Gli italiani e il gioco d’azzardo, i motivi di una passione intramontabile

da | Giu 30, 2020 | Cronaca

La diffusione del gioco d’azzardo ha registrato un incremento che ha davvero dell’incredibile nel corso degli ultimi anni, prendendo in considerazione i numeri di tutto il mondo. Pur essendosi trasformata seguendo la generale rivoluzione tecnologica, questa attività ha continuato a mantenere il profondo legame che la lega con i propri affezionati, in maniera particolare con alcune popolazioni specifiche.

Non vi è ombra di dubbio che anche il popolo italiano rientri in questa categoria: da sempre infatti l’Italia ha una connessione radicata con il settore del gioco d’azzardo. Con le ultime innovazioni è possibile giocare su  casino soldi veri e sfruttare una quantità estremamente elevata di varietà e possibilità. Ma proviamo a capire quali sono i motivi che risiedono alla base di questa passione così intramontabile.

Italiani e gioco d’azzardo: i motivi del legame

È innegabile che il primo fattore in questo senso sia riconducibile ad un ambito puramente culturale: il gioco d’azzardo infatti è ormai estremamente diffuso in tutto il mondo, in maniera capillare e con una possibilità di fruizione che coinvolge davvero quasi tutte le fasce di popolazione. Tuttavia, di certo non tutti i paesi sul globo possono vantare un coinvolgimento e un legame stretto come il popolo italiano.

Tutto ciò può chiaramente essere rimandato a motivazioni culturali, che vanno riscontrate nella tipologia di società in cui si cresce, nelle possibilità diffuse, nello stile di vita addirittura che i vari cittadini possono permettersi di mantenere come un regime di quotidianità. E soprattutto nelle passioni che vengono tramandate di generazione in generazione per arrivare a radicarsi in maniera profonda nell’identità di una nazione, proprio come è successo in questo caso.

Di certo esistono anche molte altre motivazioni, che però difficilmente rispondono alla domanda da un punto di vista storico e prendendo in analisi la continuità temporale con cui questo legame si è sviluppato. Se invece dovessimo analizzare la questione da un punto di vista più legato al presente, o comunque agli ultimi anni a noi più recenti, si potrebbe notare come l’evoluzione dell’intero ambito abbia portato ad effetti ambivalenti.

Il gioco online infatti è sempre più diffuso e apprezzato, ovviamente a livello mondiale e non solo in Italia. Ma nella nostra nazione questo poteva rappresentare un rischio per il settore, che nei confini italiani era per l’appunto radicato e connesso in maniera così forte alla popolazione con il volto fisico dell’ambito. Invece, così non è stato.

La crescita del gioco online

Al contrario anche in Italia il gioco virtuale ha registrato un vero e proprio boom negli ultimi anni: tra il 2016 e il 2018 gli italiani hanno mosso 106 miliardi di euro in totale nel settore delle scommesse, numeri colossali già ai tempi e che da quel momento non hanno fatto che crescere in maniera costante ed esponenziale. Tanto che il 2019 è stato l’anno dei record per l’ambito specifico del gaming online, e l’avvio del 2020 si è posizionato sulla stessa scia.

Per comprendere appieno la crescita del settore web, basti pensare che appena pochi anni fa esso registrava un’incidenza sul paniere totale del gioco d’azzardo pari al 22%, mentre ad oggi essa ammonta al 33%: si comprende bene come questi numeri e percentuali siano testimoni di una crescita pazzesca, con il gioco d’azzardo online che ora riveste un terzo delle entrate totali del settore.

L’aumento medio registrato mese per mese, confrontando gli stessi periodi con quelli dell’anno precedente, si è aggirato attorno al 7,4%. Tuttavia nell’ultimo bimestre l’incremento è aumentato ulteriormente, con i mesi di novembre e dicembre che sono arrivati a toccare quota +12,3% rispetto ad appena un anno prima. Un’espansione totale e costante.

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Il 21 settembre alle ore 20,00 puntualissime ed eleganti, come loro costume  si sono incontrate tutte le socie del Club Inner Weel Luisa Bruni (il più antico club d'Italia)  sulla "Terrazza Zungri". Il Club Inner Wheel è un'associazione femminile strettamente legata...

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te