Genoa-Napoli: vittoria degli azzurri per 1-2, buona prestazione a Marassi, in gol Mertens e Lozano

da | Lug 8, 2020 | Calcio Napoli

Il Napoli batte il Genoa per 2 a 1, buona la prestazione degli azzurri a Marassi, in gol Ciro Mertens nel primo minuto di recupero del primo tempo e Lozano poco dopo il suo ingresso.

A Marassi il Napoli sfodera una buona prestazione per battere il Genoa, grifone costretto a vincere per non occupare la terzultima posizione in classifica che significherebbe retrocessione. Nei primi 45 minuti però non c’è storia, il Napoli con il palleggio riesce a tenere un possesso palla estenuante, creando tanti pericoli alla porta di Perin. La squadra di Gattuso trova il gol dopo 8 minuti con Elmas che risulterà tra i migliori in campo, ma il Var annulla per tocco di mano di Manolas poco prima del tap-in vincente del macedone. Occasione dopo occasione, gli azzurri non riescono a sbloccare il risultato, con le grida di Rino che rimbombano per tutto lo stadio, la prestazione è convincente ma manca il gol per un pizzico di superficialità. Gol che però arriva poco prima dell’intervallo, Ciro Mertens fa 124 gol con la maglia azzura, scambio con Insigne e dal limite dell’area genoana trova con un tiro a giro l’angolino basso, Perin non ci arriva e si va all’intervallo con i partenopei in vantaggio, risultato che per quello che si è visto in campo, va anche molto stretto al Napoli.

Nella ripresa il Napoli ci mette un pò a ritornare sui livelli del primo tempo, il Genoa prova ad approfittarne mettendo pressione e dopo pochi minuti, Mertens sbaglia un disimpegno regalando l’angolo alla squadra avversaria, sugli sviluppi dello stesso, i ragazzi di Nicola trovano il pareggio con Goldaniga che anticipa di testa Maksimovic e batte l’incolpevole Meret. Rino striglia subito i suoi che però hanno un momento di calo, il Genoa continua a spingere ma gli azzurri tengono botta e superano il momento di difficoltà. Al minuto 64 Gattuso sostituisce Mertens per Milik e Politano per Lozano, proprio il messicano 2 minuti dopo, riporta il Napoli in vantaggio sfruttando un lancio dalle retrovie di Fabian Ruiz, accelerata fulminea di Chucky che anticipa Biraschi e batte Perin. Dopo il vantaggio il Napoli controlla la partita senza grossi grattacapi, Meret effettua un vero e proprio miracolo su Pandev che a tu per tu non riesce a segnare per l’ottima paratadel portierone azzurro, gol che sarebbe comunque stato annullato per fuorigioco del macedone.

Note positive della serata, l’ennesima buona prestazione del capitano Insigne che questa sera è in buona compagnia, infatti anche Fabian Ruiz, Elmas e Mario Rui sfoderano delle ottime prestazioni, aiutati comunque da un gioco di squadra collettivo che permette di giocare in scioltezza e a tratti, di trasmettere la sensazione che la squadra si stia veramente iniziando a divertire.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te