bureau veritas
Tempo di lettura: < 1 minuto

Anche le ispezioni connesse al mantenimento o al rinnovo delle certificazioni dei sistemi di gestione scoprono la strada del remoto. Proprio al fine di garantire la massima sicurezza e la tutela dei lavoratori, inclusi quelli impegnati in attività ispettive, Bureau Veritas Italia ed Hera hanno individuato e sfruttato questa opportunità: è stato dunque possibile applicare la nuova metodologia di verifica a distanza a diverse società del Gruppo Hera, per le quali le ispezioni sono state effettuate regolarmente, ma da remoto. Grazie a questa procedura, sono stati superati positivamente i punti di svolta determinati dal mantenimento delle certificazioni ISO 9001, ISO 14001 e la migrazione al nuovo standard ISO 45001.

Per le due realtà, nell’arco di questi mesi di emergenza COVID-19, si è trattato di implementare e applicare profonde modifiche nel modo di esecuzione degli audit; verifiche eseguite da remoto attraverso interviste, condivisione in tempo reale di dati e documenti e riprese video dei siti sottoposti ad audit. Queste misure sono state progettate e attuate in modo da tutelare la salute dei dipendenti del Gruppo Hera e degli auditor Bureau Veritas, assicurando, nel medesimo tempo, la continuità del servizio di valutazione della conformità agli standard e dei servizi di pubblica utilità erogati dalla multiutility, nell’interesse di tutte le parti coinvolte.

L’approccio strutturato di Hera alla gestione dell’emergenza COVID-19, attraverso risposte tempestive e talvolta preventive rispetto alle disposizioni impartite dal legislatore nell’evoluzione della crisi, ha permesso l’organizzazione del 95% degli audit in remoto, e ha consentito di sperimentare con successo questa nuova metodologia più flessibile.