialmente a Napoli dove troppi sono i bambini poveri e che vivono in promiscuità. Ma a costo di disegnare un cerchio sul pavimento e di utilizzare pannelli divisori”, suggerisce la psicologa, “bisogna definire un’area che è solo del bambino e insegnare all’eventuale fratello a non varcare quella soglia senza autorizzazione. Basterà chiedere il permesso, e la risposta sarà certamente un sì”.

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te