Sarri, Conte e gli opinionisti

da | Lug 27, 2020 | Calcio Napoli

Passerà alla storia come il campionato del lockdown, del Coronavirus e dello stop di 100 giorni, ma verrà ricordato, calcisticamente parlando, anche come il campionato dei rimpianti delle occasioni perdute e delle critiche feroci. Atalanta e Gasperini a parte, Juric con l’Hellas neo promosso e De Zerbi con un giovane Sassuolo, nessun club, considerati dirigenti, tecnici e giocatori è stato esente da errori e criticato anche con ferocia dalla stampa di social, televisioni e carta stampata. L’Inter e Conte, Inzaghi e la Lazio, Fonseca e Pallotta per la Roma, in parte anche l’inizio di Gattuso al Napoli e per finire, uber alles, Sarri e la Juventus “non” sua. Tutti, più o meno, messi sulla graticola della critica, qualche volta giustamente, più spesso in modo forzoso e senza spiegazioni convincenti che non siano state il non gioco o un risultato sfavorevole.
In questo ambito, sicuramente l’oscar va diviso e soprattutto condiviso tra Conte e Sarri.
Il primo ha ereditato una squadra che per due anni, con Spalletti, aveva raggiunto la Champions all’ultima giornata e non senza l’aiuto della dea bendata. Sarri, dopo una vittoria col Chelsea in Europa League e un quarto posto in Premier dopo il flop di Conte nella stagione 2017/18, era stato chiamato dalla dirigenza juventina a sostituire un Allegri forse non più in linea con i desiderata di Nedved, Paratici e soprattutto Ronaldo, e invocato dalla critica come colui che a “la Continassa” e all’Allianz Stadium sarebbe sceso a “miracol mostrare” come si fa giocare bene la squadra e si vince.


Conte, con certe dichiarazioni ad effetto, l’ultima, quando aveva perso il secondo posto poi riconquistato, secondo cui “secondo, terzo o quinto, non fa differenza, perchè il secondo è solo il primo dei perdenti mentre la storia ricorda solo chi vince”, un po’ di critiche se l’è tirate addosso, quasi a sfotticchiarlo per tirarne fuori la vis polemica. Eppure bastava che elencasse numeri e punti in classifica per far capire ai colti “opinionisti” che forse stavano sbagliando bersaglio soprattutto se non consideravano le difficoltà di una stagione morta e fatta resuscitare chissà quante volte. Sarri, cui nemmeno il nono scudetto renderà meriti, è stato più esplicito, in perfetto stile anti-juve e m’ha ricordato l’Allegri “furioso “di qualche intervista della scorsa stagione, quando rispondeva piccato ai “soloni” di cui sopra, che gli facevano notare che la squadra vinceva senza avere un gioco…


“Forse sto sui coglioni a qualcuno – ha declamato il poeta Sarri – ma voglio essere presuntuoso e penso di saperne un po’ di più sulla materia rispetto a quello che scrive chi fa l’opinionista. So più di loro quello che succede ogni giorno e pur se rispetto il loro punto di vista, a me interessa molto poco. Insomma, un “Me ne frego” in pieno stile dittatoriale che tuttavia serve a far riflettere sulle difficoltà di un mestiere dove essere cerchiobottisti è diventato quasi un obbligo. Come ha fatto il povero Fonseca a Roma che ha gestito al meglio una crisi non di gioco ma di società, mantenendo la barra diritta nonostante qualche rovescio, o Simone Inzaghi, sempre nella capitale, con la Lazio, improvvisamente sparita dopo la ripresa. E dire che prorio il suo presidente, Lotito, più di tutti, si era battuto per la ripresa del torneo convinto che la sua squadra avrebbe vinto il campionato.
Occasioni e rimpianti a iosa, dunque, ma creati ad arte, forse, più da chi deve mettere il pepe sulla coda del ratto, che non dalle situazioni di una stagione anomala dove, a mio sommesso avviso, tecnici e atleti hanno fatto salti mortali per finire al meglio, dando il massimo. Ma, come si dice, ognuno fa il suo mestiere e “addà campà” tirando l’acqua al proprio mulino. Allenatori e Opinionisti, perfetti interpreti del ”Così è se vi pare”…-

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

Ounas fermo: indagini sul suo cuore

Ounas fermo: indagini sul suo cuore

Problemi al cuore per Adam Ounas, folletto azzurro che è rientrato dalla Coppa d’Africa ma non sarà a disposizione di Luciano Spalletti. Il commissario tecnico dell’Algeria, Djamel Belmadi, all’indomani dell’eliminazione dalla Coppa d’Africa ha spiegato che il...

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.   Il Napoli ritorna a sorridere - Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa...

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti - Petagna titolare e una squadra predisposta all'attesa e al contropiede: cosi il tecnico ha vinto il big match con il Milan. E sul gol di Kessie... La mossa di Spalletti - Nella gelida Milano, il Napoli di Spalletti ridimensionato dalle...

I due miracoli di Spalletti

I due miracoli di Spalletti

Rrahmani e Lobotka: Gattuso li aveva ignorati e sembravano due giocatori persi alla causa del Napoli (e di Adl) Rino Gattuso a Napoli non è stato fortunato. In fondo all’ultima giornata di campionato per un misero gol ha perso il quarto posto e la qualificazione...

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Nonostante infortuni e sfortuna la squadra recrimina per i cinque punti persi con Verona ed Empoli È davvero in fase calante il Napoli o gli ultimi risultati negativi sono solo colpa degli infortuni a ripetizione dei suoi giocatori chiave? Spalletti, in verità, non ha...

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Una frana. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis passa per un grade comunicatore. Ma in questi ultimi giorni, vittima del suo stesso narcisismo, l’ha fatta veramente grossa. Ha inanellato una serie di dichiarazioni che oltre a portare scompiglio nel mondo del...

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà, gli azzurri vincono per 3 a 2 ma non basta per evitare i sedicesimi di finale. Napoli-Leicester festa a metà - Serata di tempesta al Maradona, il Napoli costretto a vincere contro il Leicester per sperare di passare il turno da primo,...

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli, 4-0 alla Lazio e primato solitario in classifica, Zielinski apre le marcature, poi Dries Ciro Mertens firma una straordinaria doppietta, poi Ruiz mette il sigillo nel secondo tempo. Nella notte per Diego riparte il Napoli -...

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te