Gli italiani e il gioco d’azzardo, i motivi di una passione intramontabile

da | Giu 30, 2020 | Cronaca

La diffusione del gioco d’azzardo ha registrato un incremento che ha davvero dell’incredibile nel corso degli ultimi anni, prendendo in considerazione i numeri di tutto il mondo. Pur essendosi trasformata seguendo la generale rivoluzione tecnologica, questa attività ha continuato a mantenere il profondo legame che la lega con i propri affezionati, in maniera particolare con alcune popolazioni specifiche.

Non vi è ombra di dubbio che anche il popolo italiano rientri in questa categoria: da sempre infatti l’Italia ha una connessione radicata con il settore del gioco d’azzardo. Con le ultime innovazioni è possibile giocare su  casino soldi veri e sfruttare una quantità estremamente elevata di varietà e possibilità. Ma proviamo a capire quali sono i motivi che risiedono alla base di questa passione così intramontabile.

Italiani e gioco d’azzardo: i motivi del legame

È innegabile che il primo fattore in questo senso sia riconducibile ad un ambito puramente culturale: il gioco d’azzardo infatti è ormai estremamente diffuso in tutto il mondo, in maniera capillare e con una possibilità di fruizione che coinvolge davvero quasi tutte le fasce di popolazione. Tuttavia, di certo non tutti i paesi sul globo possono vantare un coinvolgimento e un legame stretto come il popolo italiano.

Tutto ciò può chiaramente essere rimandato a motivazioni culturali, che vanno riscontrate nella tipologia di società in cui si cresce, nelle possibilità diffuse, nello stile di vita addirittura che i vari cittadini possono permettersi di mantenere come un regime di quotidianità. E soprattutto nelle passioni che vengono tramandate di generazione in generazione per arrivare a radicarsi in maniera profonda nell’identità di una nazione, proprio come è successo in questo caso.

Di certo esistono anche molte altre motivazioni, che però difficilmente rispondono alla domanda da un punto di vista storico e prendendo in analisi la continuità temporale con cui questo legame si è sviluppato. Se invece dovessimo analizzare la questione da un punto di vista più legato al presente, o comunque agli ultimi anni a noi più recenti, si potrebbe notare come l’evoluzione dell’intero ambito abbia portato ad effetti ambivalenti.

Il gioco online infatti è sempre più diffuso e apprezzato, ovviamente a livello mondiale e non solo in Italia. Ma nella nostra nazione questo poteva rappresentare un rischio per il settore, che nei confini italiani era per l’appunto radicato e connesso in maniera così forte alla popolazione con il volto fisico dell’ambito. Invece, così non è stato.

La crescita del gioco online

Al contrario anche in Italia il gioco virtuale ha registrato un vero e proprio boom negli ultimi anni: tra il 2016 e il 2018 gli italiani hanno mosso 106 miliardi di euro in totale nel settore delle scommesse, numeri colossali già ai tempi e che da quel momento non hanno fatto che crescere in maniera costante ed esponenziale. Tanto che il 2019 è stato l’anno dei record per l’ambito specifico del gaming online, e l’avvio del 2020 si è posizionato sulla stessa scia.

Per comprendere appieno la crescita del settore web, basti pensare che appena pochi anni fa esso registrava un’incidenza sul paniere totale del gioco d’azzardo pari al 22%, mentre ad oggi essa ammonta al 33%: si comprende bene come questi numeri e percentuali siano testimoni di una crescita pazzesca, con il gioco d’azzardo online che ora riveste un terzo delle entrate totali del settore.

L’aumento medio registrato mese per mese, confrontando gli stessi periodi con quelli dell’anno precedente, si è aggirato attorno al 7,4%. Tuttavia nell’ultimo bimestre l’incremento è aumentato ulteriormente, con i mesi di novembre e dicembre che sono arrivati a toccare quota +12,3% rispetto ad appena un anno prima. Un’espansione totale e costante.

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Con provvedimento in corso di pubblicazione, il Presidente della Regione Campania  ha richiamato tutti i datori di lavoro, pubblico e privato, all'osservanza delle norme di prevenzione sanitaria, in particolare riferite all'uso delle mascherine. Sulla base di quanto...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te