Al cavaliere Salvio Zungri il Premio Liburia 2020

da | Lug 20, 2020 | Cronaca

“Ci mettiamo il cuore nel nostro lavoro”. Così il cavaliere dottore Salvio Zungri (in foto), amministratore unico della Ortopedia Meridionale, e priore della Confederazione internazionale dei Cavalieri crociati, che lo scorso 15 luglio ha ricevuto presso il chiostro settecentesco della chiesa del Rosario di Afragola il “Premio Liburia 2020”, riservato a tutti coloro che, attraverso segni concreti di testimonianza umana e culturale, hanno saputo ‘donare’ nel quotidiano, nei rispettivi ambiti professionali. L’azienda, leader nella costruzione di protesi, ortesi e ausili ha la sua sede principale nel Centro Storico di Napoli, in via Costantinopoli, a pochi passi dal vecchio Policlinico, ed è sorta dall’ampliamento dell’Officina Ortopedica Meridionale fondata negli Anni 60 dal Gran Ufficiale Fausto Zungri. Il figlio, Salvio, la eredita giovanissimo, appena 18enne, e trasforma quella che era una piccola bottega di circa 50mq nella più grande azienda del settore in Campania per numero di collaboratori, filiali e fatturato dove operano tecnici ortopedici laureati in grado di dare consulenza, assistenza e offrire prodotti di qualità e all’avanguardia, puntando a una realizzazione artigianale che guarda al futuro.

“Prima con mio padre lavoravamo con martello e scalpello – racconta Salvio Zungri – poi con le frese e oggi con le stampanti 3D”. L’azienda utilizza infatti l’innovativo sistema Cad-Cam che sostitusice la tecnica tradizionale più invasiva della presa delle misure e il calco in gesso con un rilievo dell’impronta realizzato attraverso uno scanner 3D che crea virtualmente la forma del paziente e consente l’utilizzo di tutti gli strumenti necessari per la correzione ortopedica e la creazione dell’apparecchio più idoneo. Attenzione alla tecnica quindi ma ancor più alle persone e ai loro bisogni senza orari: “Nella nostra azienda il lavoro non finisce quando abbassiamo la serranda – spiega Zungri – per i nostri pazienti è importante il riferimento e l’assistenza costante e per loro il telefono è sempre acceso”.

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te