La scorsa settimana sono stati ultimati dagli operai i lavori per il rifacimento delle strisce in piazza dell’Immacolata. Per disegnare la nuova segnaletica orizzontale è stato necessario spostare i cassonetti della spazzatura temporaneamente sul marciapiede. A lavoro ultimato da parte degli operai incaricati dal Comune di Napoli, però, una squadra di dipendenti dell’Asia, Azienda servizi igiene ambientale, avrebbe dovuto riposizionare al loro posto i contenitori dei rifiuti, compreso quelli della differenziata. E così in parte è stato, tranne che per un contenitore degli indumenti usati, che prima dei lavori era sistemato all’altezza della Chiesa dell’Immacolata e che invece adesso è stato lasciato sul marciapiede ostruendo il passaggio dei diversamente abili.

Il cassettone per gli indumenti, infatti, è stato lasciato proprio nella parte di marciapiede utilizzata da quanti attraversano la piazza e in special modo da chi ha difficoltà a deambulare oppure è costretto ad utilizzare una carrozzina. Si tratta, infatti, del percorso dritto e più rapido che ora è stato occupato dal contenitore degli indumenti usati che ostruisce anche la possibilità di gettare rifiuti nei contenitori di carta e cartone. E come se non bastasse è diventato ben presto il ricettacolo dei rifiuti che fuoriescono dai cassonetti. I residenti denunciano l’accaduto ed il pericolo derivante dalla presenza di quel contenitore per indumenti a ridosso dei balconi di chi abita al civico numero 10. Intervenga l’Asìa e riposizioni al suo posto il contenitore degli indumenti usati.