Gli italiani e il gioco d’azzardo, i motivi di una passione intramontabile

da | Giu 30, 2020 | Cronaca

La diffusione del gioco d’azzardo ha registrato un incremento che ha davvero dell’incredibile nel corso degli ultimi anni, prendendo in considerazione i numeri di tutto il mondo. Pur essendosi trasformata seguendo la generale rivoluzione tecnologica, questa attività ha continuato a mantenere il profondo legame che la lega con i propri affezionati, in maniera particolare con alcune popolazioni specifiche.

Non vi è ombra di dubbio che anche il popolo italiano rientri in questa categoria: da sempre infatti l’Italia ha una connessione radicata con il settore del gioco d’azzardo. Con le ultime innovazioni è possibile giocare su  casino soldi veri e sfruttare una quantità estremamente elevata di varietà e possibilità. Ma proviamo a capire quali sono i motivi che risiedono alla base di questa passione così intramontabile.

Italiani e gioco d’azzardo: i motivi del legame

È innegabile che il primo fattore in questo senso sia riconducibile ad un ambito puramente culturale: il gioco d’azzardo infatti è ormai estremamente diffuso in tutto il mondo, in maniera capillare e con una possibilità di fruizione che coinvolge davvero quasi tutte le fasce di popolazione. Tuttavia, di certo non tutti i paesi sul globo possono vantare un coinvolgimento e un legame stretto come il popolo italiano.

Tutto ciò può chiaramente essere rimandato a motivazioni culturali, che vanno riscontrate nella tipologia di società in cui si cresce, nelle possibilità diffuse, nello stile di vita addirittura che i vari cittadini possono permettersi di mantenere come un regime di quotidianità. E soprattutto nelle passioni che vengono tramandate di generazione in generazione per arrivare a radicarsi in maniera profonda nell’identità di una nazione, proprio come è successo in questo caso.

Di certo esistono anche molte altre motivazioni, che però difficilmente rispondono alla domanda da un punto di vista storico e prendendo in analisi la continuità temporale con cui questo legame si è sviluppato. Se invece dovessimo analizzare la questione da un punto di vista più legato al presente, o comunque agli ultimi anni a noi più recenti, si potrebbe notare come l’evoluzione dell’intero ambito abbia portato ad effetti ambivalenti.

Il gioco online infatti è sempre più diffuso e apprezzato, ovviamente a livello mondiale e non solo in Italia. Ma nella nostra nazione questo poteva rappresentare un rischio per il settore, che nei confini italiani era per l’appunto radicato e connesso in maniera così forte alla popolazione con il volto fisico dell’ambito. Invece, così non è stato.

La crescita del gioco online

Al contrario anche in Italia il gioco virtuale ha registrato un vero e proprio boom negli ultimi anni: tra il 2016 e il 2018 gli italiani hanno mosso 106 miliardi di euro in totale nel settore delle scommesse, numeri colossali già ai tempi e che da quel momento non hanno fatto che crescere in maniera costante ed esponenziale. Tanto che il 2019 è stato l’anno dei record per l’ambito specifico del gaming online, e l’avvio del 2020 si è posizionato sulla stessa scia.

Per comprendere appieno la crescita del settore web, basti pensare che appena pochi anni fa esso registrava un’incidenza sul paniere totale del gioco d’azzardo pari al 22%, mentre ad oggi essa ammonta al 33%: si comprende bene come questi numeri e percentuali siano testimoni di una crescita pazzesca, con il gioco d’azzardo online che ora riveste un terzo delle entrate totali del settore.

L’aumento medio registrato mese per mese, confrontando gli stessi periodi con quelli dell’anno precedente, si è aggirato attorno al 7,4%. Tuttavia nell’ultimo bimestre l’incremento è aumentato ulteriormente, con i mesi di novembre e dicembre che sono arrivati a toccare quota +12,3% rispetto ad appena un anno prima. Un’espansione totale e costante.

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te